Tutte le app per vendere i tuoi vestiti online

Sei pronta a svuotare il tuo vecchio guardaroba con un solo click? Ci sono in sacco di piattaforme che ti permettono di farlo in modo facile e velocissimo

Hai mai pensato di vendere i tuoi capi tramite una app? E di acquistarli? Oggi ci sono tantissime applicazioni per il telefono che ti permettono di fare shopping direttamente dal tuo smartphone o appunto di liberarti di ciò che non indossi più. Dimenticati però dei classici e noiosi e-commerce e pensa più a delle community, a dei veri e propri social network dove prendere anche ispirazione per i propri look. Ce ne sono davvero tante e ognuna ha le sue peculiarità, ma sono davvero tutte facili da utilizzare.

Depop

La più facile è sicuramente Depop, se non altro perché la configurazione grafica è molto simile a quella di Instagram e quindi facile da utilizzare e accattivante al punto giusto. Un puzzle di foto dove puoi vedere capi e accessori di ogni tipo ma super glam, spesso anche indossati per far capire la resa, proprio come sulle riviste patinate. Comprare è dunque facilissimo e molto invitante, ma anche vendere i propri prodotti è altrettanto veloce. Basta iscriversi alla piattaforma, inserire le foto e corredarle con una descrizione accattivante e i giusti tag per far trovare più facilmente le scarpe o le maglie che vuoi vendere. La app, nata in Italia, si prende solo il 10% di commissione su ogni pezzo venduto.

Svuotaly

È made in Italy anche Svuotaly, un’applicazione che di fatto ti permette di svuotare il tuo armadio comodamente da casa tua. Lo stile è più basic e la qualità delle foto non è altissima, ma le schede che descrivono i prodotti che vuoi vendere sono molto dettagliate e permettono al cliente di avere un sacco di informazioni utili sul giaccone o sulla borsa che vuole acquistare. Tu di fatto, una volta entrata nella community, puoi ricreare il tuo guardaroba sulla piattaforma e mettere a disposizione tutti i vestiti e gli accessori in buono stato che ti sei stufata di indossare. Non si prendono nessuna commissione e c’è anche una possibilità molto interessante, ovvero quella di poter letteralmente barattare i propri capi con quelli di un’altro utente. Un baratto 2.0 insomma!

Rebelle

C’è poi Rebelle, che quest’ano festeggia cinque anni dalla sua nascita. Anche qui si possono vendere e acquistare capi griffati, con una particolare attenzione per il vintage. Prodotti d’antan dunque, dalle scarpette Chanel alle immancabili borse di Louis Vuitton, selezionati accuratamente da un team di esperti. L’idea di questo e-commerce è venuta a Cécile Wickmann, che non riusciva a trovare un modo veloce per vendere i propri capi e così ha pensato di creare la propria start-up. Un’idea che funziona molto bene, vendendo in oltre 29 paesi in tutto il mondo. Per festeggiare il quinto anniversario, Rebelle ha creato un packaging originale creato dall’artista di graffiti Tronje Thole van Ellen. Un modo super chic per celebrare i suoi clienti e perfettamente in linea con lo stile dell’azienda. Se riesci a vendere qualcosa, ricorda che Rebelle tratterrà una cifra tra il 17% e il 40% del prezzo del prodotto.

E-bay

Il più classico e più conosciuto sistema di vendita di cose usate è sicuramente E-bay, che anche con la sua applicazione, ti permette di farlo facilmente anche dal tuo smartphone. La sezione dedicata all’abbigliamento è piena di offerte e lì potrai anche inserire quei pantaloni o quei pullover di cui ti vuoi sbarazzare, anche firmati. Sono tantissimi gli utenti che si iscrivono e che da anni commerciano i propri vestiti. Provare per credere.

Vestiaire collective

Anche gli abiti firmati hanno un loro mercato nell’usato, anzi forse sono i più ambiti e ricercati. Così Vestiaire collective, ha pensato di dedicare un’intera piattaforma a chi desidera vendere quel tubino griffato che non mette più o quelle scarpe ricercatissime che però ti sei stufata di indossare. La ricerca dei prodotti è accuratissima e una volta iscritta verrai seguita passo passo nella vendita dei prodotti che vuoi proporre. Lo staff infatti seleziona accuratamente quelli più adatti è più richiesti dalla community, che dovrai inviare gratuitamente al loro quartier generale, dove dopo un’attenta valutazione dello stato in cui sono, verranno smistati secondo le richieste e spediti dalla app francese direttamente al cliente finale. Questo comporta però una commissione che va dal 18% al 50% in base al valore della merce.

Videdressing

È molto suggestivo e facile da navigare anche Videdressing, che ti permette di proporre i tuoi capi firmati in un contesto fresco e molto glam. Ci sono abiti sia da uomini che da donna, così come gli accessori più chic, rigorosamente usati, dalle cinture di Hermes alle borsette di Gucci. Si possono trovare anche cose di collezioni più recenti ed è facilissima da utilizzare, sia per chi compra, che per chi vende. Ti basterà iscriverti e inserire le foto di quello che vuoi proporre, che deve essere reso accattivante da scatti perfetti. Sul sito per altro c’è anche una guida su come ottenere una resa perfetta. Prendi appunti!

Riproduzione riservata