10 cose da sapere su Giorgio Armani

Gli esordi di Giorgio Armani Credits: Getty Images
01/10
Foto

Dopo aver lasciato gli studi in Medicina, Giorgio Armani si è affacciato al mondo della moda, lavorando agli inizi degli anni Sessanta come vetrinista presso La Rinascente. Poi nel 1965 inizia a lavorare come stilista per la linea Cerruti e successivamente come freelance per alcuni marchi, dove disegna soprattutto capi maschili. Nel 1975, però, fonda l'azienda che porta il suo nome e sfila con una collezione maschile e una femminile.

Breve storia per immagini di uno degli stilisti simbolo della moda italiana, dal guardaroba fluido alla predilezione per il blu notte

Giorgio Armani è uno degli stilisti italiani più amati e apprezzati nel mondo e in più di quarant'anni è riuscito a imporre uno stile molto riconoscibile.

Da quando nel 1975 ha aperto la sua azienda con le prime collezioni, ha rivoluzionato la femminilità, rendendo originale il tailleur pantalone da portare in ufficio ma anche nel tempo libero. Le sue linee morbide ma definite e i colori neutri sono da sempre il tratto distintivo di Armani, che oggi disegna circa dieci collezioni l'anno per le sue linee Giorgio Armani, Emporio Armani e Armani Privé.

Amato dalle star internazionali, ha vestito i simboli della femminilità italiana come Sofia Loren e Claudia Cardinale, ma ha disegnato gli abiti anche per Alicia Keys e Lady Gaga. Sfoglia la gallery e scopri la storia di Re Giorgio in dieci fotografie simbolo!

Riproduzione riservata