abito

Scopri l’abito che valorizza la tua body shape e fattelo amico per sempre!

Un vestito scelto bene può donarvi una silhouette molto ma molto migliorata. Ogni modello, taglio e lunghezza, infatti, è in grado di valorizzare meglio una determinata fisicità. Ecco la guida per trovare il dress più adatto alle proprie forme, quello che le farà risaltare in tutto il loro splendore

L’abito non fa il monaco ma di certo fa il fisico. Un vestito è in grado di valorizzare la body shape, migliorandola tantissimo e facendovi risultare a prova di Photoshop.

Ciascun modello, ogni taglio e una determinata lunghezza calzano a pennello a una certa silhouette, facendola risultare perfetta. Quindi non va bene qualsiasi abito: per ogni fisicità ce ne è uno particolarmente adatto, pronto a essere indossato per farvi sembrare bellissime. Anzi: non sembrare ma essere! E che ci sia attenzione anche nella scelta del colore

Chi è curvy e vuole nasconderlo troverà il proprio best friend nell’abito-tunica ampio; chi invece vuole fare risaltare le curve ha come alleato il tubino aderente; chi vuole guadagnare qualche centimetro di altezza ha dalla propria parte il wrap dress…

A ciascuna il proprio abito, insomma. Volete scoprire come scovare quello più adatto a voi e incoronarlo migliore amico fashion? Ecco la guida in cui vi spieghiamo passo dopo passo come trovare il vestito più adatto alla vostra body shape. Non sbaglierete mai più, garantito.

 

L’abito a portafoglio per slanciare e sembrare più alte

Il cosiddetto wrap dress è l’abito che non può mancare nel guardaroba delle petite e, in generale, di chiunque abbia voglia di dare un po’ di slancio alla linea. Un vestito a portafoglio, infatti, ha il pro di riuscire a creare un gioco ottico tale da snellire il giro vita e simulare un’altezza “ritoccata”.

Il taglio a vestaglia annodata è in grado di regalare almeno un paio di centimetri in più di altezza (che diventano anche tre o quattro se calzerete scarpe con il tacco).
Scegliete colori chiari se non cercate anche un risultato smagrente altrimenti la palette cromatica degli scuri, nero in primis, vi donerà anche uno slim effect notevole.

 

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

L’abito ampio per nascondere le forme

Il vestito ampio dal taglio a tunica, svasato o dritto a seconda dell’effetto che si vuole perseguire, è l’escamotage fashion per non rivelare quello che c’è sotto. Se volete nascondere la vostra fisicità, questo abito è l’ideale.

Non va a braccetto solamente con silhouette curvy: spesso anche chi è molto magra vuole sfumare la propria linea, rendendola indecifrabile agli occhi altrui con una veste leggiadra. Oltre a nascondere qualsiasi tipo di difetto, dai cuscinetti fino alle poche curve, l’abito ampio è un’ottima “arma di seduzione di massa”…

Il vedo-non-vedo che provoca è ben lontano da quello tipico del trasparente e traforato: con discrezione ed eleganza, la tunica rivela qualche dettaglio del corpo durante i movimenti, avvolgendo la silhouette in maniera soft senza rivelare troppo.

Quindi non solo un trick per sembrare più magre o meno magre, a seconda delle esigenze, ma anche un modo per creare più mistero. E sensualità.

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Fantasie di tendenza per nascondere difettucci

L’altra migliore amica di chi vuole correggere qualche difetto è “lei”: sua maestà la fantasia fashion!
Un abito decorato con i motivi più trendy equivale a uno strumento infallibile per distogliere lo sguardo dai punti critici. Il disegno alla moda catalizzerà tutto su si sé, lasciandovi libere di non tenere la pancia in dentro o il petto in fuori, per dire.

Armatevi quindi delle tele giuste, ossia dei vestiti che mostrano le fantasie di tendenza della stagione. Per non sbagliare mai, andate sul floreale, sul check e sul pois. Non c’è anno né stagione in cui queste stampe siano fuori moda quindi non potrete fare scivoloni fashion.

Il floreal print è perfetto per la primavera e per l’estate, riossigenando letteralmente la vostra figura dopo il letargo invernale. I quadretti in salsa tartan, dal retrogusto scozzese oppure francese se scelti Vichy, creano una base perfetta per sembrare sia più alte sia più snelle: la quadrettatura e il geometrismo che ne deriva danno l’illusione ottica di una silhouette più rigorosa.

I polka-dot invece stanno bene a tutti ma in particolare a chi ricerca un effetto curvy: la rotondità del pallino a pois suggerisce all’occhio e alla mente di chi guarda un sentore di morbidezza e di sinuosità.

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Finish lucido per fare risaltare le forme

A proposito di sinuosità, non c’è miglior modo per elevarla all’ennesima potenza di una texture dal finish lucido.
Un abito satinato, in raso, seta o anche pelle, ha il pregio di ammorbidire incredibilmente la body shape, sfumando i punti critici e rendendoli così quasi invisibili all’occhio di chi guarda.

La seta e il raso in particolare giocano un ruolo chiave: un lingerie dress in satin, per esempio, vi donerà una linea invidiabile non solo per il taglio tipico dello slip dress ma proprio per il tessuto lucido.

L’impalpabilità che connota le texture di questo tipo conferiscono al look una sinuosità e un movimento tali da creare una specie di nuova silhouette, una body shape "ex novo" che appare perfettamente armonica ed equilibrata.

Se già la vostra fisicità è ben calibrata e non volete correggere nessun difetto, allora al lucido aggiungete lo stretch e, perché no, il drappeggiato nella zona del giro-vita. Dire divine è sminuire l’effetto che sfoggerete, provare per credere.

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Mini dress per fare risaltare le gambe e sembrare più alte

Un abito dalla lunghezza mini ha due pro ineguagliabili: rende protagoniste assolute le gambe, una delle parti del corpo femminile più sensuali che ci siano, e al contempo ci fa sembrare più alte.
Un sogno? No, un mini dress! Basta poco per ottenere questo duplice effetto, bisogna soltanto scegliere il colore e il modello che si preferisce e indossarlo. L’abito mini farà poi tutto il resto da solo…

Un abito bustier nero con gonna a ruota, dall’effetto a campana e avvitato? È quello che ci vuole per avere slancio e perdere almeno un paio di taglie. L’effetto double, innalzante e smagrente, è assicurato dal taglio a X dell’abitino e dal colore dimagrante (il nero è il principe delle tinte smagrenti ma vanno bene tutti i colori scuri).

Un abitino più aderente, modello sirena, è adatto sia alle petite che vogliono sembrarlo meno sia alle altissime che vogliono sottolinearlo di più. Con un paio di sandali alti, avrete uno slancio ineguagliabile.

C’è poi il mini dress ultra light, in cotone elasticizzato oppure in seta in versione slip dress. Con questo sembrerete più snelle grazie al materiale poco avvolgente e alle gambe scoperte che attireranno gli sguardi, distogliendoli dal giro vita.
Inoltre la lunghezza mini fa apparire più alte perché svela molta più gamba rispetto agli abiti longuette o maxi, facendoci sembrare più slanciate proprio per il gioco della gamba più scoperta del solito.

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Il maxi dress per chi è molto alta

Se il mini dress è l’alleato delle petite, il long lo è di quelle che hanno la fortuna di essere molto alte.
Un abito maxi riesce a valorizzare la fisicità delle stature notevoli dando una magnificenza molto chic.

Non che sia da bandire dai guardaroba di chi non è altissima, sia ben chiaro, però il contro del maxi dress è quello di “abbassare” la figura perché non svela minimamente la gamba. La soluzione? Tacchi alti, è chiaro!

Chi vuole apparire più snella, scelga nuance molto scure come il nero o il blu navy. Al contrario, chi non teme l’effetto “puffy” può concedersi la tinta più candida che ci sia: il bianco, sfumato nel panna o nel crema per un risultato meno da sposa e più casual-chic.

Anche il taglio dipende dalle “voglie” fashion: a tunica per nascondere la corporatura, a sirena per farla risaltare oppure a impero per sembrare più slim.


Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Avvitato per essere molto bonton

Un abito avvitato non è solo quello giusto per chi vuole qualche taglia in meno. È anche il più adatto per chi non intende rinunciare al buongusto di un dress code che fa tanto bonton.

Per un cocktail party che segue l’etichetta e perfino per un tè delle cinque che potreste sorseggiare con la Regina in persona, un vestito con punto vita stretto è l’asso nella manica.

Sottolineate il giro vita con una cintura per essere ancora più charmant: guardandovi allo specchio vi verrà voglia di farvi un inchino!
Potrete liberamente scegliere tra lunghezze mini o medie, tra gonne plissettate o strutturate, a seconda dell’occasione e dei gusti.

Anche i colori vanno selezionati in base alla situazione, optando per i chiari e i pastello per orari diurni e per la palette scura per outfit serali.

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Ora che sapete tutto su come scegliere l’abito giusto in base alla vostra silhouette, non vi resta che sceglierlo davvero. Per aiutarvi, abbiamo selezionato 20 abiti diversi, ciascuno adatto a una certa linea. Usate le basi teoriche che avete appena imparato dalla nostra guida e applicatele nella pratica. Troverete così il vostro abito “wow”!

Abito lungo senza maniche (ZARA)

Credits: Zara

Abito lungo in crepe con scollatura a V (VICTORIA BECKHAM)

Credits: Mytheresa

Abito in maglia lurex multicolore (TWINSET)

Credits: Twinset

Mini abito modello wrap dress (& OTHER STORIES)

Credits: & Other Stories

Abito longuette a righe bicolore (STELLA MCCARTNEY)

Credits: Net-a-Porter

Abito bustier in crepe (PRADA)

Credits: Mytheresa

Wrap dress lungo con fantasia floreale (MIU MIU)

Credits: Mytheresa

Abito lungo in popeline di cotone (MAX MARA)

Credits: Max Mara

Abito midi fantasia (MARNI)

Credits: Farfetch

Slip dress multicolore (MAISON MARGIELA)

Credits: Net-a-Porter

Tubino nero (KHAITE)

Credits: Net-a-Porter

Abito corto in misto lino (H&M)

Credits: H&M

Abito a poncho in lino con stampa (GUCCI)

Credits: Mytheresa

Abito lungo in fantasia check (GANNI)

Credits: Farfetch

Abito modello "slip" a righe multicolori (ETRO)

Credits: Net-a-Porter

Abito lungo in jersey (DODO BAR OR)

Credits: Mytheresa

Chemisier con cintura (CAROLINA HERRERA)

Credits: Farfetch

Chemisier in raso (BOTTEGA VENETA)

Credits: Mytheresa

Abito a babydoll con maniche corte (BERSHKA)

Credits: Bershka

Abito smanicato con fantasia floreale in popeline di cotone (ALEXANDER MCQUEEN)

Credits: Mytheresa

Riproduzione riservata