Enuresi notturna nei bambini: cosa fare

  • 1 4
    Credits: Shutterstock

    Quando è normale e non deve preoccupare
    Può essere colpa della vescica che si sviluppa in maniera più lenta, dal sonno molto profondo, da una situazione di ansia e stress, familiarità o anche da un problema ormonale. L'enuresi notturna può avere una o più cause fra queste.
    Per capire quale sia bisogna analizzare ogni singolo caso. Se per esempio il tuo bambino non ha mai bagnato il letto ma comincia a farlo all'improvviso le cause possono essere sia fisiologiche che emotive. Puoi pensare a un'infezione delle vie urinarie o a un episodio che lo ha scosso o stressato. Quindi sarebbe utile parlarne con il pediatra nel caso in cui si presenti come fenomeno improvviso.
    Se invece accade spesso, si tratta semplicemente di enuresi notturna e, probabilmente, dopo aver parlato con il tuo pediatra scoprirai che non c'è nulla di cui preoccuparsi ma puoi fare qualcosa per arginare il problema.
    Ecco cosa fare...

  • 2 4
    Credits: Shutterstock

    Fa la pipì a letto: cosa devi fare?
    La parola d'ordine è calma! Non sgridarlo. Mai. Ma piuttosto rassicuralo perché non lo ha sicuramente fatto apposta. Cerca di mantenere un atteggiamento discreto evitando di raccontare il problema ad amici e parenti che potrebbero non capire prendendolo in giro e peggiorando la situazione.
    Insomma, cerca assolutamente di farlo sentire al sicuro e di ridurre qualsiasi situazione che possa provocargli ansia o stress.
    E nella pratica, cosa puoi fare? È importante ridurre la quantità di liquidi assunti la sera prima di andare a dormire. Soprattutto andrebbero evitate le bevande eccitanti come il tè o la coca cola. Una nota importante è questa: resisti ogni volta che ti viene l'impulso di rimettergli il pannolino di notte!

  • 3 4
    Credits: Shutterstock

    Come pulire lenzuola e materasso dalla pipì
    Se non hai usato traversine usa e getta o una copertura plastica per proteggere il materasso, devi assicurarti di togliere l'odore di urina sia dalle lenzuola e che da tutto quello che esse coprono.
    Per le lenzuola basterà aggiungere un bicchiere di aceto bianco in lavatrice e tutti i cattivi odori andranno via.
    Per pulire i materassi invece un'ottima alleata è l'acqua ossigenata.
    Dovrai prima tamponare e asciugare il materasso con un asciugamano, ma senza strofinare. Ora imbevi di acqua ossigenata tutta l'area sporca e lasciala agire per qualche minuto. Dopodiché asciuga di nuovo con un asciugamano e fallo arieggiare.
    Quando sarà completamente asciutto, cospargi il tutto di bicarbonato, lascialo agire per circa 24 ore e poi rimuovilo con l'aspirapolvere.

  • 4 4
    Credits: Shutterstock

    Se va a dormire a casa di un amichetto
    Quando i bambini sono molto piccoli, fino ai 4-5 anni, il problema non si pone, ma dopo potrebbe accadere che voglia partecipare a qualche pigiama party.
    Cerca di tranquillizzarlo e di metterlo nelle condizioni di non cambiare la sua vita per questo piccolo problemino: se ha voglia di dormire con un amichetto deve solo ricordarsi quello che fa a casa e magari portarsi appresso qualche cambio in più e delle traversine assorbenti usa e getta.
    Sarebbe, ovviamente, il caso, di avvisare gli adulti che saranno con lui dicendo loro di intervenire il meno possibile per non creare imbarazzo.

/5

Se tuo figlio bagna il letto niente drammi: fino ai 6 anni può capitare. Se invece il problema si presenta all'improvviso può trattarsi di un campanello d'allarme da non sottovalutare

Cos'è l'enuresi notturna? Se tuo figlio bagna il letto anche dopo aver tolto il pannolino di giorno, non farne un dramma. Devi sapere che l'apparato urinario giunge a maturazione completa intorno ai 6 anni. Per questo molti bambini non sono in grado di controllarsi e non devi preoccuparti in modo particolare soprattutto, come già detto, fino ai 6 anni, età in cui, generalmente l'enuresi notturna - questo è il nome tecnico dell'incapacità di avvertire lo stimolo di urinare durante la notte - si risolve da sola diventando solo un ricordo.
In ogni caso, in termini pratici, sicuramente quando il bambino fa la pipì a letto, diventa un momento stressante sia per i genitori (soprattutto d'inverno) che per il bambino che può vergognarsi ma anche sentirsi incapace di fare una cosa così semplice come trattenere la pipì.
Cosa puoi fare? Scopri qualcosa in più sull'enuresi notturna per capire come comportarti.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te