Le migliori app per monitorare il ciclo

Credits: Shutterstock
01/04
Foto

Pink Pad Period & Fertility Tracker
Pink Pad è uno dei calendari più famosi che dà molto risalto a chi ha bisogno di conoscere i propri giorni fertili nel caso in cui sia alla ricerca di una gravidanza.
Per questo è importante non solo essere avvisata da una notifica ma fare in modo di non perdere l'ovulazione (premesso che si tratta sempre di strumenti predittivi basati su calcoli statistici). Per questo, la caratteristica particolare di questa app è che si integra con il calendario nativo del dispositivo sulla quale è installata e quindi verrai avvisata dell'arrivo del periodo fertile con un promemoria sul tuo calendario.
Come quasi tutte le app, tiene traccia di stati d'animo, sintomi (che potrai anche personalizzare), peso, temperatura e altri dati legati al ciclo mestruale.
Se utilizzi un'altra app, Pink Pad consente l'importazione dei dati da altri strumenti di monitoraggio.

Che tu sia alla ricerca di una gravidanza o che, al contrario stia cercando di evitarla, monitorare il ciclo è importante per conoscere il tuo corpo

Ci sono degli argomenti che, se affrontati in pubblico, mettono un po' in imbarazzo. Uno di questi era il ciclo. Sì, fortunatamente, ora il flusso abbondante, i brufoli tipici del ciclo in arrivo e gli assorbenti maxi taglia non sono più parole innominabili che rendono scomoda una conversazione.
Riguardo alla smitizzazione di ciclo e mestruazioni, un po' di merito va anche alle più di duecento app che aiutano le donne a monitorare il ciclo, in particolare quando si cerca una gravidanza... ma non solo. Non soltanto app ma veri e propri diari dei più comuni disturbi femminili, raccolgono dati e aspetti collegati al ciclo mestruale, tra cui le emozioni, i dolori, il peso, il sonno, il livello di energia e le voglie improvvise di cibo.
Fanno da promemoria per la pillola, ti ricordano di acquistare gli assorbenti, registrano i rapporti sessuali e gli orgasmi (anche se, ovviamente, non è corretto usare le app come metodo contraccettivo) oltre a sintomi e variazioni.
Molte, ormai, sono anche delle piccole community dotate di piccoli forum interni per dialogare con altre utilizzatrici e scambiarsi consigli e opinioni.

Riproduzione riservata