Foulard

Foulard: istruzioni per l’uso. 10 modi per indossarlo con stile

Un (piccolo) accessorio, tanti volti. Ecco la nostra guida per indossare il foulard in modi differenti, per outfit sempre nuovi e sorprendenti

Indovina indovinello: quale accessorio è super-versatile, sempre chic e inequivocabilmente bello? Ma il foulard ovviamente!

Elegante e irresistibile - il cugino sofisticato della sciarpa - ha origini molto antiche, ma la sua essenza resta profondamente legata all’immagine degli anni ’50 e ’60. È in questo periodo infatti che il foulard conosce il suo momento di assoluta gloria, divenendo l’accessorio must-have senza rivali sfoggiato da tutte le dive-icona dell’epoca. Ed è questo forse a conferirgli un’allure senza tempo davvero inimitabile.

Avvistato al collo o tra i capelli di donne del calibro di Lauren Bacall, Grace Kelly o Bianca Jagger, il foulard diviene infatti in uno schioccar di dita simbolo inequivocabile di raffinatezza e femminilità. E questo è risaputo.
Quello che però forse non tutti sanno è che è anche l’accessorio passepartout per eccellenza, capace da solo di donare autentici twist di charme ad outfit molto differenti tra loro. Basta sapere come indossarlo.

Ecco dunque la nostra piccola guida al foulard: poche e semplici istruzioni per l’uso con dieci modi diversi per portarlo in chiavi interpretative sempre nuove e sorprendenti.
Pronta? Notes e penna alla mano e si parte: fai buona scorta di stampe e nuances e… sbizzarrisciti! Ti sveliamo come indossare un foulard in modo impeccabile!

1. Annodato al collo (alla Audrey)

Al collo, alla Audrey Hepburn. Facile e mai scontato, il grande classico del foulard annodato al collo con nodo laterale, riporta immediatamente agli anni della dolce vita e dona un tocco di charme a qualsiasi outfit.

Consigliatissimo per mise formali che richiedono una dose extra di colore, può essere indossato anche per look più casual a patto che si tratti di combo dall'allure basica e comunque classy.
Il nostro outfit del cuore? Foulard al collo, gonna midi e camicia bianca e leggera: ti sentirai immediatamente su una Vespa in “Vacanze Romane”.

Foulard al collo
Credits: Getty Images

2. In testa (alla Grace)

Un altro suggerimento su come indossare un foulard in un modo che è grande classico è il foulard portato morbido a coprire la testa: annodato sotto il mento, fissato intorno al collo oppure con i lembi che ricadono morbidi dietro le spalle. Alla Grace Kelly insomma.
Si mette con un gesto facile-facile e regala a chi lo indossa un'allure molto raffinata e un’aria un po’ misteriosa, specie se portato con gli occhiali da sole.

Sceglilo per coprire il capo al posto del cappello e abbinalo a midi-dresses dal taglio anni ’50 su look pensati per gite estive fuori porta o per mise metropolitane destinate al tempo libero, mentre nella stagione fredda potrai utilizzarlo per donare un tocco di colore (e charme) sopra a cappotti o blazers scuri. Sarai sempre la più chic.

Foulard in testa
Credits: Getty Images

3. Sulle scollature

In caso di scollo profondo un foulard può essere un utile alleato per arricchire il décolleté (e il look). Ci avevi mai pensato? Indossalo annodato sul davanti - come sciarpetta o a mo’ di collana - sotto a una camicia bianca, a un blazer o a uno abito con scollo a “V”. Ti accorgerai che è davvero l’accessorio che completa qualsiasi outfit.

Il tocco in più? Invece di annodarlo, fissalo con una spilla particolare o con un prezioso ferma-foulard: diventerà un vero e proprio gioiello tutto da sfoggiare.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

4. Come fascia per i capelli

Con i capelli sciolti oppure legati non importa: il foulard indossato come fascia è sempre la quintessenza dello chic.
Sceglilo come accessorio per i capelli - al posto del più scontato cerchietto - quando la mise è tinta unita e ha bisogno di un twist, cromatico e di carattere.

Fai in modo quindi che il foulard in questione riporti una stampa vivace, ma assolutamente coordinabile con il resto dell'outfit. E il gioco è fatto.
Il fiocco? Questione di gusti (e di look): potrà essere portato di lato oppure dietro la nuca. A te la scelta!

Foulard fascia
Credits: Getty Images

5. Come un turbante

È decisamente una delle alternative di maggior carattere per portare il proprio foulard: a turbante.
Si tratta di una proposta sempre attuale e mai scontata, perfetta per arricchire di charme e personalità anche i look più sporty o basici.

Se a questo si somma il superpotere di aggiungere istantaneamente volume extra anche a capigliature un po’ piatte, possiamo dire con certezza che è impossibile non amare questo modo di portare il foulard.
Prova: non ne potrai più fare a meno!

Foulard turbante
Credits: Getty Images

6. Piratessa-style

L’esigenza è inversa? Meno volume, più ordine in testa (se non tra i pensieri, almeno tra i capelli) e altrettanta personalità? No problem: ci pensa (ancora) il foulard.

Per look non troppo formali ma carichi di stile allo stato purissimo, indossalo a mo’ di piratessa, come una versione femminile e 2.0 di Hook.  
È facilissimo: tendi bene il tuo foulard sulla testa e annodalo basso dietro la nuca.  Non ci sono dubbi: sarai la più chic dei sette mari.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

7. In combinata col cappello

Sotto o sopra non importa: la combo col cappello è una delle alternative più chic per indossare il proprio foulard. Come?

Sfoggia il tuo foulard preferito (annodandolo come Grace Kelly o come una piratessa, fai tu) sotto a un fedora leggero per un effetto molto particolare e un po’ retrò.
Per look più semplici, ma ugualmente chic, annodalo invece intorno alla corona di un panama in paglia.

Ti basterà sostituire il foulard in base alla mise e ti sembrerà di avere a disposizione un cappello sempre nuovo.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

8. Come cintura

Come risolvere l’annoso problema di look monocromatici e troppo noiosi? Che tu stia indossando un abito che necessita di segnare il punto vita, un blazer oppure un paio di pantaloni, tira fuori dal guardaroba ancora una volta tuo foulard e ripensalo in chiave cintura. Et voilà, il gioco è fatto.

Si tratta di una rivisitazione facile-facile - da indossare in tutte le situazioni e in tutte le salse - che sa alzare di molto l’asticella dello charme e a bassissimo tasso di rischio. Provare per credere.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

9. Annodato sulla borsa

Un segno di classe indiscussa, perfetto per regalare un “quid” in più a una borsa a mano. Specie se classica.

Un foulard annodato alla borsetta dona colore, charme e può coordinarsi alla perfezione con ciò che indossi, rendendo di fatto anche la borsa più versatile.
Insomma, un trucco che ci arriva dalle grandi dive degli anni ‘60 per un piccolo-grande twist di personalità.

Foulard sulla borsa
Credits: Getty Images

10. Intrecciato o annodato tra i capelli

Non hai l’elastico per i capelli? Meglio! No, non siamo impazziti. Un foulard in seta è la scelta giusta anche quando vuoi raccogliere i capelli. Con stile, of course. Ma come indossare un foulard tra i capelli? È semplicissimo.

Va intrecciato insieme ai capelli a donare un tocco di colore tutto nuovo alla tua treccia, oppure annodato per raccogliere la chioma in una coda o in uno chignon, un foulard colorato è la scelta più raffinata e meno scontata anche per il finish dell’hairstyling.

Foulard sui capelli
Credits: Getty Images

Se hai trovato utili i nostri consigli di stile su come indossare un foulard, potrebbe interessarti anche Da Oriente a… Occidente: il turbante è in “testa” ai must (e non solo) dell’estate.

Riproduzione riservata