Foto perfette anche in autunno: i consigli degli instagrammer

Credits: Shutterstock

Pioggia, nebbia, colore, movimento, scarsità di luce: scopri i “tips & tricks” per foto perfette anche in autunno

Caro Autunno, come posso ottenere scatti meravigliosi se le tue giornate sono così corte e la tua luce così poca?

Quando torna l'ora solare, le giornate si accorciano, fa buio prima e... i minuti in cui la luce è ottimale per ottenere fotografie "instagrammabili" è sempre meno. È finito il tempo dei mari cristallini, del cielo ceruleo e dei tramonti vermiglii, ma non per questo dobbiamo essere costretti a rinunciare all'effetto "wow" dei nostri scatti. Per tutti gli amanti della fotografia con lo smartphone in autunno il gioco si fa duro... e quindi i duri cominciano a fotografare! 

Nella stagione fredda, bisogna destreggiarsi fra movimenti, riflessi e colori molto diversi rispetto a quelli estivi: per fortuna un valido team di Instagramer, selezionati da Wiko, ci ha spiegato come ottenere scatti brillanti e da copertina con 5 semplici mosse.

Personalità come Ikhals, Bernulia, Zucca Violina, Max Lazzi e Giulio Pugliese (se ancora non li conosci, cercali su Instagram!) ci raccontano come riescono a scattare fotografie sempre accattivanti anche durante le giornate più uggiose e senza materiali professionali.

Dunque, prendete carta e penna: si comincia!

  • 1 PIOGGIA E POZZANGHERE: UN GIOCO DI SPECCHI RIFLESSI

    I consigli di Edoardo Lavagno, aka @ikhals su Instagram

    Pozze e pozzanghere offrono un gioco magico di specchi e riflessi. Le superfici bagnate come quelle dell'asfalto cittadino (il famoso fenomeno dell'acqua-planning) e le pozzanghere vicino ai marciapiedi sono infatti ideali per scattare fotografie dove il paesaggio viene riflesso in modo esattamente speculare. In questa foto, per esempio, il palazzo si riflette sull'asfalto bagnato creando una continuità dell'immagine davvero notevole.

    Certo, le superfici urbane hanno dei riflessi meno marcati rispetto alle pozzanghere, perchè è meno profondo il livello dell'acqua, ma regalano comunque giochi di luce molto interessanti. Un trucchetto? Gira il telefonino al contrario, così l'obbiettivo della fotocamera sarà il più vicino possibile al pelo dell'acqua.

    Assolutamente inutili sono invece le pozzanghere delle strade sterrate: l'acqua è resa torbida da fango e quindi verrà davvero difficile ottenere un riflesso dell'ambiente circostante.

    Un altro consiglio: i vetri bagnati. Le gocce di pioggia, che siano immobili oppure scivolino velocemente verso terra, possono dare delle bellissime sfumature e texture, adatte alla luce un po' cupa e uggiosa dell'autunno. Non resta che fare la danza della pioggia e mettere in pratica quanto appena imparato!

    Attenzione però: tutto ciò può causare mal di schiena e scarpe fradice, ma è un rischio che i veri appassionati saranno disposti a correre...

  • Credits: Wiko
    2 STARE A CASA IS THE NEW "USCIRE" 

    I trucchi di Marta Pavia, aka @zuccaviolina su Instagram

    Quanti non vedono l'ora dell'arrivo dell'Autunno per rintanarsi in casa, infilare le pantofole e bere tè caldo in quantità industriali?
    Dopo tanta pioggia, freddo e umidità niente è accogliente come il calduccio casa propria. Certo, i panorami e landscape non sono quelli della città ma esistono alcuni trucchetti davvero facili e veloci per costruire set casalinghi e ottenere fotografie da rivista.

    Per esempio, sai cos'è il flat-lay? Si tratta di una tecnica di fotografia che si ottiene scattando dall'alto. Nel mondo del food blogging, per esempio, questa tecnica viene utilizzata tantissimo perchè permette una visione più completa di oggetti e colori. 

    Tornando a parlare di autunno... cosa rende magica una foto scattata nel proprio salotto? In primo luogo, un plaid tartan ed, eventualmente, un braccio ricoperto da un maglione di lana o felpone extra-sixe. Il vero spirito autunnale è indossare abiti larghi, colorati e comodi: sicuramente serviranno a dare personalità alla tua foto!

    Poi, ma non meno importanti, le lucine. Sembra una banalità, ma invece sono le uniche in grado di conferire magia e calore alla tua foto...non possono assolutamente mancare.

    Fanno infine la loro figura da palcoscenico tutta quella gamma di prodotti autunnali colorati e stagionali. Zucche, castagne, stecche di cannella, stelline di anice e chiodi di garofano da spargere qua e là sul tavolo. E poi ancora biscottini, confetti, caramelle e tutto quello che può dare l'idea di accogliente e caloroso. Cosa non può mancare assolutamente? Una tazza di tè caldo o una tisana rilassante

  • Credits: Wiko
    3 NEBBIA: NON VEDI A 10 METRI DA TE, MA SCATTERAI FOTOGRAFIE BELLISSIME

    Le tecniche di Max Lazzi, aka @maxlazzi su Instagram

    Certo, non molti la amano. Ma tutti abbiamo imparato a conviverci. Chi abita in Lombardia poi, vi viene inglobato per quasi tutto l'inverno. Quando la nebbia scende fitta e non lascia nessuna speranza di vedere in fondo alla via, i fotografi possono scatenarsi.

    Il punto di ripresa diviene fondamentale: bisogna scegliere un luogo dove i colori siano sgargianti (lo sappiamo, non sempre è facile in città) e, una volta avvistato un luogo ottimale, non lasciarselo scappare diventa un imperativo.

    Il trucco è posizionarsi quanto più lontano dal banco di nebbia. In questo modo, gli oggetti più vicini a te rimarrano ben nitidi e colorati mentre tutto il resto andrà a perdersi e sfumarsi nel marasma uggioso e umido. C'è una sola cosa a cui fare molta attenzione -oltre a non andare a sbattere, ovvimente- e cioè pulire attentamente la fotocamera fra uno scatto e l'altro. È importante che sia ben pulita affinchè il pulviscolo nebbioso e l'umidità non rendano lo scatto sfocato e vano

  • Credits: Wiko
    4 LUCI E OMBRE: INFINITE POSSIBILITÀ

    I suggerimenti di Giulio Pugliese, aka @giuliopugliese su Instagram

    Come si fa a scattare fotografie in modo che la luce colpisca esattamente il punto che desideriamo? Semplice: focalizzare la propria attenzione su tutte le zone di luce, sceglierne una e inquadrarla. Apparirà chiaro (ci scusiamo per il gioco di parole) che tutto quello che si trova al di fuori del nostro punto scelto, andrà velocemente scomparendo nell'ombra. Quello che appare davanti agli occhi sarà la cornice perfetta nella quale inquadrare la scena. Sta a te però saper sfruttare queste cornici naturali!

    Qui viene in dramma dell'Autunno. Le giornate sono corte, la luce scarseggia e spesso quella che poteva essere una foto meravigliosa risulta invece mediocre. Niente paura, bisogna solo fare un po' di pratica con la tecnica del panning. Quando la luminosità è poca catturare i soggetti in movimento diventa complicatissimo. Ma questo tecnica arriva in soccorso per tutti coloro che vogliono fare scatti veloci e dinamici.

    Come funziona il panning? Una volta individuato il soggetto che si vuole ritrarre, occorre inquadrarlo e metterlo a fuoco, poi letteralmente seguirlo nel movimento e nell'inquadratura. Durante questo spostamento è fondamentale avere la mano rigida e soprattutto scattare quante più foto possibili, una dopo l'altra finché il movimento non è finito o non si è ottenuto l'effetto desiderato. Un consiglio? Cerca di anticipare lo spostamento del soggetto!

  • Credits: Wiko
    5 COLORI: MAI SENTITO PARLARE DI FOLIAGE?

    Le opinioni di Giulia Bernardelli, aka @bernulia su Instagram

    Chi ha detto che l'Autunno è grigio? 
    In realtà i colori autunnali sono vivi come quelli estivi; il verde lascia le foglie e cede il posto ad incredibili sfumature gialle, arancione, rosse e marroni. Un bosco autunnale ha un grande fascino e offre degli spunti davvero creativi per scattare fotografie spettacolari.

    Catturare il foliage autunnale non è però sempre facile, bisogna trovare la giusta inquadratura e anche il giusto ambiente: non tutti i viali alberati si prestano a questo tipo di foto naturalistiche!

    Detto ciò, è impossibile non innamorarsi di certe tonalità e per catturarle al meglio è necessario cercare di rendere lo scatto quanto più naturale, non esagerare con i filtri e soprattutto non modificare la foto. Aggiungere colori e filtri in quantità non significa essere bravi fotografi. Una foto bella, è bella al naturale. Certo, un ritocchino lo fanno tutti, ma dalla piccola revisione alla modifica completa ce n'è di strada. Il nostro consiglio è quello di insistere sullo scatto, e non sulle modifiche.

    Ora hai tutti gli strumenti e consigli per rendere i tuoi scatti autunnali a prova di like, non ti resta che attendere il giorno giusto e provarli tutti!

Riproduzione riservata