I consigli (sbagliati) della nonna nell’educazione dei figli

Credits: Corbis
1 7

Il bambino piange, dunque non avrà mangiato abbastanza oppure il tuo latte non basta e dovresti passare al biberon. L'asilo nido è soltanto un ricettacolo di virus e batteri, dove probabilmente il bambino piangerà disperato da mattina a pomeriggio cercando la mamma.

Questi sono solo alcuni dei pareri (non richiesti) delle nonne che le mamme, soprattutto se neofite di questo ruolo, si trovano a dover ascoltare e gestire ogni giorno, anche quando sono sommerse da stanchezza e impegni.

Innanzitutto, precisiamo che l'ultima cosa di cui ha bisogno una mamma (a maggior ragione se è una neomamma) è un carico di ansia ingiustificata, che vada a sommarsi a quella naturale già insita nel ruolo materno. Inoltre, la maggior parte delle convinzioni delle nonne in materia di educazione, è stata smentita e demolita da pediatri e specialisti in psicologia infantile.

/5

I consigli della nonna non sempre sono saggi. Infatti, a volte, si basano su credenze e convinzioni ormai superate e smentite da educatori e pediatri

 

I consigli della nonna a volte sono sbagliati e, spesso, non richiesti. Non sempre, infatti, gli avvertimenti e gli insegnamenti dei nonni e dei parenti in generale sono azzeccati per educare i figli. Anzi, molte di queste credenze sono state smentite dai pediatri così come dagli educatori e dagli specialisti in psicologia infantile. Pare che alle nonne sia particolarmente gradito intervenire su allattamento, sospetti vizi del bambino e menu familiare. Cosa fare, quindi? Allontanare le ansie, da ovunque esse provengano

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te