Come scegliere la tata “giusta”

Scegliere una tata è sempre difficile per una mamma. Presupposto indiscutibile è che sia seria ed affidabile, ma poi? Come individuare quella “giusta” per voi? Armatevi di carta e penna e individuate, con noi, i “must have” della vostra tata!

Madre lingua itliana o straniera

Ci avete già pensato? Una tata straniera può essere anche una buona occasione per far prendere confidenza ai vostri figli con un’altra lingua, oppure per voi una tata italiana è un must have?

E le pulizie chi le fa...

Per voi è importante che si dedichi anche alle pulizie della casa e magari sappia anche cucinare? I vantaggi sono innegabili, avreste anche una mano nelle faccende domestiche e solo una persona che gira per casa, al contempo c’è chi preferisce una tata che si occupi solo dei bambini, in questo modo se ne occupa con maggior cura e attenzione.

Sorridente

Il sorriso è importante per molti ma non per tutti. Una persona sorridente certamente farà bene ad un bambino. Per voi, quanto conta?  

Giovane o matura

Una tata giovane ha il gran vantaggio di essere quasi una compagna di giochi per i vostri figli, normalmente più dinamica di una tata matura, potrà essere vivace  e più disponibile a correre insieme a loro. Adatta soprattutto ai ragazzi più grandi dai cinque, sei anni in su…

Il vantaggio di una tata più matura è che sarà certamente più saggia ed esperta e probabilmente avrà già avuto dei figli lei stessa. E’ consigliabile soprattutto per chi deve lasciarle dei bimbi piccoli o piccolissimi, da 0 mesi ai quattro, cinque anni…

Uomo o donna

Se ne vedono sempre di più e non sono niente male. Ci avete mai pensato? Soprattutto se avete figli maschi che hanno superato i quattro o cinque anni, un “tato” pieno di energie può essere un’eccellente risorsa per i vostri scatenati ragazzi!

Una bella presenza

Per alcune mamme non conta nulla, per altre invece è molto importante. La bella presenza di una tata, intesa come cura di sé e della propria persona, quanto conta per voi?

Riproduzione riservata