Speciale

Brutte ma simpatiche

Si chiamano Babo, Jeero, Wage e Tray e sono bambole... bruttissime. Nate nel 2001 da un'idea di due fidanzatini, le Ugly Dolls spopolano in America ma non solo. Questi pupazzi di pezza sono ormai un fenomeno planetario. Non solo le riviste di moda specializzate ma perfino quotidiani autorevoli come il New York Times, Businessweek e l'Honk Hong Press gli hanno dedicato attenzione. E ogni anno l'allegra famigliola diventa un po' più grande, nel 2005 è arrivato Uglydog, e si moltiplicano anche le iniziative promozionali, con t-shirt, fumetti, screensaver e gadget a tema. In Italia non esistono, almeno per il momento, rivenditori autorizzati, ma acquistarle è facilissimo. Si può contattare direttamente il servizio clienti via mail: pretty@uglydolls.com oppure collegarsi al sito www.shopatron.com/index/322.0

Ox, il suo nome è un mix tra bacio (KISS) e abbraccio (HUG), adora essere coccolato (20 dollari).

Si chiamano Babo, Jeero, Wage e Tray e sono bambole... bruttissime. Nate nel 2001 da un'idea di due fidanzatini, le Ugly Dolls spopolano in America ma non solo. Questi pupazzi di pezza sono ormai un fenomeno planetario. Non solo le riviste di moda specializzate ma perfino quotidiani autorevoli come il New York Times, Businessweek e l'Honk Hong Press gli hanno dedicato attenzione. E ogni anno l'allegra famigliola diventa un po' più grande, nel 2005 è arrivato Uglydog, e si moltiplicano anche le iniziative promozionali, con t-shirt, fumetti, screensaver e gadget a tema. In Italia non esistono, almeno per il momento, rivenditori autorizzati, ma acquistarle è facilissimo. Si può contattare direttamente il servizio clienti via mail: pretty@uglydolls.com oppure collegarsi al sito www.shopatron.com/index/322.0

Babo T-shirt. Se avete avuto una brutta giornata, Babo è ciò che fa per voi. Sarà il vostro migliore amico, pronto ad aiutarvi nei momenti più duri della vita. (Disponibile nelle taglie S, M, L ed XL, 24 dollari).

Si chiamano Babo, Jeero, Wage e Tray e sono bambole... bruttissime. Nate nel 2001 da un'idea di due fidanzatini, le Ugly Dolls spopolano in America ma non solo. Questi pupazzi di pezza sono ormai un fenomeno planetario. Non solo le riviste di moda specializzate ma perfino quotidiani autorevoli come il New York Times, Businessweek e l'Honk Hong Press gli hanno dedicato attenzione. E ogni anno l'allegra famigliola diventa un po' più grande, nel 2005 è arrivato Uglydog, e si moltiplicano anche le iniziative promozionali, con t-shirt, fumetti, screensaver e gadget a tema. In Italia non esistono, almeno per il momento, rivenditori autorizzati, ma acquistarle è facilissimo. Si può contattare direttamente il servizio clienti via mail: pretty@uglydolls.com oppure collegarsi al sito www.shopatron.com/index/322.0

Uglydogs, il piccolo aiutante della famiglia. Chiedetegli una zampa e non ve la negherà! (20 dollari)

Foto

Tutti le vogliono e tutti le cercano... Ecco le ugly dolls: se le vedi, ti innamori. Scopri l'ultimo gadget di tendenza che fa impazzire gli americani

 

Riproduzione riservata