ADHD: soluzioni dolci per bambini iperattivi

Credits: Olycom
1 4

SE NON STA MAI FERMO

È sempre in agitazione. Passa come un turbine da un gioco all’altro, però a scuola si annoia, è aggressivo e non riesce a concentrarsi. Potrebbe soffrire di ADHD, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività che colpisce in particolare i bambini in età scolare, con una prevalenza di quattro a uno per i maschi. «Ma attenzione: nella maggior parte dei casi si tratta di forme che non richiedono l’uso degli psicofarmaci come il Ritalin» avverte Simonetta Bernardini, pediatra e omeopata. «Spesso questi bambini, più sensibili e svegli dei coetanei ma incapaci di stare alle regole, sono solo diversi e ipereccitabili. E per curarli in genere bastano la pazienza dei genitori, il supporto delle terapie psicologiche e l’aiuto dell’omeopatia».

È SOLO UN PO’ IRREQUIETO E ANSIOSO «Sono utili rimedi omeopatici composti come L72 Lehning oppure R14 IMO, 10-15 gocce mattina e pomeriggio in entrambi i casi» consiglia Gianfranco Trapani. «Se non sta fermo neanche di notte, aggiungi Kalium bromatum 15CH, 5 granuli prima di andare a letto».

GLI È STATA DIAGNOSTICATA L’ADHD «Per controllare l’iperattività esiste un rimedio omeopatico dall’efficacia dimostrata in studi scientifici condotti all’Università di Lione» consiglia Simonetta Bernardini. «È la Dopamina 5CH: presa tutti i giorni per un paio di mesi e prescritta dall’omeopata assieme a una terapia omeopatica personalizzata aiuta il bambino a calmarsi e dormire meglio».

/5

Disturbi del sonno e ansia sono in aumento sia nella prima infanzia sia nell’adolescenza. Ma se sono lievi si possono superare con l’omeopatia

Irrequieti. Insonni. Ansiosi. Cresce ogni giorno il numero dei bambini che soffrono di problemi emotivi e nervosismo. Un fenomeno su cui non esistono dati ufficiali, mentre si conoscono le cifre da record dell’uso di psicofarmaci nei piccoli pazienti: sono aumentati del 40 per cento in sette anni secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità. Molti genitori e medici si chiedono se sia il caso di ricorrere a questi potenti medicinali, visto l’elenco infinito di possibili effetti collaterali (dai problemi cardiaci al diabete). Ma la medicina dolce offre un’alternativa.

«In molti casi l’omeopatia può essere di grande aiuto per ristabilire l’equilibrio emotivo nei bambini, che hanno un sistema immunitario particolarmente ricettivo verso questi farmaci» dice Andrea Calandrelli, medico di famiglia e omeopata a Roma. Vediamo, età per età, come si possono affrontare questi disturbi.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te