Il primo mese di gravidanza

Credits: Corbis
1 5

Il primo mese di gravidanza è quello che va dal giorno zero fino a 4+3 settimane. In questo periodo non sai ancora di essere incinta, eppure il viaggio meraviglioso che farai insieme al tuo bambino è già iniziato. Nove mesi di grandi cambiamenti fisici e psichici per la futura mamma e il tempo necessario per preparare una nuova vita a venire al mondo. Secondo la convenzione medica, la gravidanza inizia il primo giorno delle tue ultime mestruazioni, anche se in pratica per i primi 14 giorni non si tratta di gravidanza, la quale inizia con l'ovulazione (questa sarebbe la vera data di inizio della gestazione). Poiché però è difficile stabilire con certezza il giorno dell'ovulazione e della fecondazione, si usa datare la gravidanza a partire dal giorno certo dell'ultimo ciclo mestruale.
Per sapere di essere incinta la donna deve aspettare almeno il ritardo mestruale e a quel punto ha quindi già concluso il primo mese di gestazione. Vediamo quali sono i cambiamenti fisici che ti aspettano, come si sviluppa l'embrione, quali esami devi fare e quale stile di vita seguire durante il tuo primo mese di gravidanza.

/5

Il meraviglioso viaggio che ti porterà a essere mamma è appena iniziato. Vediamo quali cambiamenti ti aspettano, come si sviluppa il bambino e che stile di vita devi seguire quando rimani incinta

Quali sono i primi segnali quando aspetti un bambino? Stanchezza, nausea, pesantezza e tensione al seno possono comparire molto presto, già durante la quarta settimana di gestazione! Scopri quali sono i sintomi più comuni.

Attenzione però ai "falsi sintomi"...

Sei già alle prese con le prime nausee? Puoi alleviarle con qualche rimedio e con qualche pensiero positivo...

La gravidanza porta con sé piccoli o grandi disturbi. Scopri quali sono e come risolverli.

Se desideri fortemente una gravidanza, o al contrario hai avuto un rapporto a rischio e temi una gravidanza non desiderata, i giorni che precedono l'arrivo del ciclo mestruale possono essere molto stressanti e ogni più piccolo sintomo (dalla stessa sindrome premestruale, a qualche problema digestivo o influenzale) potrebbero trarti in inganno. La psiche è molto potente e potrebbe addirittura farti provare sintomi senza nessuna ragione fisica. Cerca di distrarti e impegnare il tuo tempo in attività che non ti facciano pensare continuamente all'eventualità di una gravidanza. Se poi c'è un effettivo ritardo, fai il test di gravidanza il prima possibile per toglierti ogni dubbio, ricordati che oggi sono attendibili già dal secondo giorno di ritardo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te