Armocromia: le 4 stagioni

Le 4 stagioni dell’Armocromia: come individuare la propria palette (da indossare)

Quali colori ti sono davvero amici? Scopri con noi qual è la tua stagione secondo l’Armocromia e trova la palette perfetta per te

Viva le 4 stagioni!
No, non parliamo di classiconi dell’arte della pizza e nemmeno delle opere di Vivaldi (nonostante la nota armonica qui non manchi assolutamente!).
Ci riferiamo piuttosto alle teorie che stanno alla base della moderna analisi del colore, aka l’Armocromia.

Ma andiamo per gradi. Individuare le proprie caratteristiche cromatiche è fondamentale se si desidera scovare la propria palette amica, ovvero quell’insieme di nuances capaci di valorizzarci al massimo indipendentemente dalle tavolozze moda.
Bene, proprio quei colori dovrebbero diventare la base del nostro guardaroba ma anche una traccia fondamentale in tutte le scelte beauty e di stile, dal colore dei capelli al make-up.

Come? Ti stai chiedendo come si può fare a smascherare le tinte nemiche e abbracciare quelle amiche? Compito appunto dell’analisi del colore – nome in codice Armocromia - una vera e propria scienza grazie alla quale individuare correttamente le proprie caratteristiche e, di conseguenza, scoprire le nuances perfette per sé.
Per semplificare e schematizzare un’analisi altrimenti troppo complessa, l’Armocromia divide le persone in 4 tipologie - dei macro-gruppi con determinati denominatori estetici comuni – che vengono definite “stagioni”. Capire a quale di queste categorie si appartiene è il primo – fondamentale – passo per orientarsi nella giungla dei colori.

Chiariamo subito una questione però: trovare la propria pelette del cuore non significa doversi precludere alcune tinte o essere ingabbiate in alcuni schemi stretti e limitanti. Al contrario, significa riscoprire il colore e utilizzarlo in modo consapevole e valorizzante!
Ecco quindi la nostra mini-guida all’Armocromia, uno strumento che ti aiuterà a individuare la tua stagione di appartenenza e a ridipingere il tuo guardaroba.

La teoria delle stagioni e i sottogruppi

Lo abbiamo detto: l’Armocromia individua 4 gruppi – o meglio stagioni – che stabiliscono la palette amica di ogni persona.
I nomi delle categorie prendono spunto – of course – proprio dai 4 famosi periodi dell’anno e sono Inverno, Primavera, Autunno ed Estate.
La scelta di questi appellativi è totalmente ispirata ai colori della natura e alle variazioni che subiscono le sfumature intorno a noi proprio nel corso dell’alternarsi delle differenti stagioni.

Come individuare quindi la propria stagione di appartenenza? No, non c’entrano nulla fattori come l’oroscopo e il mese di nascita! Quello che si prende in analisi sono le caratteristiche cromatiche a tutto tondo di ogni persona.
Innanzitutto bisognerà individuare la temperatura del proprio sottotono di pelle, ovvero dovrai capire se il tuo incarnato è caldo o freddo. Ma non di solo sottotono vive l’analisi del colore!
Esistono infatti altri tre fattori da prendere in considerazione: il proprio valore (ovvero quanto il nostro complesso cromatico è chiaro o scuro), il contrasto che scaturisce della triade pelle–capelli–occhi e – dulcis in fundo – la brillantezza (detta anche intensità) dei propri colori.

Sappiamo cosa stai pensando: com’è possibile raggruppare tutti i possibili mix and match di fattori cromatici di tutta l’umanità in sole 4 categorie? Ebbene, non si può!
La teoria delle stagioni dell’Armocromia prevede infatti (oltre alle 4 stagioni assolute, ovvero pure) ben tre sottogruppi per ogni categoria (per un totale di 16 possibilità), che ampliano lo spettro a tal punto da consentire assoluta precisione nell’analisi personale e nell’individuazione della propria palette amica.

Resta inteso però che il primo step è assolutamente quello di scoprire a quale stagione si appartiene, per aiutarti ecco quindi un mini vademecum per ognuna delle 4 macro-categorie. Si apre la caccia: buon divertimento!

Inverno

Appartengono al gruppo Winter tutti coloro che hanno un sottotono di pelle freddo, un valore cromatico tendenzialmente scuro e un’intensità di colori alta.

Tra le Inverno troviamo quindi per lo più donne con capelli scuri e incarnati lunari o lattiginosi, con contrasti complessivamente elevati.
Tra le star che incarnano alla perfezione il prototipo di Winter DOC ci sono donne con capelli scuri, pelle chiara e luminosi occhi verdi o azzurri alla Katy Perry, donne dalla pelle di porcellana (o comunque tendenzialmente chiara) e dagli occhi e capelli di un castano intenso come Keira Knightley e brune dalla pelle olivastra stile Penelope Cruz.

Le nuance amiche delle Inverno sono certamente fredde, ma anche intense e brillanti.
È l’unica stagione che regge bene il nero (il colore più freddo in assoluto), che può diventare dunque una tinta-base perfetta per il guardaroba ideale.
Via libera poi ai classicissimi blu - dal navy al burgundy - ai viola come l’indaco, ai gialli acidi come il lime e ai verdi freddi come lo smeraldo. Tra le varianti di rosso meglio preferire quelle dei frutti di bosco a quelle più calde e aranciate, mentre per il bianco è imperativo puntare sull’ottico, mai sull’avorio o sulle sfumature del panna.

Getty Images
Katy Perry: Winter
Getty Images
Keira Knightley: Winter
Getty Images
Penelope Cruz: Winter

Primavera

Il gruppo Spring include persone con sottotono di incarnato caldo, valore chiaro e intensità alta.

Tra le Primavera troviamo quindi donne con incarnati luminosi e complessi cromatici chiari e molto brillanti.
Tra le radiose celeb che portano alta la bandiera delle Spring ci sono bionde mielate con occhi chiari come Cara Delevigne, donne con capelli rossi e caldi e occhi brillanti alla Emma Stone e castane dagli occhi di giada come Kate Middleton.

La palette amica delle Spring è composta da tonalità luminose e calde. Parola d’ordine: brillantezza!
La nuance-jolly sulla quale costruire il guardaroba di una Primavera DOC potrebbe essere un bel blu luminoso, oppure un colore neutro come il color cammello.
Altre tonalità perfette sono: i rossi caldi e rosati - come il corallo o il pesca - moltissimi verdi - dal menta al mela - e gli azzurri brillanti come il turchese.

Getty Images
Cara Delevigne: Spring
Getty Images
Emma Stone: Spring
Getty Images
Kate Middleton: Spring

Autunno

La categoria Autumn comprende persone con sottotono caldo, valore cromatico scuro e intensità bassa.

L’Autunno è una stagione variegata di mix and match differenti, ma si riconosce per lo più grazie all’incarnato, che tende ad essere perennemente ambrato indipendentemente dall’abbronzatura.
Tra le star che appartengono al gruppo delle Autumn ci sono more intense alla Eva Mendez, rosse dall’incarnato caldo come Julianne Moore e ragazze biondo miele dorato con occhi nocciola alla Nicole Richie.

La palette amica delle Autunno DOC è composta da tonalità calde e intense, rubate alla natura dei sottoboschi e delle foreste.
La cromia passepartout alla base del guardaroba di una Autumn potrebbe essere un marrone intenso come il tabacco, oppure un luminoso e caldo giallo oro.
Altre tonalità da inserire di corsa nell’armadio sono: i verdi – dal foresta, al muschio, fino ad arrivare al più complicato oliva – i rossi caldi e gli arancioni.
Anche tutte le nuance delle spezie sono particolarmente amiche dell’Autunno:  dal curry, al cumino passando per il caffè, non puoi davvero sbagliare.
Il consiglio se sei Autunno? Stai alla larga dalle tinte pastello e nessuno si farà del male!

Getty Images
Eva Mendez: Autumn
Getty Images
Julianne Moore: Autumn
Getty Images
Nicole Richie: Autumn

Estate

Appartengono al gruppo Summer tutti coloro che hanno un sottotono di pelle freddo, un valore cromatico assolutamente chiaro e un’intensità bassa.

Nella stagione Estate troviamo quindi donne dall’aspetto particolarmente delicato ed etereo.
Tra le celebrity che tengono alto il baluardo delle Summer DOC ci sono donne con un mix pelle-occhi-capelli molto chiaro alla Elle Fanning, ragazze con capelli castano medio e occhi chiari come Bella Hadid e bionde dagli occhi nocciola come Kate Moss.

Le tinte amiche delle Estate sono certamente fredde e delicate.
La tonalità-base per il loro guardaroba potrebbe essere un grigio perla oppure un tortora.
E poi? E poi le Summer reggono molto bene le intensità basse con valore cromatico chiaro, ergo via libera alle tinte pastello, alle nuance cipriate e alle tonalità sorbetto.
Se appartieni a questa stagione potrai poi sbizzarrirti con i rosa – dal barbie al baby – con i rossi rosati – come l’anguria o il color lampone - e con alcuni punti di verde, come il giada o il salvia.

Alla larga invece dalle tinte brillanti ed eccessivamente sature, specie se calde: rischierebbero di sovrastarti e di accentuare rossori o discromie della pelle.

Getty Images
Elle Fanning: Summer
Getty Immages
Bella Hadid: Summer
Getty Images
Kate Moss: Summer
Riproduzione riservata