Figli: lasciamoli fare da soli

Credits: Corbis
1 4

Un po’ dipende da noi: desideriamo che i nostri bambini non conoscano frustrazioni. Un po’ siamo bersagliati: come resistere al cucchiaio ergonomico o alle scarpe con il velcro? «Invece sarebbe l’ora di mettere un freno» esordisce Manuela Trinci, psicoterapeuta infantile che, con il pediatra Paolo Sarti, ha scritto La giusta fatica di crescere (Feltrinelli).

«Se ai bambini vengono sottratte di continuo le difficoltà dell’impegno e dell’esperienza sul campo, anche quella banale di allacciarsi le scarpe, insieme agli ostacoli togliamo loro la speranza: quella di farcela. La gran parte dei nostri figli vive in una bolla di protezione e questo, oltre a produrre un rallentamento sul piano cognitivo, non favorisce doti come la creatività, cioè la capacità di trovare soluzioni personali a un problema, e l’empatia, il sapersi mettere nei panni degli altri».

Con Manuela Trinci, ecco tre classiche fatiche di cui i  genitori tendono a farsi carico anche quando i figli crescono. E come cambiare rotta.

/5

Scarpe senza lacci, cerniere al posto dei bottoni... Genitori, attenti! Facilitare troppo la vita ai nostri bambini li rende meno creativi. E più introversi

Un "no" detto nel momento giusto, con razionalità e coerenza aiuta il  bambino a rafforzare la propria personalità

Liberiamoci dall'ansia tipica delle mamme iper-protettive!

Praticare uno sport in linea con la propria personalità favorisce, nel bambino, la costanza e la voglia di impegnarsi maggiormente

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te