Di corsa nel Chianti Classico

Credits: Sara Fontani
8 8

Di corsa nel Chianti Classico. Ogni occasione è buona per una breve fuga nelle Terre di Siena. Una pausa primaverile in bilico tra cultura, buon cibo e buon vino o anche solo per il piacere di rifarsi gli occhi di fronte all'infinita bellezza della campagna toscana.

Tre giorni di corsa sono l'ideale per entrare nel vivo del Chianti Classico. Partendo da Castelnuovo Berardenga, attraverso sentieri sterrati che costeggiano filari di vite e di ulivi, si arriva al borgo medioevale di San Gusmè, arroccato su un colle a dominare la vallata che arriva fino a Siena.

E ancora di corsa in quel paesaggio da cartolina che arriva fino alla Val d'Orcia - o Passeggiando per Cantine, un evento che si svolge in queste zone ogni anno nel periodo autunnale - per andare alla scoperta delle antiche tenute agricole dove viene etichettato il rinomato vino DOCG.

Punto di partenza e di arrivo per un weekend nel Chianti Classico, Relais Castel Monastero è un borgo del 1100 trasformato in affascinante hotel, un luogo senza tempo che vale la pena di essere visitato anche solo per ammirare con quanta cura e attenzione è stato restaurato e riportato al suo splendore medioevale.

Per gli amanti del benessere, l'hotel offre una Spa con trattamenti dimagranti e programmi detossinanti specificatamente studiati.

/5
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te