cover materassi

Materassi: gli alleati del tuo benessere

Progettati per assecondare il riposo in perfetto relax, hanno “personalità” diverse. Leggi qui i loro identikit.

Materasso a molle Sealy

A MOLLE
È il più diffuso. La qualità dipende dal numero di molle, il singolo deve averne almeno 192, il matrimoniale 384. Sono fatte con filo di acciaio di vario spessore, secondo numero e tipo. Le più semplici sono collegate tra loro, le più evolute sono insacchettate, hanno movimenti indipendenti, si adattano meglio al peso e alla forma del corpo e ne seguono i movimenti. La struttura è inserita in strati isolanti di lattice, feltro di cotone, poliuretano e altri materiali che ammortizzano e isolano.

A MOLLE: IL CLASSICO SI FA TECNO
Le molle sono insacchettate a una a una, con 5 zone differenziate. Sui lati strati di lattice e di fibra anallergica, altezza 26 cm. 9 misure. Unico, Sealy, da euro 458.

Materasso a molle Ennerev

Speciali le molle in materiale termoplastico, con movimenti indipendenti, adattabili al peso. Imbottitura in fibra Ingeo al mais, lavabile e riciclabile. Xtraordinario, Ennerev, ogni misura, da euro 858.

Materasso in lattice Innergetic

Innergetic, un nuovo tipo di lavorazione lo rende adattabile a peso e statura, e in più ha 10 zone di diversa portanza; la fodera è sfilabile e lavabile a 60°. In ogni misura. Fortune, Bedding, da euro 783.

Materasso sintetico Frauflex

SINTETICO
Dedicato agli allergici (e non), è in schiuma di poliuretano espanso con acqua e in altre molecole di ultima generazione (come Waterlily). È antiacaro, antibatterico, non assorbe sudore e umidità e, se di buona qualità, non produce polvere, è riciclabile.

I NUOVI SINTETICI
Inserto e piano-riposo sono in Waterlily, bugnato e termosensibile: prende la forma del corpo e fa un lieve massaggio. Imbottito in cotone e lana, è in ogni misura. Impronta ML SEI, Frauflex, da euro 652.

Materasso sintetico Frauflex

Tutto in Waterlily, su un lato è dotato di particolare elasticità, e ha 5 zone di diversa portanza. In tutte le misure. Ergosan, Frauflex, da euro 540.

Materasso termosensibile Falomo

TERMOSENSIBILE
Il suo nome è “visco-elastico”. Intelligente, con il calore prende la forma del corpo, lo accoglie e sostiene senza farlo sprofondare, per poi tornare piano perché dotato di “memoria”. Facilita i movimenti, non comprime e quindi agevola la circolazione. È usato soprattutto come strato sopra altri materiali, per migliorarne il comfort.

Ecologico, con doppio strato in schiuma derivata dalla soia che si modella sul corpo, con zone differenziate. Fodera in seta e fibra di bamboo, rilassante, lavabile. Obiettivo Salute, Falomo, da euro 878.

Materasso termosensibile Salus

Sul supporto in resina espansa ad acqua, imbottitura in “Memory Salus”, anallergica. Fodera antiacaro con fibre d’argento antistress. Amanpuri HS, Salus, da euro 477.

Materasso futon Cinius

FUTON
Sottile, flessibile, arrotolabile, arriva dall’Oriente. È fatto con falde di puro cotone che non infeltriscono, trapuntate e stabili. A volte ha strati interni di lattice e cocco. Si usa sopra una  base rigida e aerata, come il tatami, intrecciato con paglia di riso.

Tutto naturale, quindi traspirante, in estate è fresco e d’inverno è coccoloso e mantiene il calore. Fatto con falde di puro cotone trapuntate, per aumentare il comfort può avere inserti in altri materiali naturali (lattice e cocco). Singolo e matrimoniale: Futon, Cinius, da euro 180.

Riproduzione riservata