Armocromia: palette Primavera

Palette Spring: istruzioni per l’uso. I colori amici della Primavera per un armadio a prova di Armocromia

Sei chiara ma hai una pelle calda e luminosa? Secondo l’Armocromia potresti essere una splendida Primavera! Scopri con noi tutte le caratteristiche e la palette ideale di questa stagione

Che incanto la Primavera: colori brillanti, radiosità… incarnati caldi e luminosi! Già, perché in effetti non parliamo del periodo dell’anno in cui fanno ritorno le rondini e sbocciano fiori in ogni angolo, bensì della stagione dell’Armocromia nota proprio come Spring.

Ne abbiamo già parlato: la teoria sulla quale si basa la moderna analisi del colore divide le persone in quattro macro-categorie, ovvero le quattro stagioni, che definiscono la palette ideale di riferimento di ogni individuo per guardaroba e make-up.
Tra queste la Primavera è sicuramente tra le più variegate (vi troviamo chiome castane, bionde e persino rosse), ma anche tra le più rare da incontrare (almeno qui da noi!).

Quali sono le caratteristiche di questo gruppo? La categoria Spring include persone con sottotono caldo, valore chiaro e intensità alta.
Tradotto: chi appartiene a questa stagione – esattamente come il periodo dell’anno che rappresenta – sfoggia una pelle dal colorito invidiabile e (a dispetto di un’immagine complessivamente chiara che potrebbe trarre in inganno) un incarnato leggermente dorato e intenso, che fa bene il paio con nuances vivaci e luminose.  
Ciò significa che – per chi appartiene alla stagione Primavera – la palette amica avrà necessariamente una base riscaldata da una punta di arancio, ma dovrà essere contemporaneamente vivida e radiosa. Parola d’ordine: brillantezza.

Ovviamente non finisce qui, anzi potremmo dire che siamo solo all’inizio!
Come abbiamo visto in precedenza infatti non si può catalogare la totalità delle possibili combinazioni cromatiche dell’intera umanità in soli quattro gruppi: ogni stagione ha dunque la sua versione “assoluta” (ovvero bilanciata in tutte le caratteristiche) e tre sottogruppi, definiti da una variabile (valore, sottotono, intensità) dominante rispetto alle altre.

Quali sono le tre sottocategorie della stagione Spring? Bright, Warm e Light. Se ti sei riconosciuta nella descrizione delle caratteristiche principali della Primavera, scopri con noi come orientarti nella tua stagione di appartenenza e – soprattutto! - quali colori infilare di corsa nell’armadio.

Primavera Assoluta

Occhi chiari e brillanti, incarnato radioso e capelli del colore del grano: ecco la descrizione di una Spring DOC, aka Primavera Assoluta.
Si è stagioni assolute (o pure) quando tutte le variabili che prendiamo in considerazione nell’analisi del colore sono perfettamente bilanciate tra loro, ovvero nessuna caratteristica tipica della stagione prevale sull’altra.
In questo caso dunque le peculiarità del gruppo Spring – sottotono di pelle caldo, valore chiaro e brillantezza elevata – sono assolutamente equilibrate.

La palette di riferimento della Primavera Assoluta è particolarmente varia, l’intera nicchia di colori a disposizione dei guardaroba delle Spring.
Include tonalità calde e luminose - come il corallo, l’aragosta o il pesca - ma anche nuances brillanti non a base aranciata - come il turchese o il verde prato - e fantasie dai colori accesi come le flower-prints. In fondo è di Primavera che parliamo, no?

La cosa importante è che l’intensità delle cromie scelte sia alta, ovvero rispecchi quella tipica della stagione.
La nuance-jolly sulla quale costruire il guardaroba di una Spring DOC? Non abbiamo dubbi: un bel blu luminoso oppure una tonalità avvolgente, come il cammello (specie per i capispalla) o il corallo.

Dobbiamo poi riconoscere un dato di fatto: a una Primavera pura dona praticamente qualsiasi colore, potrà quindi attingere eccezionalmente anche da palettes di altre stagioni (anche se meno donanti ovviamente), a patto però che si tenga accuratamente alla larga dalle sfumature più cupe, come il nero o il grigio.

A tenere alto il baluardo delle Spring Assolute troviamo due splendide celebrity dall’incarnato caldo e leggermente dorato, dai capelli biondo medio e dagli occhi chiari e luminosi come Blake Lively e Natalia Vodianova.

Getty Images
Natalia Vodianova: Primavera Assoluta
Getty Images
Blake Lively: Primavera Assoluta

Spring Bright

Incarnato caldo e capelli castani a contrasto con bellissimi occhi di gemma, chiari e luminosi. Ecco il perfetto identikit di una Primavera brillante, aka Spring Bright.
In questo caso abbiamo una cosiddetta dominante tra le caratteristiche tipiche della stagione: l’intensità, of course!

Ovviamente avere una variabile che prevale non significa che le altre peculiarità del gruppo spariscano, saranno semplicemente meno accentuate rispetto alla dominante. Nel caso della Spring Bright avremo dunque sottotono caldo e valore chiaro, ma la brillantezza particolarmente elevata (accentuata in questo caso da un bellissimo contrasto occhi-pelle-capelli) sarà la vera caratteristica distintiva della persona.

I colori su cui puntare per questo sottogruppo fanno ovviamente il paio con la dominante che lo caratterizza: dovranno essere le nuances più luminose e squillanti della palette Spring.
Perfette tutte le tonalità aranciate intense e i gialli caldi e solari, ma anche alcune sfumature di viola come il ciclamino o di verde brillante come lo smeraldo.
Questo particolare segmento di Primavera regge inoltre benissimo anche nuances o color-mixes complicati, come i colori fluo o le fantasie optical più vivaci.

Per enfatizzare la radiosità tipica di questa Primavera un altro elemento fondamentale è il tessuto: seta, raso, velluto cangiante o – perché no? – paillettes e glitter (ovviamente nella giusta palette) possono rivelarsi alleati assolutamente unici.
La sfumatura-base perfetta per il guardaroba di una Spring Bright è senza dubbio il blu-royal, tra le versioni di blu più luminose, ma anche chic e versatile come non mai. In alternativa un rosso brillante a base aranciata può rivelarsi centratissimo e provvidenziale.

Tra le Primavera appartenenti al sottogruppo Bright troviamo castane medie con occhi chiari e pelle particolarmente radiosa, come Alexa Chung e Angelina Jolie.

Getty Images
Alexa Chung: Spring Bright
Getty Images
Angelina Jolie: Spring Bright

Spring Light

Lo dice il nome stesso: la Spring Light per antonomasia ha un valore cromatico complessivo assolutamente chiaro, è questa la sua dominante.
Cosa significa? Vuol dire che pelle, capelli e occhi sono complessivamente chiari (il che porta spesso a confondere gli appartenenti a questo sottogruppo con l’Estate), ma “chiaro” non equivale necessariamente a “freddo”: il sottotono di incarnato resta caldo e l’intensità alta.

Fanno parte di questo sottogruppo persone con capelli biondi (chiari, ma sempre caldi) e occhi di gemma (spesso di un azzurro brillante con pagliuzze dorate nell’iride). All’esposizione al sole la loro carnagione non apparirà forse intensa, ma acquisirà con facilità quella colorazione dorata tipica delle pelli calde, e, nonostante un contrasto cromatico non particolarmente accentuato (ma comunque discreto), manterranno la radiosità tipica della stagione.

Le cromie sulle quali puntare se sei una Primavera chiara sono le più delicate della palette Spring, ma restano comunque intense e luminose come la stagione che rappresentano, come il rosa pesca o il verde menta.
Grazie alla dominante chiara questo particolare sottogruppo della Primavera può concedersi di attingere anche da qualche nuance rubata ai candy-colors o alle sfumature sorbetto, prese in prestito dalla palette Estate e assolutamente troppo delicate per qualsiasi altra Spring.
La tinta base sulla quale costruire il guardaroba di una Primavera chiara è infine un bell’azzurro intenso e luminoso, come il turchese.

Tra le celeb rappresentative di questo sottogruppo alle quali ispirarsi troviamo le brillantissime bionde Margot Robbie e Charlize Theron.

Getty Images
Charlize Theron: Spring Light
Getty Images
Margot Robbie: Spring Light

Spring Warm

Spring Warm, ovvero la Primavera più calda che c’è. È talmente calda da essere confusa spesso con l’Autunno, ma la sua intensità alta la ricolloca immediatamente tra le file della Primavera.
Non c’è dunque bisogno di specificare che la dominante di questo particolare sottogruppo risiede proprio nel calore, accompagnata ovviamente dalle altre caratteristiche tipiche della stagione: brillantezza elevata e valore chiaro.

Fanno parte di questa categoria per lo più persone dalla chioma fulva o di un bel rosso naturale, con occhi chiari e luminosi (sia azzurri con pagliuzze dorate nell’iride che verdi) e dalla carnagione chiara e rosata. Il calore intenso viene dato in questo caso per lo più dai capelli, spesso accompagnati da lentiggini dorate sul viso: si tratta di una delle rare eccezioni in cui non è la pelle a comandare (non del tutto almeno!) ma un altro elemento.

A differenza degli altri sottogruppi della Primavera, alle Warm viene naturale indossare con più frequenza tonalità neutre come il cammello o i beige più caldi e brillanti, sovente illuminati da un semplice dettaglio come una sciarpa o un cappello a tinte forti.
Gli arancioni rosati della palette di riferimento - dal pesca al corallo – sono sicuramente tra le nuances che meglio si sposano con questo sottogruppo, come pure il color oro o il bronzo.
La tonalità-jolly ideale per le Spring Warm? Un bel color albicocca, non ci sono dubbi!

A portare lo stendardo delle Primavera Warm ci sono rosse chiare e luminose come Jessica Chastain o donne dalle lentiggini dorate, dagli occhi verdi e i capelli di un biondo ramato come Vittoria Puccini.

Getty Images
Jessica Chastain: Spring Warm
Getty Images
Vittoria Puccini: Spring Warm
Riproduzione riservata