All’aperto quando fa caldo: precauzioni per i più piccoli

Credits: Olycom
1 6

Quando arriva l'estate, i bambini sono sempre molto felici perché sanno che trascorreranno tanto tempo all'aria aperta, in vacanza o in città. Ma, quando il caldo si fa davvero serio, i pericoli sono in agguato.

Soprattutto se si vive in città e le temperature elevate si associano a insopportabili livelli di umidità e afa. Sotto questa "cappa" opprimente, bisogna monitorare in particolar modo il benessere dei più piccoli: disidratazione e colpi di calore sono, infatti, dietro l'angolo quando si tratta di bambini.

A maggior ragione, se sono ancora piccoli. Come comportarsi, quindi? I pediatri del Bambino Gesù di Roma hanno stilato alcune regole, per garantire un'estate sicura ai bambini. Si tratta di accorgimenti dettati dal buon senso ma che, spesso, non vengono applicati per fretta o leggerezza.

/5

Quando arriva il grande caldo, è importante fare particolarmente attenzione al benessere dei più piccoli. Il rischio di un colpo di calore, infatti, è molto elevato

 

Con l'estate e l'arrivo del grande caldo, le fasce più deboli (bambini e anziani) vanno protette adottando precauzioni indispensabili per la loro salute. Per quanto riguarda i bambini, l'estate è una stagione bellissima, sinonimo di divertimento e libertà. Però, soprattutto se si sta molto tempo in città, l'afa può giocare brutti scherzi, come il classico colpo di calore. Inoltre, non è da dimenticare la tendenza dei bambini a bere poco soprattutto quando sono intenti a giocare. Dunque, il pericolo disidratazione con il grande caldo è davvero dietro l'angolo. Con le precauzioni giuste, però, si può garantire ai bambini un'estate all'insegna del divertimento e del benessere: uscire nelle ore "sicure", vestirsi adeguatamente, bere acqua, bagnarsi spesso, mangiare in modo leggero e puntando su cibi idratanti

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te