Meravigliosa Italia: 10 motivi per cui il nostro è un Paese bellissimo

Credits: Shutterstock

Dal mare alla montagna, dai musei ai borghi antichi passando per la buona tavola: alla scoperta di ciò che rende l'Italia uno dei posti più belli al mondo. Da godersi in 50 splendide foto.

Quando ci prende la voglia di partire, puntiamo lo sguardo sempre verso terre straniere e mete esotiche, dimenticando il nostro Paese. Meta di milioni di turisti stranieri ogni anno, l'Italia è invece una nazione stupefacente: ricca di storia, di biodiversità, di sapori e panorami mozzafiato che possono regalare infinite emozioni.

Non ne sei convinta? Ecco 10 motivi per cui l'Italia è un paese bellissimo, uno dei più spettacolari al mondo.

1. Siti Unesco italiani: patrimonio record

Insieme alla Cina, l'Italia è il Paese con il numero record di siti patrimoni dell'umanità dell'Unesco. Al 2019 sono 55 i beni in lista e altri 41 sono candidati. Tra questi ci sono i Sassi e il parco delle chiese rupestri di Matera, la città di Ferrara, le Cinque Terre in Liguria, le incisioni rupestri della Val Camonica.

Ai siti fisici, si aggiunge il patrimonio immateriale. Tra i 549 elementi selezionati in 127 Paesi del mondo, l'Italia ne ha iscritti 12. Tra questi ci sono l'opera dei Pupi siciliani, il canto a tenore sardo, l'arte del "pizzaiuolo" napoletano e quella dei muretti a secco, insieme alla transumanza e all'alpinismo.

2. Cibo, che passione!

Poeti, santi e navigatori, ma anche gastronomi, chef e golosi: questa è l'Italia che ci piace e affascina il mondo intero. Un Paese dalla grande tradizione culinaria e dal grande patrimonio di sapori e materie prime. Grazie all'incredibile biodiversità che contraddistingue il nostro territorio, è possibile mangiare decine di versioni di uno stesso piatto in una stessa regione, ma non solo. Pensiamo alla pizza, alle sue centinaia di ricette e agli esperimenti che i pizzaioli fanno ogni giorno su questi dischi di pasta. Solo questo piatto attira milioni di visitatori ogni anno sul nostro territorio!

3. Borghi antichi: tesori da salvare

Viene chiama "Italia minore", ma quella dei borghi è una piccola nazione nella nazione. Il fascino dei 279 centri riuniti nella selezione de I Borghi più belli d'Italia rappresenta un tentativo di costruire un atlante della bellezza periferica, dei luoghi in cui la qualità della vita è ancor altissima. Qui pulsano, vive, tradizioni gastronomiche, tesori archeologici, ospitalità. Basta un fine settimana per rigenerarsi e rigenerare territori poco battuti. Una chicca per gli amanti del turismo responsabile.

4. Biodiversità del territorio e parchi naturali

Cascate, isole, laghi, montagne, colline, pianure... ma anche animali e specie vegetali. L'Italia è uno scrigno di biodiversità, che si legge anche a tavola, nei dialetti e negli itinerari vacanzieri. Con i suoi 301.338 chilometri quadrati, il nostro Paese è in grado di offrire viaggi sempre diversi.

C'è posto per gli amanti della montagna e del mare, per chi cerca il lago o il deserto, per chi ama la collina o le pianure. Inoltre, la fauna e la flora italiane sono ricchissime, grazie anche all'opera di tutela e conservazione dei 24 parchi nazionali sparsi per tutto lo stivale.

5. Trekking, specialità italiana

Da Nord a Sud, l'Italia offre tantissimi percorsi per gli appassionati di trekking. Le lunghe e lente camminate in mezzo alla natura sembrano esser state concepite sul nostro territorio. In passato questi lunghi cammini potevano esser motivati dalla religione o dal lavoro, come nel caso della transumanza. Ma oggi i turisti di tutto il mondo vengono nel Belpaese per percorrere piste suggestive come la Strada delle 52 gallerie al Pasubio, in Veneto, o il Sentiero dell'Acqua e della Pietra, in Puglia, o il Sentiero degli Dei, in Campania.

Credits: Shutterstock

Lago di Misurina - Belluno - Veneto

Credits: Shutterstock

Faraglioni di Capri - Napoli- Campania

Credits: Shutterstock

Basilica di Assisi - Perugia - Umbria

Credits: Shutterstock

Monte Seceda - Bolzano - Trentino Alto Adige

Credits: Shutterstock

Spiaggia della Pelosa - Sassari - Sardegna

Credits: Shutterstock

Torre Garisenda e torre degli Asinelli - Bologna - Emilia Romagna

Credits: Shutterstock

Piana di Campo Imperatore - L'Aquila - Abruzzo

Credits: Shutterstock

Eremo di Santa Maria Infra Saxa a Genga - Ancona - Marche

Credits: Shutterstock

Castello di Sammezzano a Reggello - Firenze - Toscana

Credits: Shutterstock

Manarola, Cinque Terre - La Spezia - Liguria

Credits: Shutterstock

Monte Santo di Lussari, Tarvisio - Udine - Friuli Venezia Giulia

Credits: Shutterstock

Sassi e torrente Gravina - Matera - Basilicata

Credits: Shutterstock

Piazza dei Miracoli e torre di Pisa - Pisa - Toscana

Credits: Shutterstock

Vigneti nelle Langhe - Alba - Piemonte

Credits: Shutterstock

Isola della Giudecca - Venezia - Veneto

Credits: Shutterstock

Gole dell'Alcantara - Messina - Sicilia

Credits: Shutterstock

Piana di Castelluccio di Norcia e Monti Sibillini - Perugia- Umbria

Credits: Shutterstock

Civita di Bagnoregio - Viterbo - Lazio

Credits: Shutterstock

Trevi - Perugia - Umbria

Credits: Shutterstock

Naviglio Grande - Milano - Lombardia

Credits: Shutterstock

Colosseo - Roma - Lazio

Credits: Shutterstock

Spiaggia rosa di Budelli - Arcipelago della Maddalena - Sardegna

Credits: Shutterstock

Parco della reggia reale - Caserta - Campania

Credits: Shutterstock

Lago di Resia - Bolzano - Trentino Alto Adige

Credits: Shutterstock

Isola di Lipari nell'arcipelago delle Eolie - Messina - Sicilia

Credits: Shutterstock

Ponte Gobbo di Bobbio - Piacenza - Emilia Romagna

Credits: Shutterstock

Isola di Burano - Venezia - Veneto

Credits: Shutterstock

Montepulciano - Siena - Toscana

Credits: Shutterstock

Monte Cervino e lago Blu in Valtournenche - Aosta - Valle d'Aosta

Credits: Shutterstock

Tropea - Vibo Valentia - Calabria

Credits: Shutterstock

Parco del Conero - Ancona - Marche

Credits: Shutterstock

Piazza Duomo - Milano - Lombardia

Credits: Shutterstock

Teatro antico di Taormina - Messina - Sicilia

Credits: Shutterstock

Colline della Val d'Orcia - Siena - Toscana

Credits: Shutterstock

Faraglioni di Torre Dell'Orso in Salento - Otranto - Puglia

Credits: Shutterstock

Lago di Carezza - Bolzano - Trentino Alto Adige

Credits: Shutterstock

Canal Grande e ponte di Rialto - Venezia - Veneto

Credits: Shutterstock

Trulli di Alberobello - Bari - Puglia

Credits: Shutterstock

La spiaggia di Termoli - Campobasso - Molise

Credits: Shutterstock

Fontana Pretoria a Palermo - Palermo - Sicilia

Credits: Shutterstock

Foro romano - Roma - Lazio

Credits: Shutterstock

Ganal Grande di Trieste - Trieste - Friuli Venezia Giulia

Credits: Shutterstock

Positano, Costiera Amalfitana - Salerno - Campania

Credits: Shutterstock

Piazza di Spagna e scalinata di Trinità dei Monti - Roma - Lazio

Credits: Shutterstock

Giardini di Villa d'Este a Tivoli - Roma - Lazio

Credits: Shutterstock

Porticciolo di Forio sull'isola di Ischia - Napoli - Campania

Credits: Shutterstock

Tonnara dello Scopello - Trapani - Sicilia

Credits: Shutterstock

Santa Maddalena in Val di Funes - Bolzano - Trentino Alto Adige

Credits: Shutterstock

Veduta sul Golfo di Napoli e Vesuvio - Napoli - Campania

Credits: Shutterstock

Piazza San Pietro - Roma - Lazio

Foto

6. Mare e... spiagge

In Italia ci sono oltre 8.000 chilometri di coste. La regione con più superficie a contatto col mare è la Sardegna, con 1.849 chilometri, seguita da Sicilia (1.500 chilometri) e Puglia (829 chilometri). Nelle acque cristalline del mar Ionio, del mar Adriatico e del Tirreno si trova una buona parte della bellezza che rende unico il nostro Paese. Il mare fa bene al corpo e alla mente, ci rende più belle e felici, parola di scienziati. Dunque perché non approfittarne?

7. Piccoli deserti made in Italy

In una stessa regione italiana possono convivere montagna, pianura, collina e mare. Talvolta anche un deserto! Succede in Toscana, provincia di Siena, e ad Arbus, in Sardegna. Si tratta di piccole zone, ma estremamente suggestive.

Il deserto di Accona, nell'area delle Crete Senesi, faceva parte del mar Tirreno nel Pilocene. Dopo il ritiro delle acque sono rimaste argilla, salgemma e gesso. Percorrere questo territorio può assomigliare al fare una passeggiata sulla Luna. Il deserto di Piscinas si estende per circa cinque chilometri quadrati. Ha le dune di sabbia più alte d'Europa, che dalla costa si estendono verso l’interno per chilometri.

8. Tutti in montagna!

Una gran parte dell'Italia è occupata da catene montuose. Non tutti i picchi sono innevati, ma possiamo soddisfare la nostra voglia di altitudine in ben 19 regioni su 21, attraversate dalle Alpi o dagli Appennini. In più tra le cime si sviluppano culture preziose, salvaguardate dagli abitanti dei comuni montani che oggi più che mai tentano di difendersi dal fenomeno dello spopolamento. Grazie alla qualità ambientale e alla speciale ospitalità, qui si può vivere davvero l'opportunità di rigenerarsi.

9. Siti archeologici

C'è la natura, il cibo, i borghi... ma l'Italia è fatta anche e soprattutto di storia. Basti pensare che la nostra Capitale è costruita per lo più sulle antiche rovine dell'Impero Romano, e città come Pompei ed Ercolano sono famose in tutto il mondo. Ma i siti archeologici italiani ci raccontano anche del popolo degli Etruschi e dei Greci.

Assistere a uno spettacolo all'arena di Verona o nel teatro di Siracusa è un'esperienza imperdibile! Ogni capitello, ogni lastra, ogni statua ha una storia da raccontare. Il viaggio italiano per un appassionato di archeologia può non finire mai!

10. Musei e chiese

Tra i musei più celebri al mondo, molti sono italiani. Il Museo Egizio di Torino è il più importante al mondo nel suo genere (dopo, ovviamente, quello del Cairo), ma l'industria museale attira in Italia migliaia di turisti. Basti pensare alle code agli Uffizi o ai Musei Vaticani

Accanto ai musei, non possiamo dimenticare le bellezze architettoniche e il patrimonio artistico oggi custodito nelle chiese italiane. I più famosi: il Duomo di Milano, la Basilica di San Pietro a Roma e il Duomo di Firenze.

Riproduzione riservata