libro

10 cose per fashion lover da fare in casa durante le vacanze di Natale

app
Ecco una "to do list" di attività dal sapore fashion che qualsiasi appassionata di moda dovrebbe concedersi durante le feste, periodo in cui è meglio stare a casa per contenere il contagio. Rendiamo lo “stay at home” interessante con questi spunti da cogliere al volo!

Stare in casa durante le vacanze di Natale è necessario per contenere il più possibile il contagio da Covid-19 però non fare quella faccia lì! Ci sono tantissime cose che possiamo fare tra le mura domestiche in questi giorni in cui non ci si può baciare sotto il vischio (nemmeno con la mascherina) e molte di queste sono in chiave fashion. Se sei un’appassionata di moda - e se sei qui con noi lo sarai senz’altro - sappi che ci sono innumerevoli attività per fashion lover che è giunto il momento di concedersi e noi siamo qui proprio per suggerirti 10 cose moda da fare a casa. 

Facciamoci aiutare dalla nostra passione, la moda, per trascorrere in maniera più wow queste strane vacanze natalizie, le prime con distanziamento e isolamento sociale.

Per aiutarti a impiegare il tempo nel modo più divertente, cool e anche utile, abbiamo stilato una "to do list" da attaccare al guardaroba (perché è l’epicentro del nostro grande amore) o dove vuoi tu.
Ecco 10 cose che ogni fashion addict adorerà fare durante le vacanze di Natale!

Guardare tutti i documentari e i film sulla moda

Non hai mai avuto tempo per concederti sullo schermo un bel po’ di storia della moda? Cogli l’occasione adesso! I documentari e le pellicole che raccontano la vita di stilisti, fotografi e di direttori di magazine fashion sono tantissimi. Basta scegliere il biopic o l’argomento che più ci sta a cuore e fare play.
Da McQueen (2018) a Yves Saint Laurent: L’amour fou (2011), da Valentino – The Last Emperor (2008) a Lagerfeld Confidential (2007), Dior and I (2014) e We Margiela (2018), giusto per citarne alcuni, i titoli sono talmente tanti che potresti trascorrere tutte le feste guardando docu, biografie e film di moda no stop.

Non mancano i documentari sulle tendenze, ad esempio Sneakerheadz (2015) dedicato alle sneakers e ai suoi cultori e Minimalism: A Documentary About the Important Things (2015) che verte sullo stile minimal, carta sempre vincente da giocarsi come asso nella manica. Perché - come diceva Coco Chanel - prima di uscire sarebbe meglio togliere sempre qualcosa. La ridondanza fa rima con eleganza solo a livello di vocaboli, non certo sul piano dello stile.

Leggere le biografie degli stilisti preferiti

Oltre allo schermo, anche la pagina ci viene in aiuto. Se guardare i film sugli stilisti e, in generale, sugli addetti ai lavori fashion è un ottimo passatempo, altrettanto lo è leggerne le gesta su carta (o su e-book, chiaramente).
Biografie e autobiografie del popolo della moda sono i tomi che solitamente assiepano le mensole e i tavolini dei cultori del fashion, quindi ti basterà sceglierne uno ed entraci dentro, con la mente e con il cuore.
Se invece ne vuoi di nuovi, procurateli con il servizio di spedizione offerto da tanti e-commerce, da Mondadori a Ibs passando per Amazon. Oppure sceglili in una libreria, sempre seguendo le norme di sicurezza.

Se sei una lettrice che ama l’inchiostro elettronico, invece, ti basterà un clic per averli direttamente sul tuo ebook reader.
Puoi sbizzarrirti tra la bio di Karl Lagerfeld, quella di Christian Dior, di Elsa Schiaparelli o anche di marchi del cuore, come Gucci: La vera storia di una dinastia di successo.
Oltre alle storie di grandi nomi del mondo fashion, puoi anche optare per consigli di stile, studiando bene la teoria che potrai mettere in pratica non appena si tornerà a un'attesissima normalità. Da La parigina. Guida allo chic di Ines de la Fressange a La Milanese di Michela Proietti, concediti un viaggio attorno a tutto il mondo, facendo tappa in tanti stili fashion dei diversi Paesi. In tempi in cui viaggiare è out, questo è il regalo più bello che possiamo farci.

Scaricare app fashion

Oltre al grande schermo che ci regala tanti bei film sulla moda, da goderci sul nostro piccolo schermo, c’è anche l’altro: il piccolissimo schermo. Quello dello smartphone insomma, anch’esso best friend forever delle appassionate di abbigliamento e tendenze.
Esplora in lungo e il largo il vasto mare delle app fashion e, anche in questo caso, ti sarai concessa un bel viaggetto. Una crociera, rimanendo in tema mare!
Dalle applicazioni per fare shopping second hand, scegliendo tra pezzi vintage da urlo e chicche per cui impazzirai (tipo Vestiaire Coolective e Depop) ai social network che creano community di fashionisti (ad esempio 21 Buttons) fino ad arrivare a quelle che ti aiutano a sperimentare con mix & match virtuali (è il caso di Combyne), avrai l’imbarazzo della scelta!

Fare un corso online di cucito/maglia

Se ami il fai-da-te e hai una certa manualità, perché non inizi con il cucito? Un bel corso da seguire online è la soluzione ideale sia per far passare il tempo sia per farlo fruttare al meglio, imparando a crearti da sola capi e accessori. Il web ormai pullula di proposte didattiche da remoto, basta saper trovare quella giusta per noi.
Il sito Scucendo S’impara offre corsi gratuiti per incominciare da zero partendo dalle basi. Altrimenti ci sono molti corsi specifici su Udemy, la piattaforma con la più vasta selezione di corsi al mondo in cui potrai scegliere di tutto, da abiti per bambini a costumi per il ballo.

Dato che quest’anno la tendenza numero uno è il tricot, puoi anche farti ispirare dal lavoro a maglia, ideale in questo periodo freddo. Dai un’occhiata ai corsi di We Are Knitters, il website che insegna a lavorare ai ferri fin dai primi passi.

Mettere a posto l’armadio

La ridondanza, dicevamo, non va mai a braccetto con l’eleganza. Questo vale sia per gli outfit troppo carichi sia per la fonte primigenia di ogni outfit: il guardaroba.
Farsi tentare dallo shopping compulsivo è, se non proprio la regola, una cosa che accomuna tante di noi. Il risultato? Un portafogli svuotato e un armadio riempito, generalmente di indumenti di cui non abbiamo bisogno e che metteremo se va bene una volta.
È giunto quindi il momento tanto consigliato da Marie Kondo, quello di eliminare il superfluo per fare spazio solo all’essenziale. Datti al decluttering, la buona pratica di liberarsi del surplus in virtù del minimalismo: ne trarrai beneficio sia in termini di stile (ricordi cosa diceva Coco? Ecco!) sia in termini di guardaroba ordinato.

Approfitta di questi giorni per creare quello che viene definito il “capsule wardrobe”, un assortimento minimalista di key-piece da mixare in innumerevoli combinazioni, con risultati sempre impeccabili.

I tasselli da scegliere sono solitamente: un paio di jeans belli, scarpe stringate eleganti, una camicia bianca, un blazer, pantaloni a palazzo neri, una gonna a matita, un tubino black, un trench e un cappotto chic. Con questi tasselli creerai sempre dei puzzle fashion pieni di charme.

Studiare abbinamenti che sfoggerai appena si potrà uscire

Oltre a crearti un capsule wardrobe, procurati un bel quaderno o un’agenda e trasformato nel tuo fashion diary.
Un diario in cui appunterai i vari mix, provandoli prima di fronte allo specchio (e magari scattandoti qualche foto da condividere sui social network per chiedere consiglio).
Così facendo, sfrutterai ora il tempo a disposizione, senza perderlo quando dovrai uscire. Hai presente quando - prima di varcare la soglia per andare in ufficio o alla festa - ti convinci che il look non va bene e torni sui tuoi passi, letteralmente?

Quanto tempo sprechiamo a provare e riprovare gli abbinamenti, specie quando la fretta ci gioca brutti scherzi confondendoci le idee! Adesso invece possiamo sperimentare in tutta calma, godendoci finalmente questa esperienza di styling.
Prima di dedicarti a questa attività, procedi con l’eliminazione dei capi che non metti mai altrimenti il lavoro di mix & match sarà poco veritiero, specialmente se dopo il diario degli abbinamenti deciderai di passare dal guardaroba strabordante a quello capsule...

Trova le tue influencer del cuore

Fai una ricerca per trovare blogger, instagrammer, tiktoker e in generale influencer di moda da seguire.
Sembra facile (dato che l’offerta è vastissima) eppure non lo è affatto. È vero che le proposte sono tante ma la quantità non vuol dire qualità. In più la qualità è pure soggettiva, visto che la legge del “de gustibus” va ancora pe la maggiore…

Per prendere spunto circa mise, mood e tendenze varie, è bene fare un’oculata selezione delle proprie muse ispiratrici.
Oltre ad affidarsi alle it girl più iconiche del proprio stile preferito, una mossa vincente è quella di seguire le pagine ufficiali di brand e designer su Instagram, per essere sempre aggiornata sui trend e sulle le novità.
Non solo Maison, marchi e stilisti ma anche magazine di moda, ovviamente. Ce l’hai già l’app di Donna Moderna sullo smartphone? Quella è la prima da scaricare , ovviamente!

Creare wishlist di “desiderata”

Il Natale è il momento dell’anno in cui la letterina a Santa Claus diventa più importante del testamento, non solo per i più piccoli ma per tutti. Anche noi adulti abbiamo le nostre wishlist ed è questo il momento giusto per metterle nere su bianco.

Prendi il diario dei mix & match di cui parlavamo prima, capovolgilo e incomincia dalla prima pagina un nuovo diario, quello dei “desiderata” fashion.
Segna tutti i capi e gli accessori che vorresti avere, pensando già a come abbinarli e al livello di sintonia con gli altri key piece che possiedi ora. Per avere tutto davanti agli occhi, ti basterà aprire il diario dall’altro lato, ripassando le varie combinazioni di abbigliamento che hai studiato e provato.
In questo modo il tuo fashion diary diventerà double-face, proponendoti da una parte ciò che hai già e dall’altra ciò che avrai tra poco. Magari tra pochissimo, giusto il tempo di scaricare sul cellulare le app di Depop e di Vestiaire Collective…

Aprire un profilo su marketplace digitali

Abbiamo citato Depop e Vestiaire Collective perché sono le più conosciute ma di app e siti che si rivelano mercatini cool è piena la rete.
Divertititi a creare un profilo su questi marketplace, postando le foto di quei mom jeans che hai indossato solo una volta e di quella borsa che trovi talmente scomoda. Così facendo, creerai una specie di tua personale boutique.
Molte app, ad esempio Depop, hanno un’interfaccia simile a quella di Instagram per offrirci una user experience accattivante, proponendo anche filtri di editing per trattare le foto dei prodotti che venderemo, esattamente come accade con i selfie che postiamo.

Oltre a comprare e a vendere, c’è anche la possibilità di scambiarsi articoli tra appassionate di moda.
Prova a partecipare a uno swap-party virtuale, una festa a distanza in cui ci si collega online, si chiacchiera e ci si scambia scarpe, bijoux e clutch. Basterà poi programmare il ritiro del pacco con un corriere o recarsi in posta per spedire i pacchetti alle nuove amiche. E riceverne da loro. È divertentissimo, provare per credere. Inoltre si inserisce perfettamente nella pratica virtuosa del riciclo poiché dà una seconda chance a un oggetto che non verrà buttato via.

Recuperare tutte le sfilate che ti sei persa

È tempo di fashion week! Trasforma queste giornate in una mega settimana della moda, guardando tutte le sfilate che ti sei persa.

Osserva attentamente i look dei tuoi marchi del cuore, analizzandoli a fondo e cercando di riproporne il gusto con i tuoi mix. Appuntati gli abbinamenti che più ti convincono, inaugurando nel tuo diary anche la sezione “Appunti da sfilata”.

Dopo tutte queste attività nelle vacanze natalizie, diventerai una fashion guru per tutte le tua amiche. Scommettiamo?

Se hai trovato utili i nostri consigli sulle 10 cose moda da fare a casa, potrebbe interessarti anche 10 film di moda da vedere.

Riproduzione riservata