#FridaysForFuture: tutti con Greta per fermare il climate change!

Credits: GettyImages

Tornano i Fridays4Future, i venerdì in cui gli studenti di tutto il mondo scendono in piazza per chiedere ai potenti della Terra di intraprendere le politiche ambientali per salvare il nostro pianeta

Fridays for Future Italia 2019

Tu ci sarai? Greta ci sarà, come sempre, come ogni venerdì dal 18 agosto 2018 fino ad oggi. E' stata proprio l'attivista svedese ha dare vita al più grande movimento di lotta contro il cambiamento climatico. Perché a 16 anni si è giovani e si può cambiare il mondo. Non è ingenuità, non è idealismo: è guardare negli occhi il futuro e capire che così non puoi andare avanti,

Dalle sue prime solitarie proteste è passato poco più di un anno, ma questi mesi sono bastati per richiamare sotto la bandiera dell'influencer green più famosa tantissimi ragazzi decisi a far sentire la propria voce. Se hai 16 anni non siedi nella stanza dei bottoni, ma non significa che tu non abbia nulla da dire su come stanno trattando il pianeta in cui vivi.

Leggi anche: Le frasi più belle di Greta Thunberg

Credits: GettyImages

27 Settembre 2019: il terzo sciopero per il clima

L'appuntamento per il Fridays for Future è oggi, 27 Settembre 2019, in tutta Italia. Ancora una volta si chiede a gran voce di attuare delle politiche ambientali serie, che portino l'Italia ad avere zero emissioni.

E' una questione quindi prettamente politica, ma apartitica, quindi tutti coloro che sono interessati a salvare il pianeta sono invitati a partecipare, a venire in gruppo, o a trovare, tramite la pagina Facebook dell'evento, nuovi amici dal cuore green con cui scendere a manifestare.

Nessuna violenza, quello contro il climate change è un movimento pacifico, che vuole solo che la Terra venga trattata con la necessaria gentilezza, così che tutti possano sognare un futuro anche per molto, molto tempo.

Il discorso di Greta Thunberg all'ONU diventato virale

Il terzo global strike arriva a pochissimi giorni dal discorso di Greta Thunberg all'ONU, quando ha attaccato tutti i politici lì riuniti accusandoli di non aver fatto abbastanza e di chiedere a lei, una ragazza di 16 anni, e hai suoi coetanei, di rimediare alla loro indifferenza e ai loro errori.

Trump, probabilmente il politico occidentale meno sensibile al discorso sul cambiamento climatico, non ha trovato di meglio da fare che prendere in giro la Thunberg in un tweet, dimostrando subito che non è l'età, ne tanto meno la carica, a fare l'adulto.


Riproduzione riservata