App per viaggio: le 10 migliori del 2019 da scaricare

Credits: Shutterstock

Come organizzare il tuo viaggio, trovare le offerte migliori, cosa vedere con un semplice click! 

App Viaggio Migliori

Quando si viaggia gli imprevisti certo non mancano mai. Un volo cancellato, un treno in ritardo, un hotel che non si trova e poi così tanti luoghi da visitare e ristoranti dove mangiare che, spesso e volentieri, non si ha proprio idea di cosa fare per risparmiare tempo e come fare, nel contempo, la scelta giusta.

Tablet e Smartphone possono di fatto risultare i più fedeli compagni di viaggio di chi si lancia all’avventura ma anche di chi, prima della partenza, non ha proprio pensato a tutto. Ormai il mondo delle App offre numerose soluzioni che aiutano i viaggiatori di tutto il mondo a districarsi tra costi e imprevisti tipici delle vacanze e a rendere un po’ meno complicato il rapporto con il mondo.

Un modo per scoprirne sempre di nuove è tenere d'occhio le segnalazioni dei travel blogger di Instagram, che potrebbero dare preziosi consigli, ma, prima che vi avventuriate nei social, anche noi abbiamo qualche app da suggerirvi!

Ma come districarsi tra le mille proposte? Ecco la selezione delle 10 migliori App.

Leggi anche: Le più belle frasi sul viaggio

1. App per prenotare voli e aerei

Come si fa a scegliere tra le molteplici proposte di voli che sembrano economici ma di cui non si è proprio così sicure? O è meglio prenotare direttamente dal sito della compagnia aerea? Volagratis risolve tutti i dubbi. Pioniere dei motori di ricerca per voli, permette di comparare compagnie aeree tradizionali e low cost e suggerire le soluzioni di viaggio più convenienti. Anche per chi vuole optare per un pacchetto vacanza, è una soluzione molto conveniente, consentendo di risparmiare fino al 30%.

2. App per gestire le spese di viaggio

Quando si viaggia in gruppo spesso è complicato pagare ognuno per sé. È più facile raccogliere i soldi per le spese comuni per evitare perdite di tempo ed estenuanti conteggi. Ma è sempre complicato trovare un volontario che si prenda la responsabilità di raccogliere e gestire i soldi di tutti per poi rendere conto alla fine del viaggio. Tinaba è una App per i pagamenti digitali che permette di trasferire e aggregare denaro senza costi di commissione. Nella sezione dedicata “We” si può infatti aprire una cassa comune su cui caricare la quota stabilita, accedendovi con facilità e senza errori di conteggi. Se avanza qualcosa, Tinaba restituisce in automatico le quote in proporzione al numero di partecipanti.

3. App per viaggiare in camper

Con questa App è possibile viaggiare in camper senza acquistarlo né noleggiarlo. Yescapa, infatti, mette in contatto chi possiede un camper ma non lo usa nel periodo di riferimento, e chi invece lo vuole usare ma senza sobbarcarsi la spesa dell’acquisto, anche solo per provare l’esperienza. La condivisione ha una durata massima di 30 giorni, con tanto di protezione assicurativa e costi assolutamente abbordabili.

4. App per trovare il mezzo di trasporto migliore

Per chi vuole viaggiare all’avventura (nel vero senso della parola) e condividere le esperienze… ecco che Virail permette di comparare i diversi mezzi di trasporto a disposizione, non fermandosi a treni e ad aerei, ma dando anche l’opzione di autobus e car sharing, permettendo così di risparmiare e divertirsi facendo amicizia.

5. App per pianificare il viaggio

Con Lastminute è possibile avere una vacanza completamente organizzata e senza pensieri. Si possono infatti trovare le migliori offerte volo + hotel inserendo solamente l’aeroporto di partenza, la destinazione e le data di partenza e ritorno. Il tutto con un occhio di riguardo al portafoglio.

Potrebbe interessarti anche: Le app per risparmiare e gestire le tue spese

6. App per creare gli itinerari di viaggio

Si parte sempre con un plico di fogli stampati con tutte le informazioni del viaggio che si sta per affrontare ma con il rischio di perdere tutto e ritrovarsi senza un itinerario perfettamente organizzato. Google Trips è un’app che raccoglie tutte le informazioni di viaggio da Gmail e le organizza automaticamente. Propone anche itinerari con suggerimenti ad hoc, raccogliendo 200 città del mondo, con gli itinerari migliori per visitarle, assemblando automaticamente attrazioni popolari, must cittadini, tour storici e tematici. Funziona anche offline senza quindi doversi preoccupare di trovare una connessione Wi-Fi o di dover spendere una fortuna.

7. App per viaggiare sicure

Spesso e volentieri si affrontano viaggi da soli senza una vera e propria guida turistica che indichi i luoghi più pericolosi da cui tenersi alla larga. Geosure è un’app dedicata proprio alla sicurezza che, in base alla posizione, fornisce un punteggio tenendo conto dei rischi per la salute, eventuali problemi politici, minacce ambientali, rischi alimentari e anche informazioni utili sulla possibilità di furti e aggressioni. Uno strumento utile per viaggiare più serene. Prima di partire scopriamo comunque quali sono le mete più sicure per viaggiare da sole ed eventualmente segnialiamo la nostra posizione sul sito ufficiale del Ministero della Farnesina Dove siamo nel mondo.

8. App per avere le mappe offline

Tramite la App Maps.Me è possibile scaricare le mappe del paese di destinazione prima di partire e consultarle offline una volta arrivate, evitando i costi del roaming. Si può quindi trovare la strada per l’hotel, per il ristorante che è stato suggerito o anche per le spiagge e le attrazioni che interessano.

9. App per trovare location non turistiche

Ecco che essere a Barcellona, New York, Parigi, Lisbona...non sarà più un viaggio convenzionale e super turistico. Grazie ai suggerimenti dei "locals", infatti, si saprà esattamente cosa fare e cosa vedere uscendo dai soliti sentieri battuti da tutti gli altri turisti. Una app adatta a chi è alla costante ricerca di nuovi posti alla moda nei quartieri emergenti.

Leggi anche: Turismo responsabile, il Principe Harry lancia Travalyst

10. App per trovare medicine in viaggio

Quante volte si parte dimenticando a casa proprio quell’unico medicinale di cui poi si ha bisogno. E come fare per trovarlo anche nella città in cui si è, soprattutto se la lingua è uno scoglio che sembra al momento insormontabile? Trova la mia Medicina permette a chi viaggia di trovare il nome di più di 4.000 farmaci nel Paese in cui ci si trova: dall’Inghilterra agli Stati Uniti, per passare dalla Francia, Germania, Spagna e Polonia.


Riproduzione riservata