Iper-competente o felice: che cosa è meglio per un bambino?

Credits: shutterstock
1 5

CONCENTRAZIONE VS VIVACITÀ

L'iperattività riguarda circa il 4% dei bambini. A denunciarla sono difficoltà di concentrazione e attenzione, disorganizzazione, disordine, tendenza a vivere gli stimoli con una velocità superiore alla norma. Attenzione, però: negli ultimi anni le diagnosi di ADHD, deficit di attenzione, si sono moltiplicate, tanto da generare dei veri e propri casi. Il pediatra spagnolo Carlos Gonzàles, autore di Genitori e figli insieme, denuncia che il trattamento farmacologico dei bambini è aumentato a dismisura negli ultimi anni, negli Stati Uniti, ma anche in Europa. Il sistema scolastico attualmente in vigore in Italia si scontra con un modello educativo lontano dalla attuali ricerche sull'infanzia e poco attento ai reali bisogni dei più piccoli: questa è una consapevolezza fondamentale di cui ogni genitore deve rendersi conto. L'attenzione dei bambini è estremamente mobile. Ciò che noi chiamiamo distrazione spesso è il frutto di un'intelligenza viva di cui dovremmo prenderci cura con stimoli appropriati. Durante l'infanzia siamo spugne e desideriamo assorbire il mondo. Un bambino non è fatto per stare seduto otto ore e ascoltare immobile due ore di lezione frontale, senza contare che ognuno impara a velocità diverse, dunque il semplice fatto di essere in una classe tutti impegnati nello stesso compito non è ovvio e naturale come sembra in apparenza. Partiamo da qui. Come possiamo aiutare davvero i bambini? Il vero apprendimento è una lezione di vita, ecco perché possiamo riflettere su come impostare i mesi scolastici con meno stress e più divertimento.

/5

Piccoli manager che rischiano di diventare adulti insicuri, ecco il lato oscuro dell'ipereducazione

 

Che tipo di educazione desideri dare ai tuoi figli? Parti da una consapevolezza: i bambini sono competenti. Impara a nutrire fiducia nella loro capacità di scelta, stimola curiosità e creatività, allena il pensiero critico. Ecco come crescere insieme.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te