15 libri di moda da leggere in questi giorni (a casa)

In questi giorni in cui bisogna restare a casa e si ha quindi più tempo per leggere, concedetevi la compagnia dei migliori titoli di fashion book. Per imparare la storia della moda, i segreti dello stile e lezioni di charme davvero uniche

L’isolamento di questi giorni che ci costringe a casa per l’emergenza Coronavirus ha un unico pro, ossia permetterci di leggere di più.
I libri sono un bene inestimabile nonché primario: cibo per l’anima, nutrimento per il cervello, carburante per le idee…
Un buon libro diventa il miglior amico con cui trascorrere pomeriggi e serate di questo difficile periodo.
E se siete appassionate di moda, un buon libro che tratta proprio di fashion diventa il best friend forever che vi salverà un po’ l’umore di questi terribili giorni.

Dai titoli che raccontano la storia della moda a quelli che spiegano la psicologia che sta alla base delle scelte stilistiche, ce n’è per ogni gusto, guardaroba e curiosità.

Ecco i 15 libri di moda da leggere in questi giorni.


"Moda: dalla nascita della haute couture a oggi" di Sofia Gnoli  

Per sapere vita, morte e miracoli della moda internazionale, "Moda: dalla nascita della haute couture a oggi" di Sofia Gnoli è la Bibbia che state cercando.

Questo volume ripercorre la storia fashion dai suoi albori, a partire da Charles Frederich Worth (il primo sarto non più considerato un artigiano ma proprio un designer ante litteram di stili e fogge) fino ad arrivare all’epoca contemporanea. Vengono raccontate le storie di tanti mostri sacri delle passerelle mondiali, da Chanel a Dior, da Armani a Valentino, da Gucci a Prada, ricostruendo le tappe fondamentali dell’evoluzione della moda e del passaggio epocale dalla haute couture al pret-à-porter. Si arriva infine alla globalizzazione e alla fast fashion che caratterizzano il primo decennio del Duemila.

"Moda: dalla nascita della haute couture a oggi" è il libro da tenere sempre sul comodino per consultazioni veloci se si vuole essere considerate davvero delle intenditrici (e conoscitrici) di moda. Un viaggio emozionante che tocca ogni tappa cruciale, senza tralasciare niente e nessuno.

"Moda: la storia completa" a cura di Marnie Fogg

Un altro capitolo fondamentale della letteratura fashion è "Moda: la storia completa" a cura di Marnie Fogg.
Questo libro ripercorre l'evoluzione della moda dalle origini alla contemporaneità, delineando il percorso che ha portato un bisogno primario, quello di coprirsi per ripararsi dalle intemperie, a diventare uno status symbol e una passione.

La moda è diventata gradualmente un tratto essenziale di ogni civiltà e continua ancora oggi a identificare e appassionare le persone di ogni età e ceto sociale.
Dai telai a mano ai macchinari più moderni, dalle fibre naturali ai nuovi tessuti tecnici, dagli abiti su misura al prêt-à-porter e ai consumi di massa, ogni aspetto della moda viene scandagliato e inserito nel contesto storico e sociale che l'ha prodotto.
Non mancano nemmeno i collegamenti con l'arte e l'architettura, per delineare il ruolo cruciale della moda nella società dell'immagine sotto ogni aspetto.

Se volete conoscere non solo la storia della moda ma anche la preistoria, quella fatta di gonnellini di pelle per riparare le parti intime, allora "Moda: la storia completa" a cura di Marnie Fogg deve fare parte assolutamente della vostra libreria.

"Il dizionario della moda" di Mariella Lorusso  

"Il Dizionario della moda" di Mariella Lorusso è lo strumento imprescindibile per gli addetti ai lavori e gli studenti del settore della moda. Contiene tutta la terminologia necessaria per chi usa l'inglese per lavoro o per studio, dall’abbigliamento agli accessori, dai gioielli ai tessuti, dalle tecniche di lavoro al marketing e alla comunicazione pubblicitaria.

L'opera comprende anche indicazioni grammaticali, più di 30.000 lemmi e locuzioni, corredati da 300 illustrazioni di stili, capi di abbigliamento, accessori e tecniche, con terminologia sia in inglese sia in italiano.
Dulcis in fundo, 2000 frasi esemplificative che vi aiuteranno in qualsiasi occasione.

Come si chiama in inglese lo smoking e come si può descrivere lo spacco di una gonna? Che cosa sono lo scallop stitch e il penny loafer? Ma anche che tipo di acconciatura è un crew cut?
Se avete qualsiasi dubbio inglese a tema fashion, "Il Dizionario della moda" di Mariella Lorusso lo fugherà. Garantito!

"Breve storia della moda in Italia" di Maria Giuseppina Muzzarelli  

Maria Giuseppina Muzzarelli è una delle principali storiche italiane della moda e firma un testo che tutti dovrebbero leggere per capire davvero cosa si cela dietro a quell’etichetta che ci rende celebri in tutto il mondo: made in Italy.

"Breve storia della moda in Italia" racconta di come la moda nostrana affonda le radici nel Medievo, ripercorrendone l’evoluzione con quel pizzico di curiosità e leggerezza che rende la lettura appassionante e scorrevole.

Dopo aver identificato le diverse epoche della moda, segnate volta a volta dall'influenza dell'Italia, della Spagna e della Francia, l'autrice si sofferma sull’evoluzione del ruolo dei sarti, da artigiani a stilisti, sull'uso degli abiti per segnare appartenenze di luogo e status fino a toccare il succedersi del gusto per i colori, le righe, le fogge larghe o aderenti, i busti e le crinoline.

Tutto quello che avete voluto sempre sapere sulla moda de noantri (ma non avete mai osato chiedere) lo trovate in "Breve storia della moda in Italia" di Maria Giuseppina Muzzarelli. Da imparare a memoria.

"Audrey e la moda" di Cindy De La Hoz  

Una raccolta di immagini in cui la divina Audrey Hepburn compare dentro e fuori dal set a fianco di Humphrey Bogart, Fred Astaire, Gary Cooper e Peter O'Toole, sullo sfondo di quelle fascinose atmosfere degli anni '50 e '60.

Ma non solo immagini: anche tanto racconto, una narrazione emozionante da leggere tutta d’un fiato per capire come Audrey è riuscita a diventare Audrey. Ecco cos’è "Audrey e la moda" di Cindy De La Hoz.

Inconsapevole del suo fascino e profondamente diversa dalle dive hollywoodiane (né bionda né prosperosa come Marilyn, né capricciosa né seduttiva come Elizabeth Taylor), la Hepburn è riuscita a conquistare tutti con un fisico esile e un fascino vagamente androgino che in quell’epoca pareva inedito, sul red carpet almeno.

Finite le riprese di “Vacanze romane”, un promettente stilista parigino (Hubert de Givenchy) rimane folgorato dalla sua bellezza e da quella sua aria così fresca e sbarazzina. Capelli corti, pantaloni a sigaretta e paglietta da gondoliere: wow! Da quel giorno Givenchy diventerà il suo maestro di eleganza e le permetterà di elaborare uno stile unico e personale, quello che diventerà la cifra stilistica dell’attrice.

In "Vacanze romane", "Sabrina", "Cenerentola a Parigi" e "Colazione da Tiffany" la Hepburn spiazzerà i costumisti di Hollywood imponendo il suo look. Che - spoiler - diventerà leggenda.

"Audrey e la moda" di Cindy De La Hoz è il libro che ameranno tutte le fan dello stile disinvolto à la francese, quello a cui la Hepburn guardava. E chi ama il french style non può non adorare lei, la Audrey che - benché britannica - lo incarna in maniera così perfetta.

"Storia della moda" di Enrica Morini  

Un libro che racconta in maniera approfondita ogni aspetto dell’evoluzione del fashion è "Storia della moda" di Enrica Morini.
Il volume ripercorre gli ultimi tre secoli, periodo in cui è nata la moda moderna.
Uscita dalle corti, la moda moderna ha accompagnato tutte le trasformazioni sociali, raggiungendo un numero sempre maggiore di persone fino a diventare un fenomeno di massa.
Contrariamente a quanto avveniva prima, la moda moderna ha attribuito un ruolo top all'aspetto creativo. I couturier delle maison parigine e gli stilisti sono spesso stati gli interpreti del nuovo e molti di loro sono diventati nomi indissolubilmente legati ai più importanti cambiamenti culturali e di stile di vita che si sono verificati dalla metà dell'Ottocento a oggi.

La moda moderna è nata a Parigi e lì è rimasta per più di due secoli ma nel corso del Novecento altri centri hanno saputo interpretare meglio o in modo più tempestivo i mutamenti in atto: New York, Firenze, Roma, Londra, Milano e poi ancora Parigi.

Se volete godervi un viaggio temporale e spaziale che ripercorre ogni tappa fashion, "Storia della moda" di Enrica Morini è il biglietto solo andata che vi ci vuole.

"Gucci. La vera storia di una dinastia di successo" di Patrizia Gucci

"Oggi Gucci è una multinazionale, ma con noi non c'entra più nulla. L'ultima volta che sono entrata nel negozio, in incognito, nessuno mi ha riconosciuta, e la ferita nel mio cuore si è riaperta. Per questo voglio raccontare e ripercorrere come testimone la storia della mia famiglia... Sono orgogliosa di essere una Gucci, di aver ereditato un patrimonio, qualunque esso sia, umano, di carattere, di stile e creatività e voglio che la memoria di quella grande storia resti fissata nel tempo".

Con questa introduzione Patrizia Gucci apre il suo memoir dal titolo "Gucci. La vera storia di una dinastia di successo".
Dalla fondazione dell'azienda da parte del bisnonno Guccio alla storia d'amore dei genitori Paolo e Yvonne fino agli anni di lavoro a Firenze e all'estero, Patrizia Gucci ripercorre lungo il filo della memoria la storia di una delle dinastie di maggior successo dell'imprenditoria italiana.

Ricordi personali e riflessioni si affiancano al racconto della nascita dell'azienda e della creazione dei modelli diventati oggetti di culto in tutto il mondo. Non mancano i momenti dolorosi, come i difficili rapporti con il padre Paolo o la tragica scomparsa del cugino Maurizio. E nemmeno i contrasti tra i fratelli e tra padri e figli che porteranno alla vendita dell'azienda.

Per la prima volta una Gucci racconta in prima persona la vera storia della famiglia e della creazione di uno dei marchi italiani più noti al mondo, sinonimo di intramontabile eleganza.
"Gucci. La vera storia di una dinastia di successo" di Patrizia Gucci è il libro da divorare se amate le storie di genio creativo, imprenditoria, fiuto e originalità. Oltre che l’ingrediente fondamentale: la moda.

"Chanel. Una vita da favola" di Alfonso Signorini

Il nome sinonimo di eleganza è lei: Coco Chanel.
Se amate questo mostro sacro della moda (perché c’è chi non la ama?), allora "Chanel. Una vita da favola" di Alfonso Signorini è la lettura perfetta per voi.

Questo libro racconta il talento straordinario di una donna nata senza privilegi che affronterà sfide, aspirazioni, drammi familiari e tragedie epocali a testa alta, con quello charme che da sempre è la sua cifra stilistica.
Un'infanzia e un'adolescenza sfigurate dalla tristezza dopo le quali la "sartina di campagna" comincerà a farsi strada, trovando l'amore e trionfando nel mondo della moda con creazioni piene di fantasia e di raffinatezza.
Signorini parla poi del successo, delle sue frequentazioni famose con gente del calibro di Stravinskij, Cocteau e Picasso.
La vita di Mademoiselle Gabrielle viene raccontata con fedeltà e simpatia, insinuandosi con abilità e garbo nelle piaghe più profonde di questo genio creativo fino a coglierne i tratti umorali, i sentimenti e la creatività travolgente.
"Chanel. Una vita da favola" di Alfonso Signorini vi stregherà a ogni pagina, sappiatelo.

"Dior. Seventy Years of Haute Couture" di Katie Somerville, Lydia Kamitsis, Danielle Whitfield

Per rimanere in tema “moda francese” c’è anche "Dior. Seventy Years of Haute Couture" di Katie Somerville, Lydia Kamitsis, Danielle Whitfield.
Un testo fondamentale per capire l’essenza dello charme puro, quella che da sempre ha fatto da materia prima alla Maison francese messa a titolo.

Sette anni di creazioni da sogno ripercorsi in maniera dettagliata ed entusiasmante, con foto di repertorio che immortalano gli abiti da sogno e le tappe principali dell’arte firmata Dior.

Se amate l’atelier e l’eleganza, "Dior. Seventy Years of Haute Couture" di Katie Somerville, Lydia Kamitsis, Danielle Whitfield non può mancare all’appello tra le vostre letture.

"Schiaparelli & The Artists" di André Leon Talley

"Schiaparelli & The Artists" di André Leon Talley parla di lei, della mitica Elsa Schiaparelli, la stilista che insieme a Coco Chanel viene considerata all’unanimità una delle più influenti figure della moda nel periodo fra le due guerre mondiali.

A lei si devono cose come il rosa shocking, per dire. Questa stilista è celebre per avere collaborato con tantissimi artisti di punta di quegli anni e "Schiaparelli & The Artists" parla proprio dei suoi legami con Salvador Dalí, Alberto Giacometti e Leonor Fini. Le sue creazioni furono largamente influenzate dai surrealisti e ha disegnato anche i costumi di diversi film.

Non potete non adorare le pagine di questo masterpiece di "fashion literature"! Lasciatevi estasiare dall’incredibile storia di questa donna anticonformista.

"Similitudini. L'arte della calzatura italiana" di Giovanni Gastel

"Similitudini. L'arte della calzatura italiana" di Giovanni Gastel è il mondo della calzatura made in Italy visto e interpretato da Giovanni Gastel, fotografo di moda quotato a livello internazionale.

Un degno tributo quell'eccellenza manifatturiera italiana che è sinonimo di stile, eleganza e creatività.
Negli splendidi scatti che si susseguono, il fotografo accosta esemplari di scarpe da uomo, da donna e da bambino a oggetti comuni che li ricordano per forma, colore o texture.

Un modo originale ed elegante di rendere omaggio a 87 brand del settore calzaturiero italiano. Il volume è stato realizzato con la collaborazione di ANCI (Associazione Nazionale dei Calzaturifici Italiani) e di The MICAM, la fiera internazionale leader del settore. Introduce il volume una prefazione della giornalista Giusi Ferré.

Se anche voi come Carrie Bradshaw siete innamorate pazze delle scarpe, allora "Similitudini. L'arte della calzatura italiana" di Giovanni Gastel vi inebrierà dall’incipit al the end.

"Gio-Graphy. Fun in the Wild World of Fashion" di Giovanna Battaglia

"Gio-Graphy: Fun in the Wild World of Fashion" è il primo libro firmato da Giovanna Battaglia Engelbert, fashion editor e stylist italiana incoronata “cyber-icona” dal New York Times e apprezzata per il suo stile caleidoscopico e fuori dagli schemi. 

Si tratta di una guida frizzante e divertente sui look da indossare nelle varie occasioni, un vero e proprio vademecum che spiga step by step come andare alla toilette con un long dress da sera e come fare di tutto e di più a seconda di ciò che si indossa.

Se amate la mitica Giovanna Battaglia, la seguite su Instagram (il suo account è Bat_Gio) ed è per voi un’ispirazione glamour costante, allora cosa aspettate? Leggete subito "Gio-Graphy: Fun in the Wild World of Fashion"!

"La Parigina - Guida allo chic" di Ines de La Fressange e Sophie Gachet

L’icona dell’eleganza di stampo francese Ines de la Fressange ci racconta assieme alla sua amica, la giornalista Sophie Cachet, come si diventa una parigina DOC.

"La Parigina - Guida allo chic" di Ines de La Fressange e Sophie Gachet offre consigli di stile e bellezza raccolti in anni e anni trascorsi nel mondo della moda.

Insegna a vestirsi come una francese chic costruendo un guardaroba basato soltanto su sette capi basici, da movimentare con accessori da capogiro per un mix & match sempre impeccabile.
Le preferenze di Ines de La Fressange in fatto di abiti, prodotti di bellezza e home decor sono illustrate da foto di moda di sua figlia e da istantanee e disegni della stessa Ines.
Il volume comprende una guida agli indirizzi top parigini di Ines: alberghi, ristoranti, luoghi insoliti da visitare…

Volete essere disinvolte, charmant, à la page e divine come una parigina? E non una parigina qualsiasi ma proprio Ines de La Fressange? Allora "La Parigina - Guida allo chic" dovrà diventare il vostro “guru book”!

"Psicologia dell’abbigliamento" di John Carl Flugel

"Psicologia dell’abbigliamento" di John Carl Flugel è considerato un testo fondamentale per almeno tre motivi: è il libro più originale e approfondito sugli aspetti psicologici della moda; costituisce la prima applicazione sistematica della teoria psicoanalitica al fenomeno del vestire; prevede esattamente l'evoluzione della moda.

L'opera si sviluppa attraverso l'analisi delle tre fondamentali motivazioni profonde che stanno alla base dell'abbigliamento: la decorazione, il pudore e la protezione. Il conflitto tra "decorazione" e "pudore" e il compromesso che ne deriva costituiscono il punto chiave della psicologia del vestire.

Come il sintomo nevrotico, anche l'abito è un compromesso risolutivo tra impulsi inconsci in conflitto insomma.
Flügel analizza i vari tipi di abbigliamento, delle forze e delle vicissitudini della moda, dell'evoluzione dell'abbigliamento, della sua etica e del suo futuro.
Volete capire davvero perché non riuscite a fare a meno di comprare l’ennesimo paio di scarpe? Allora leggete "Psicologia dell’abbigliamento" di John Carl Flugel. Magari vi farà “guarire” dallo shopping compulsivo, chissà...

"La moda è un romanzo" di Fabiana Giacomotti

Amanti di moda e di letteratura, ecco il libro che stavate cercando: "La moda è un romanzo" di Fabiana Giacomotti!

Attraverso il racconto della moda e dei suoi dettagli, i grandi autori non raccontano solo storie e personaggi ma svelano molto di sé e della propria epoca. Prendendo spunto da romanzi, poesie e autobiografie della grande tradizione letteraria occidentale degli ultimi tre secoli (con qualche incursione nel cinema), "La moda è un romanzo” racconta i segreti degli abiti che indossiamo ogni giorno, qual è stata la loro evoluzione e come hanno contribuito a rendere vivi e indimenticabili i personaggi più amati della letteratura.

Da Anna Karenina a Holly Golightly di "Colazione da Tiffany", da Ellen Olenska dell'"Età dell'innocenza" a Emma Bovary, sono tanti i personaggi letterari protagonisti di questa antologia insolita. Un testo perfetto per avvicinare gli appassionati di moda alla letteratura e gli appassionati di letteratura alla moda.

Non ci resta che augurarvi buona lettura. Godetevi una full immersion lettararia nel fashion più glam che ci sia!

Riproduzione riservata