Il bon ton delle dating app: anche l’amore sul web ha le sue buone maniere

dating app galateo cosa fare Credits: Shutterstock
01/11
Foto

Se la dose minima sufficiente di buone maniere è data ormai (quasi) per scontata durante gli appuntamenti vis-à-vis, nell’era delle app di dating online non dimentichiamoci del galateo 2.0

Le app di incontri online hanno indubbiamente rivoluzionato il modo di conoscersi, flirtare e rapportarsi agli altri, e ciò è innegabile tanto per le donne, quanto per gli uomini.

Anche l’amore sul web però deve seguire quelle che possono essere definite delle “regole di buona educazione” che, a ben pensarci, sono in tutto e per tutto assimilabili al galateo degli incontri vis-à-vis, ma che spesso sembrano sfuggire agli utilizzatori di queste app.

Già, perché spesso, purtroppo, sembra quasi che la virtualità e un parziale anonimato possano costituire un semaforo verde per comportamenti scorretti: ecco allora una breve lista con i vari do’s e dont’s per guidare chi si affaccia per la prima volta – ma anche chi è ormai un utente navigato – al mondo dei vari Tinder, Nirvam, Gleeden e molti altri.

1. Utilizza foto veritiere

Questo comandamento dovrebbe essere alla base di tutte le app di dating online, ma viene spesso disatteso. Per il tuo profilo, usa immagini (ovviamente) tue, che non siano sfocate, tagliate e che – soprattutto – riescano a dare una visione veritiera della tua persona, in modo tale da non ingannare gli altri utenti.

Hai mai pensato a quante donne (magari pure tu stessa) sono state illuse o raggirate da foto che poi, nella realtà, non ritraevano giustamente l’uomo che stavano per incontrare? In questi casi, meglio un match in meno e parecchia dignità in più.

2. Mostra il lato migliore di te

Quando ti trovi a dover selezionare le immagini da caricare sul tuo profilo, prediligi quelle che mostrano anche i tuoi interessi. Ti piace viaggiare, correre, pattinare, giocare a pallavolo? Scegli almeno una foto in cui sia visibile l’attività a cui ti stai dedicando, in modo da fornire implicitamente più informazioni relative alla tua persona.

Non limitarti a pubblicarne solo una – che non sarebbe sufficiente nemmeno se fossi la regina dei sex symbol – ma cerca di averne almeno cinque o sei da sfogliare.

In questo modo, sarà più facile capire se potreste piacervi, non solo da un punto di vista estetico ma anche se siete compatibili per quanto riguarda stile di vita e interessi comuni.

3. Foto osè: sì o no?

Dipende da quello che cerchi. Caricare foto in bikini potrebbe essere visto come un chiaro richiamo sessuale per gli uomini: è quello che vuoi? Se non lo è, mostra tutta la tua bellezza ma con attenzione: qualcuno rischierebbe di fraintendere le tue intenzioni.

Idem per quanto riguarda la controparte maschile: in generale, chi ostenta troppo, spesso viene escluso a priori perché bollato come il classico pallone gonfiato… sortendo quindi l’effetto opposto di ciò che desiderava ottenere.

4. Fai le tue ricerche

È del tutto consentito e – spesso – doveroso: se scopri di avere un amico in comune con il tuo match, sei completamente legittimata ad andare su Facebook e, dal profilo della conoscenza che condividete, dare un’occhiata a quello che condivide.

Non si tratta di stalking, ma di verificare le informazioni (e pure le foto, per l’appunto) che sono state caricate: unendo le informazioni ricavate da Facebook a quelle fornite dalla app di dating potrai avere un’idea più completa della persona con cui stai chattando, e capire meglio se sei disposta a uscirci o meno, il tutto nel rispetto della netiquette per chi naviga in rete.

5. Quando hai un match...

Se entrambi vi piacete virtualmente e scatta il fatidico match, non partire subito in quarta iniziando a scrivere poemi epici, ma aspetta che sia l’altro a farsi vivo per primo. Questo, oltre a essere un banale atto di cavalleria, ti darà anche modo di valutare il suo primo approccio: è scontato? È fantasioso? È ironico? È divertente? È volgare?

Da un iniziale scambio di battute si possono capire molte cose dell’alta persona: approfittane!

6. Sii (un minimo) possibilista

Le app di dating online sono una piazza (pressoché) infinita di nuovi potenziali incontri, ma per poterne usufruire bisogna anche predisporsi psicologicamente nella maniera più giusta. Detto in altri termini, non impuntarti nel voler trovare per forza l’uomo perfetto, che soddisfi tutte le caratteristiche che reputi necessarie: ciò non significa non scartare nessuno, ma neanche applicare una selezione troppo rigida all’ingresso.

Altrimenti, potresti ritrovarti senza più nessun profilo da visualizzare… E se pure gli uomini ragionassero in questi termini, forse le app di dating online non avrebbero più senso di esistere.

7. Tieni pronta una strategia di uscita

Se inizi una conversazione con un match che – inaspettatamente e senza che tu l’abbia incoraggiato – inizia a farti avances sessuali non richieste o a mandarti messaggi sempre più volgari (contravvenendo quindi a una delle regole-base del galateo sia online che offline), non porti alcuno scrupolo e bloccalo subito.

Reagire in maniera offesa, o – peggio – stare al gioco per poi arrivare comunque a insultarlo non ti porterebbe a nulla, se non a perdere il tuo tempo.

8. Non mentire sulla tua situazione sentimentale

Va da sé, senza ulteriori spiegazioni: se hai una relazione o sei sposata, non dovresti utilizzare le App di dating online. Perché? Perché è semplicemente sbagliato. E la stessa cosa vale, di conseguenza, anche per gli uomini.

9. Come gestire il passaggio a WhatsApp

Nel caso in cui le conversazioni con il tuo match dovessero andare per il verso giusto e lui ti piacesse, hai tutto il diritto di passare dalla app di turno a WhatsApp, riducendo in un certo senso la “distanza virtuale” tra voi.

Se vuoi dargli (e darti) una possibilità, evita per un po’ di proseguire nella tua ricerca di ulteriori date: le principali app di dating hanno l’orario dell’ultimo accesso, e sarebbe un po’ deprimente (per entrambi) scoprire che mentre state flirtando tra voi, allo stesso tempo lo fate anche con altri/e.  

10. Non cadere in tentazione

O almeno, fallo con la persona giusta. Sulle App di dating online troverai davvero chiunque: dall’ex fidanzato che ti ha lasciata dicendoti che non è capace di innamorarsi, al tuo capo, fino al marito o fidanzato di quella tua amica che da sempre elogia le virtù del suo compagno.

In tutti questi casi, non cedere all’enorme (e comprensibilissima) tentazione di mettere un “mi piace” solo per vedere se scatta o meno il match: già solo il fatto di trovarvi insieme in un ambiente virtuale per conoscere altre persone è fonte di imbarazzo. Evita di aumentarlo ulteriormente con gesti impulsivi di cui potresti pentirti.

Riproduzione riservata