Avvicinandosi all'inverno ci si chiede quale sarà il trend per quest'anno in materia di calze, coll

Avvicinandosi all'inverno ci si chiede quale sarà il trend per quest'anno in materia di calze, collant, parigine e autoreggenti.

L'anno passato se ne sono viste proprio di tutti i colori: le fashion victim più accanite hanno sfidato la neve a gambe nude per poi scegliere calze fluo da abbinare a sandali e mocassini in primavera.

E quest'anno come affronteremo l'autunno e l'inverno?

Come indossare calzini, parigine, autoreggenti e collant

Autunno inverno: segui le tendenze e scopri quale tipo di calza indossare

CREA LE TUE CALZE COLORATE

Hai mai pensato a personalizzare i tuoi collant? Ti spieghiamo come fare.

Primo dubbio amletico: ci piacciono le décolleté con le calze corte? E se sì di quale lunghezza?P

Primo dubbio amletico: ci piacciono le décolleté con le calze corte? E se sì di quale lunghezza?

Potrebbero piacerci se abbinate con gusto (come in foto nella sfilata di John Galliano) alle scarpe, ma a cosa dovremmo prestare attenzione e quali sono i pro e i contro?

Il pro in realtà si riduce al mero senso estetico anche perché non sarà di certo una calza così corta a ripararci dal gelo.

I contro sono due:

- primo: la calza che si ferma alla caviglia “taglia" la gamba

- secondo: il calzino concentra l'attenzione sulla caviglia

A chi sarà quindi sconsigliato l'accostamento décolleté con le calze corte?

A quelle donne che non hanno le gambe lunghe e a coloro che non hanno un'ossatura fina.

Altro quesito sul calzino da portare con sandali o décolletté è cosa ne pensi il genere maschile

Altro quesito sul calzino da portare con sandali o décolletté è cosa ne pensi il genere maschile a riguardo.

Bene dopo tanti sondaggi fra amici, amici di amici, conoscenti, passanti e curiosi siamo giunte alla conclusione che l'universo maschile detesti questa accoppiata e che il suddetto duetto sia amato esclusivamente dalle donne e neppure da tutte.

Calze parigine e qui si apre il dibattito.C'è chi le trova volgari e chi non vi può rinunciare, ma

Calze parigine e qui si apre il dibattito.

C'è chi le trova volgari e chi non vi può rinunciare, ma probabilmente la verità sta nel mezzo e nel saperle indossare con gusto.

A metà tra autoreggenti e gambaletti, le parigine sono delle calze lunghe fin sopra al ginocchio e in alcuni casi possono arrivare a metà coscia (come il modello in foto in lana nera indossato da Elisa Sednaoui).

Ed ora concentriamoci su come indossarle.

Prima domanda: chi le può indossare? Senza dubbio solo una donna che abbia le gambe magre e affusolate perché tendono a ingrassare e a mettere in evidenza la circonferenza delle cosce.

Si comprende come si debba optare per colori scuri come il nero o il blu e ricordarsi che il bianco e il grigio chiaro tendono a evidenziare i volumi e le curve.

 

 

 

Con quale scarpe indossare le parigine?L'obiettivo è evitare di risultare volgari. In linea di mass

Con quale scarpe indossare le parigine?

L'obiettivo è evitare di risultare volgari.

In linea di massima non bisognerebbe mai abbinarle a scarpe con il tacco eccessivamente alto e troppo “provocanti".

Bandite ad esempio le scarpe con tacco 12 cm a spillo.

Sì invece a scarpe alte con tacco quadrato e medio come ad esempio stivaletti, camperos, mocassini e ballerine rialzate.

Autoreggenti sono le calze amate dalle donne e adorate dagli uomini.Sono perfette sotto abiti attill

Autoreggenti sono le calze amate dalle donne e adorate dagli uomini.

Sono perfette sotto abiti attillati dove si vedrebbero le cuciture dei collant, senza contare che una buona parte delle donne le preferisca per una questione di comodità.

I pro: piacciono a noi donne e rendono più sicura e sexy una donna che le sappia indossare.

I contro sono due.

Il primo: bisogna portarle con eleganza stando attente a non essere volgari.

Possono essere volgari se ostentate ovvero se portate con una gonna e o con un vestito che lasci scoperte le balze.

Il secondo: bisogna valutare con sincerità se ci donano.

Infatti questo tipo di calze è effettivamente sexy, ma mette in evidenza la circonferenza della coscia, andando ad accentuare le nostre rotondità e i nostri difetti.

Attenta a: l'effetto rotolo-friendly ovvero la piccola onda che si può a volte creare indossando balze autoreggenti un po' troppo strette.

Prima dell'acquisto, dunque, occhio critico e concentrato nella cabina di prova.

Se ti piace il modello in foto lo trovi da Goldepoint.

Collant sono odiati da alcune perché pizzicano, ma considerate utilissime dalle più freddolose.Que

Collant sono odiati da alcune perché pizzicano, ma considerate utilissime dalle più freddolose.

Quest'anno via libera ai collant coloratissimi, ma con le dovute accortezze.

Non farti trascinar da fashion victim impazzite e valutate con calma ogni colore prestando attenzione all'effetto sulla tua gamba.

Ad esempio, il Poppy red o rosso acceso tanto amato sulle passerelle non è il colore adatto per snellire la gamba.

Sarà meglio puntare su un colore scuro e coprente.

Superate le difficoltà della scelta del colore potrete divertirvi ad abbinare il collant colorato a un look total black o monocolore.

Se ti piace il modello in foto con motivo floreale a rilievo ton sur ton lo trovi da Goldenpoint.

Un must è il collant nero più coprente di giorno e più leggero per la sera.Le fashion victim aman

Un must è il collant nero più coprente di giorno e più leggero per la sera.

Le fashion victim amano indossare sandali coloratissimi con collant super scuri.

Sui collant si potrebbero scrivere papiri interminabili e ogni donna potrebbe dire cose differenti.

Ciò che però è assodato è che il collant a meno che non sia una calzamaglia di lana simile a quella da sci, non abbia queste grandi capacità protettive contro il freddo.

Secondo un nostro sondaggio gli orientamenti donna-calzamaglia sono due: le amanti dei collant (per

Secondo un nostro sondaggio gli orientamenti donna-calzamaglia sono due: le amanti dei collant (per cui la calzamaglia è una conditio sine qua non non si vive) e quelle che le detestano.

Le prime sono assolutamente convinte che con l'arrivo dell'autunno non si possa metter alcuna gonna senza la calzamaglia e fra queste c'è chi non si limita alla gonna e indossa la calzamaglia anche sotto il jeans e i pantaloni.

Le seconde sono le temerarie che indosserebbero la calzamaglia solo e a malincuore per sciare anche se si sono ormai rassegnate al fatto che passata la prima decade d'autunno in ambienti lavorativi sarà doveroso presentarsi in calzamaglia (qualora si indossasse una gonna o un pantalone).

Una chicca del popolo femminile anti-calzamaglie (attendibile o meno) è che l'uso delle calzamaglie perpetrato per ore seccherebbe la pelle delle gambe.

A questo punto la sera prima di andare a dormire ci si potrebbe immergere in un tubetto di crema idratante e sfidare il collant l'indomani.

Riproduzione riservata