In estate è davvero fondamentale stare attenti a ciò che mangiamo: gli alimenti che portiamo in

In estate è davvero fondamentale stare attenti a ciò che mangiamo: gli alimenti che portiamo in tavola possono diventare preziosissimi alleati per affrontare il caldo.
Questo vale più che mai per i bambini che, essendo sempre in movimento, hanno un bisogno incredibile di fare il pieno di energia e vitamine e di reintegrare liquidi e sali minerali.
Madre natura come sempre ci viene in aiuto e ci mette a disposizione tutto quello di cui abbiamo bisogno per combattere le temperature più elevate in modo sano, ma anche goloso.
Basta infatti imparare qualche trucco e portare in cucina un pizzico di fantasia per aiutare i più piccoli a conoscere i sapori dell’estate, abituandoli così a un’alimentazione buona e sana, in modo divertente e coinvolgente!

Abbiamo chiesto Federica Fiocchetti – ex concorrente di Masterchef e food blogger su “Sforno & Torno”, nonché mamma di due bambini – qualche trucco per proporre ai propri figli gli alimenti più sani, creando così un menù estivo goloso e pieno di sapori nuovi!
Esistono infatti davvero molti trucchi e semplici preparazioni - nelle quali coinvolgere anche i piccoli chef di casa – che consentono di offrire cibi freschi e salutari in modo appetitoso e divertente ai bambini, che sono attratti da forme e colori più che da ogni altra cosa.
Sfoglia la gallery e annota con noi tutti gli spunti di Federica Fiocchetti, per portare in tavola i sapori più sani dell’estate in modo fantasioso e a prova di bambino!

I cibi più sani dell’estate? Ecco come proporli ai bambini

D’estate è più che mai importante fare il pieno di vitamine! Ecco come proporre ai bambini un’alimentazione sana e variegata in modo appetitoso e divertente

Educare i bambini ad un’alimentazione sana e a sperimentare - giocando con il gusto e l’olfatto - e accompagnarli così alla scoperta di profumi e sapori è un compito importantissimo che può trasformarsi anche in un’esperienza ludica meravigliosa!
Abbiamo chiesto a Federica Fiocchetti – ex concorrente di Masterchef e food blogger – come aiutare i più piccoli ad avere un approccio positivo a tavola, grazie a una preparazione più divertente e appetitosa di cibi sani.
“Coinvolgere i bambini nelle preparazioni è sicuramente un primo e deciso passo verso la buona tavola e la sperimentazione. – Ci spiega innanzitutto Federica, che continua – Durante Expo mi è capitato di tenere dei corsi il cui scopo era proprio quello di insegnare ai bimbi un modo divertente per mangiare sano e, nella stragrande maggioranza dei casi, ho notato che il solo fatto di aver contribuito alla creazione di un piatto lo rendeva immediatamente più appetitoso. Posso dire quindi che un piccolo chef sarà sicuramente più stimolato a sperimentare perché incuriosito da qualcosa che ha potuto preparare con le proprie manine e spesso si ritroverà ad assaggiare (e a riscoprire) il sapore di alimenti che prima sosteneva di non gradire.”

Introdurre i cibi più sani, come la frutta e la verdura, può diventare quindi un gioco davvero divertente da fare insieme.
Attenzione però: perché questi alimenti siano effettivamente sani è fondamentale saperli innanzitutto scegliere in modo adeguato.
“Sarebbe sempre opportuno orientarsi su frutta e verdura di stagione, acquistate da produttori biologici. – Ci spiega infatti Federica Fiocchetti – Quando però questo non è possibile e bisogna operare una scelta, spesso dettata dai costi più elevati del prodotto o da una reperibilità più difficoltosa, consiglio sempre di dare la precedenza a quelle categorie di frutti o ortaggi che si devono consumare esattamente come sono, senza essere sbucciate, come l’insalata o le ciliegie. Questo perché la buccia è di per sé una protezione per l’ortaggio o il frutto, come accade ad esempio con il melone, che quindi resta preservato dal contatto con eventuali sostanze, come i pesticidi, utilizzate in alcune produzioni non biologiche.”

Scegliere bene per mangiare bene quindi, perché prestare attenzione a ciò che mettiamo nel piatto dei nostri bambini è fondamentale per la loro salute e per la loro formazione a tavola.
Sfoglia la gallery per trovare le idee più gustose per una cucina sana, ma golosa!

Cereali e erbe: fonti alternative meravigliose!

I bambini, si sa, amano molto la pasta. Ogni tanto però sarebbe importante indirizzare l’alimentazione del proprio piccolo verso ingredienti più salutari e variare il menù abituale, inserendovi ad esempio erbe particolari o cereali.
Soprattutto d’estate infatti questi alimenti possono offrire un apporto nutritivo completo e rappresentare delle valide alternative al classico primo piatto, ma non solo!

“Personalmente amo molto la quinoa perché è proteica e senza glutine. Le mamme ad esempio che cercano di tanto in tanto alternative alla carne o al pesce, magari perché il piccolo non li ama particolarmente, possono offrire quinoa e legumi. Questo è decisamente un bel trucchetto per dare al bambino proteine mascherate da primo piatto! - Ci spiega Federica Fiocchetti, che continua – Poi esistono tantissimi tipi di riso, dagli integrali al riso venere, con cui si può giocare e inventare, il cous cous e il bulgur, un grano antico spezzato davvero squisito.”
Tutti questi alimenti in chicchi sono molto versatili e possono essere utilizzati per cucinare primi piatti fantasiosi, in cui magari coinvolgere i bambini.
Il metodo di preparazione di base è sempre lo stesso: si fanno bollire per 30-40 minuti circa e non necessitano di particolari lavorazioni. Una volta scolati si possono conservare “bianchi” in frigorifero, per poi essere conditi al momento in cui si decide di consumarli, il che è decisamente molto comodo!
Ovviamente questi alimenti sono particolarmente adatti anche per i pranzi in spiaggia o per i pic-nic che caratterizzano la bella stagione: non scuociono e non perdono le loro proprietà nutritive se cucinati in anticipo.

“Si può pensare a preparazioni di classiche insalate con sapori mediterranei, tipici della nostra terra, come olive e pomodorini oppure più particolari, come mango o avocado. Normalmente i bambini sono incuriositi dalla moltitudine di ingredienti da scoprire! – Racconta Federica Fiocchetti – Un gioco molto divertente è quello di bendarli e chiedere loro di individuare quanti più elementi possibili all'interno del piatto. Questo è un gioco delizioso, che aiuterà i bambini ad assaggiare cibi nuovi e a prendere confidenza con il proprio palato.”

Si può infine decidere di trasformare alimenti come la quinoa in secondi piatti sfiziosi, come polpettine o crocchette dorate in padella o al forno, normalmente molto gradite dai più piccoli.  

Verdure da conoscere e... amare

Le verdure rappresentano spesso la sfida più grande a tavola per i genitori. In molti casi infatti i bambini tendono a escluderle dalla propria dieta a priori, prima ancora di scoprirne il sapore.
Le verdure estive però, come i pomodori o le melanzane, sono meravigliosamente colorate e saporite e possono essere utilizzate in moltissimi modi per incuriosire i più piccoli: vi si possono ad esempio condire le insalate di cereali e il cous cous, oppure vi si possono preparare dei coloratissimi spiedini grigliati, sempre molto amati dai bimbi.
“Un consiglio che mi sento sempre di dare è quello di creare un piccolo orto, anche sul balcone. Non serve molto spazio, basta una cassetta di legno, ma la cura di qualche ortaggio da parte del bambino aiuterà ad avvicinarlo alle verdure e lo invoglierà ad assaggiarle. Molto bello è anche avere un piccolo angolo di erbe aromatiche, che aiuteranno il bambino ad allenare i propri sensi e ad acquisire una maggiore consapevolezza nei confronti del cibo.” Ci spiega Federica Fiocchetti.

Un modo molto carino per far assaggiare le verdure ai bambini è il pinzimonio: presentare le verdurine tagliate, magari sistemate in un piatto a comporre un bel disegno, e preparare col piccolo la salsa è senz'altro un’idea vincente.
“Proviamo a usare la fantasia nella preparazione dell’intingolo e cerchiamo di sbizzarrirci con le spezie!” suggerisce la food blogger, che continua “La curcuma ad esempio fa molto bene e non ha un sapore così caratteristico da poter infastidire i palati più piccoli, oppure lo zeste di limone non trattato può dare un tocco in più alla semplice accoppiata olio e sale.”

Un’altra idea sfiziosa è il finto sushi roll, da preparare con riso italiano originario semplicemente bollito. Una volta scolato sarà sufficiente mescolarlo con un filo di ricottina che lo aiuterà ad acquisire la “collosità” necessaria a comporre i roll, nei quali verranno ovviamente inserite le verdurine tagliate a piccoli pezzi.
“A diversi bambini oggi piace il sushi. Questo accade ovviamente perché i genitori lo mangiano spesso ed è entrato nell’alimentazione abituale di molte famiglie. Veicolare qualcosa di sconosciuto attraverso l’utilizzo di un canale conosciuto con i bambini è in genere sempre fonte di successo. Per questo il finto sushi alle verdure può essere una buonissima idea da proporre a tutti quei bimbi che amano andare al ristorante giapponese con mamma e papà!” Conclude Federica Fiocchetti.

Merende vitaminiche con la frutta!

D’estate la scelta della frutta, uno degli alimenti più carichi di vitamine da offrire ai propri bambini, è davvero più che mai ampia e colorata.
Una volta fatto rifornimento di frutta di stagione infatti, proporla ai propri bimbi non è mai particolarmente difficoltoso: la bella stagione ci offre frutti davvero colorati e dalle forme divertenti ed invitanti per i più piccini.
Spesso però ci si trova alla ricerca di alternative stuzzicanti per imbastire merende vitaminiche e golose nel medesimo tempo.

“Una buonissima regola a merenda è senza dubbio quella di offrire la porzione di frutta fresca prima di qualsiasi altra cosa, nella fase in cui il piccolo è più affamato. Il bambino saprà così che, prima di poter consumare qualsiasi altra golosità, dovrà mangiare la sua frutta e questa, con il tempo, diventerà senz'altro una buona abitudine. – ci spiega infatti Federica, che ci suggerisce anche qualche idea – Esistono ovviamente poi moltissime alternative alla frutta al naturale, stuzzicanti e semplici, che è possibile anche preparare insieme divertendosi. Una di queste è senz'altro lo smoothie, che si può preparare anche con l’ausilio nell'emulsione di latti vegetali o di succhi biologici non zuccherati. Sarà sufficiente frullare la frutta prescelta, d’estate ad esempio sono molto buone le fragole con qualche fogliolina di menta, con alcuni cucchiai di latte di cocco, di soia o di mandorla… il successo è garantito!”
Se poi si prepara un po’ di frullato in più una buonissima idea è quella di farne golosissimi ghiaccioli: basterà versare lo smoothie in stampini e refrigerarli.

Un’altra idea semplice e appetitosa, sempre molto gradita dai bambini, è il crumble. “Si può preparare con tutta la frutta estiva, un’alternativa diversa e molto sfiziosa ad esempio sono i fichi. Sarà sufficiente lavare i frutti prescelti, tagliarli grossolanamente e disporli su una teglia da forno. Sopra si dovrà sbriciolare una frolla leggera che si potrà preparare secondo la propria ricetta favorita. A questo punto basterà infornare per 20-25 minuti. Il gioco è fatto!”

Il pesce azzurro che fa innamorare

Si pensa all'estate e si pensa al mare. A tavola ci viene sempre più voglia di pesce!
Noi abbiamo deciso di proporvene una categoria in particolare, assolutamente adatta all'alimentazione dei bambini.
Vi parliamo di un pesce che spesso viene snobbato, poco utilizzato. Lo chiamano pesce povero, eppure è ricco di proprietà nutritive eccezionali. Stiamo parlando del pesce azzurro.

“In molti supermercati oggi si trova la categoria Paranza: si tratta di pesce del nostro mare e di stagione, il che lo rende particolarmente adatto a un’alimentazione sana. Il pesce azzurro dovrebbe comunque di base essere scelto di pezzatura piccola, proprio perché questo ci offre la certezza che sia cresciuto in modo libero e sano.” Ci spiega Federica Fiocchetti.

Un modo goloso di proporlo ai bimbi sono le frittelle, preparate con dei fiori di zucchine riempiti di un ripieno composto da patate, prezzemolo e acciughe o sgombro spolpato e precedentemente cotto. Basterà impanarli velocemente o preparare una pastella per poi friggere a immersione.
Un’altra idea appetitosa, sicuramente gradita ai bambini, sono gli arancini preparati con riso classico e ragù di pesce.
Modi semplici, ma un po’ alternativi, per proporre il gusto del mare anche ai palati dei più piccini.

Riproduzione riservata