Speciale

Back to school: 5 consigli per rendere più sereno l’inizio della scuola

Credits: Shutterstock

Come trasformare il ritorno a scuola in un momento positivo cominciando dalle piccole cose da fare tutti insieme in famiglia

La fine delle vacanze segna l'inizio di un nuovo anno scolastico e quindi il rientro a scuola. Dopo più di tre mesi di vacanze, i genitori si illudono che i propri figli vogliano rivedere i compagni di classe e gli amici di sempre.

Ma non è propriamente così: quasi per tutti i bambini, infatti, il back to school è destabilizzante. Per entrare nel mood dei più piccoli, è sufficiente fare un salto all'indietro, alla propria infanzia. Operazione che non sempre i genitori si ricordano di fare.

Per questo occorrere addolcire un po' questo rientro: non è così difficile e, per farlo, basta cambiare qualche abitudine quotidiana introducendo piccoli rituali piacevoli. 

Le parole chiave: natura, benessere e calma

È molto importante mantenere saldo il legame con la natura che si instaura tipicamente nella stagione estiva. I bambini trovano calma, relax e serenità nel contatto con gli elementi naturali e, anche in città, è possibile continuare a coltivare quest'ottima abitudine. Grazie alle pause relax e ai momenti condivisi in famiglia, i piccoli studenti potranno iniziare la scuola con il sorriso.

Quindi, la prima cosa da fare è non riempire l'agenda dei bambini con mille impegni extra-scolastici, ma dedicare i momenti pre- e post-scuola a delle attività da fare insieme alla famiglia.

Piccole abitudini quotidiane: una colazione golosa

È più facile iniziare la giornata con il sorriso se si procede con calma e godendosi una golosa prima colazione tutti insieme. Perché ciò sia possibile, è necessario puntare la sveglia della famiglia un po' prima del consueto e preparare una colazione speciale, sempre diversa e ricca di cibi che riportino alla vacanza. Per esempio, è consigliabile non ricadere sempre sul solito latte con i biscotti ma tentare anche colazioni salate, frutta fresca, succhi colorati autoprodotti con l'aiuto di una centrifuga o di un estrattore.

Peraltro, grazie a un'alimentazione ricca di vitamine e minerali e a una prima colazione sana e abbondante, i bambini avranno anche una maggiore energia sia fisica, sia intellettuale. Nonché un sistema immunitario più forte e resistente ai primi virus.

Mantenere il contatto con la natura: il gioco libero all'aperto

Le vacanze e l'estate favoriscono sempre un maggior contatto con la natura, la terra e gli animali. I bambini trascorrono più tempo all'aperto, liberi e felici.

Con l'inizio della scuola, iniziano le ore seduti al banco intervallate solo dalle pause in cortile (per i più fortunati). Dunque, è importante mantenere il gioco libero all'aperto dopo la scuola.

Per contatto con la natura, si intende anche fare una corsa nel prato, un salto nelle pozzanghere, un'arrampicata improvvisata su un albero al parco. L'importante è che si tratti di gioco in libertà, senza vincoli né obblighi.

E se il tempo inizia a essere inclemente, è bello sfruttare anche il divertimento della pioggia. Basteranno pratici e colorati stivali in gomma, una mantella e vestiti a prova di fango.

La terapia del giardinaggio

Con l'esordio dell'autunno e con l'inizio della scuola, si possono coinvolgere i bambini in attività rilassanti e nuove da fare con mamma e papà. E, spesso, senza nemmeno allontanarsi dal terrazzo o dal davanzale di casa.

Per esempio, l'inizio dell'anno scolastico può diventare il momento ideale per dedicarsi all'orto e al giardino rinnovare le piante, gettando quelle non sopravvissute all'estate, cambiando i vasi e facendo piantare nuovi semi proprio ai bambini. La scelta è ampia, anche con l'esordio dei primi "freddi".

Il giardinaggio rilassa, rasserena e aiuta a far emergere emozioni che magari rischiano di restare chiuse, proprio con l'inizio di un nuovo percorso scolastico.

L'acquisto del materiale scolastico

Sono piuttosto lontani, purtroppo, i tempi in cui tutti i bambini si emozionavano nel momento dell'acquisto del nuovo materiale scolastico. Ma, fortunatamente, questo catartico passaggio e la sua gioia, permangono in parte ancora oggi per la maggior parte dei bimbi.

Quindi, una delle gioie del rientro a scuola, è la missione "materiale scolastico" da eseguire tassativamente insieme a mamma o papà, o con entrambi, per fare rifornimento con calma e per scegliere i colori e i disegni preferiti.

Per risparmiare, è consigliabile iniziare gli acquisti un pochino prima dell'inizio della scuola.

Dormire bene e riposare

Per quanto si possa rendere più dolce e piacevole il rientro a scuola dei bambini, spesso i piccoli sono comunque più nervosi del solito all'inizio dell'anno scolastico. A maggior ragione se si comincia un nuovo ciclo di studi (per esempio, si passa dalla scuola primaria alla scuola secondaria).

Per aiutare i bambini a ritrovare la calma e un buon sonno (spesso, infatti, l'inizio della scuola può portare insonnia ai bimbi più emotivi), si può puntare sui rimedi dolci.

Tra questi ultimi, troviamo gli infusi di camomilla, lavanda, melissa e tiglio. Perfette per bambini (e mamme ansiose), queste tisane sono ottime nel gusto (se dolcificate con un cucchiaino di miele) e conciliano il relax, calmando anche eventuali mal di pancia psicosomatici da rientro a scuola.

Riproduzione riservata