Crescere figli maschi e femmine: quali differenze?

Credits: Olycom
1 4

Quando sei single ti chiedono quando troverai l'amore. Quando lo trovi cominciano le frecciatine sul matrimonio o la convivenza. Nel momento in cui decidi (insieme al tuo partner) di fare il grande passo le domande si fanno più intime e dirette: "hai già scritto alla cicogna?". Se deciderai di avere un figlio sappi che, da quel momento in poi, sarai il bersaglio preferito delle persone dal consiglio facile.
Si sentiranno proprio in dovere di aiutarti a crescere i tuoi figli, è come una missione, ma almeno i loro suggerimenti saranno diversi a seconda del sesso del tuo piccolo. Perché è un fatto noto: crescere un maschio è diverso dal crescere una femmina, semplicemente perché sono molto differenti tra di loro e hanno una risposta diversa al nostro modo di educarli. Il cervello e la crescita di ogni sesso si sviluppano in tempi diversi, influendo sul comportamento.
Simon Baron-Cohen è uno psicologo inglese che ha dedicato vent'anni della propria vita da ricercatore a studiare le differenze comportamentali tra bambini e bambine e, per i suoi studi, ha intervistato moltissime mamme.
Ecco le principali differenze che ha riscontrato nei suoi studi... (sfoglia la gallery)

/5

Il percorso di crescita di bambini e bambine è diverso? Secondo gli esperti sì, ma i genitori non devono cadere negli stereotipi di genere

LE DIFFERENZE DI GENERE IN AMBITO SCOLASTICO
Perché le bambine tendono a crescere con meno stima di se stesse e con più insicurezze? Carol Gilligan, studioso e psicologo specializzato nei generi sessuali, sostiene che sono le bimbe stesse ad essere educate ad accontentare le persone e a essere sempre dolci e carine. Definisce questa situazione "la tirannia del bello e gentile". Questa bassa stima di sé fa sì che le bambine si impegnino molto di più dei bambini in quello che fanno e le porta spesso a primeggiare soprattutto in ambito scolastico.
I maschi, essendo più manuali e più immaturi, hanno più difficoltà a concepire l'approccio didattico che li porta a stare fermi sui banchi di scuola in un ambiente chiuso. Avrai, quindi, un po' più di difficoltà a seguire un maschio che una femmina a scuola.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te