Casa in ordine e bambini: si può? Prova queste 5 strategie

  • 1 5
    Credits: Shutterstock

    Spazi a misura di bambino
    Prova a guardarti in giro per la casa: gli spazi sono organizzati in modo che il bambino possa muoversi in modo autonomo, prendendo e riponendo quello che utilizza nella vita di tutti i giorni? Ad esempio: prova a predisporre un gancio basso per appendere la giacca, una panchetta bassa per togliere e mettere le scarpe e infilare le pantofoline, un posto accessibile per lo zainetto, la sciarpa, il berretto e i guanti. In questo modo rendi più autonomo il bambino ed eviti di trovare zaini e scarpe sparse per terra.
    Lo stesso discorso vale per ogni area della casa: dal bagno alla cameretta.

    Sfoglia la gallery per scoprire le altre strategie che ti aiuteranno a contenere il caos e avere la casa in ordine (o quasi).

  • 2 5
    Credits: Instagram, ozlllem

    Libri organizzati con la libreria frontale (e bassa)
    Se il tuo bimbo è appassionato di libri spesso ne troverai molti sparsi per la casa, che poi regolarmente si perdono. Scegli una libreria che sia bassa e frontale: in questo modo sarà sempre raggiungibile dal bambino per prendere e riporre i libri da solo. Non solo: se la copertina del libro è visibile il bambino sceglie più facilmente ed è attirato più dai libri che da altre attività meno educative. Ti consiglio una libreria in materiale naturale che ha un aspetto più accogliente e ordinato.
    Se lo spazio è limitato puoi usare delle mensole poco profonde con un profilo esterno per non far scivolare i libri (tipo le mensole portaspezie).

  • 3 5
    Credits: Shutterstock

    Materiale creativo
    Matite colorate, pennarelli, fogli di carta, pastelli, forbici e tanto altro. Sono tutte cose utili per incentivare la creatività dei bambini. Ma vanno organizzate, sia per mantenere l'ordine, sia per conservarle a lungo ed evitare sprechi.
    Per fare in modo che il bambino possa tenere in ordine il proprio spazio creativo occorrono anzitutto un tavolino con una seggiolina a sua misura (in questo modo non andrà in giro a disegnare per tutta la casa). Per disegnare organizza 3 scatole separate: una per i pastelli, una per i pennarelli, una per le matite. Organizza la carta in una piccola cassettiera a vista con con cassetti separati per carta da riciclo, carta bianca (per i lavori speciali!), carta colorata, lavoretti e disegni in corso, lavoretti e disegni finiti. In un altro cassetto o contenitore tieni tutto l'occorrente per le attività creative: forbici normali e a zigzag, colla, gomma da cancellare, tappi di sughero, righelli, ecc.

  • 4 5
    Credits: Shutterstock

    Dove mettere i disegni
    I bambini disegnano tanto e tu ami le sue opere d'arte. Ma sono tantissime. Prova a predisporre una "bacheca dell'arte", un piccolo spazio sulla parete dove appendere i disegni preferiti, che nel tempo puoi ruotare con quelli nuovi. Li altri puoi metterli in una scatola o un raccoglitore. Una volta all'anno ti conviene fare una cernita: è difficile ma indispensabile!

  • 5 5
    Credits: Instagram, lifewith.willow

    Come tenere in ordine i giochi?
    La prima regola è molto semplice: ai bambini servono pochi giochi. Meglio pochi giochi che durano anni (come le costruzioni di legno) e con cui il bambino si diverte davvero. Come organizzarli? Lascia perdere i cestoni: sono dei buchi neri ingestibili! Prova ad organizzare uno scaffale basso a vista in stile Montessori: il bambino prende e ripone facilmente un gioco, lo mette a terra (meglio ancora su un tappetino morbido e naturale) e, quando ha finito, lo mette al suo posto, prima di prenderne un altro. Nello scaffale metti poche cose e falle ruotare ogni due settimane oppure ogni mese, in base agli interessi del bambino. Un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto: funziona perfettamente con i bambini!

/5

Se anche in casa tua trovi giochi, libri e disegni in ogni angolo ti serve una nuova organizzazione! Ridurre il disordine è possibile... ma senza cadere nel perfezionismo

Quando arriva un bambino la casa perfettamente e costantemente in ordine è meglio dimenticarla per qualche anno. Limitare il disordine è giusto ma lasciando ai bambini un po' di respiro, facendoli creare e inventare giochi (sempre e solo in sicurezza), incentivando la loro creatività.
La regola base è quella di non accumulare troppe cose: meglio optare per il "poco ma di qualità". In questo modo la casa è più leggera, più accogliente e più ordinata. Se hai accumulato troppe cose e sono tutte inutilizzate e stipate negli armadi, è il momento di avviare un intenso processo di decluttering. Ne uscirai felice!
Ricordati però che nessuno è perfetto e l'importante è che la nostra casa sia piena zeppa di serenità. L'ordine fa bene a tutti, ma la ricerca della perfezione non fa bene a nessuno.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te