Figli adolescenti e pornografia in rete: come comportarsi

Credits: Corbis
1 4

Può aver fatto tutto da solo o seguito l’esempio dei compagni. Comunque sia, scoprire che il “cucciolo di casa” ha visitato qualche sito vietato ai minori, ammettiamolo, è uno shock.

«La curiosità per il sesso, a partire dalle medie, è normalissima» esordisce Alberto Pellai, psicoterapeuta dell’età evolutiva. «Il punto è che, oggi, è facile accedere a immagini molto forti, scene estreme che turberebbero un quarantenne, figuriamoci un ragazzino. Tocca a noi genitori parlarne e dare ai figli strumenti e regole per evitare che la loro “educazione all’affettività” si formi a partire proprio da questi video». Ecco come.

/5

Un ragazzino delle medie su due ha già visto video hot. Ma punirlo, dicono gli esperti, sarebbe inutile. Ecco come affrontare l’argomento

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te