Scarpe per piedi grandi

In my (big) shoes. Le scarpe perfette se si hanno piedi grandi

Non servono piedini di fata per indossare scarpe da capogiro! Ecco tutti i consigli e i modelli perfetti per chi ha piedi grandi

Cenerentola scansati, arriva la rivincita dei piedi grandi!
Già, non serve avere il piedino da principessa delle favole per indossare scarpette super-glamour ma basta scegliere il modello giusto di scarpe per piedi grandi. Inoltre va detto che avere la calzata “importante” non è assolutamente un difetto, anzi sono tantissime le modelle e le it-girls a cui il 40 sta decisamente stretto e alle quali ispirarsi.

La verità, tutta la verità, nient’altro che la verità è che – come per qualsiasi altra caratteristica fisica – basta saper scegliere i modelli più valorizzanti per sé; in questo caso le scarpe in grado di contenere un po’ il piede, in modo da renderlo più proporzionato al resto della figura.
Che tu sia un’amante delle sneakers, dei sandali più alti e sensuali o delle kitten heels ultra-chic non temere: la scelta è molto più ampia di quanto tu possa pensare e composta sia da calzature pratiche che da tacchi vertiginosi.

La regola fondamentale? Concentrarsi su linee, colori e materiali: una volta capito il meccanismo trovare la propria “scarpetta” non sembrerà più un’impresa titanica, fidati di noi. Notes e penna alla mano dunque, ecco tanti modelli e consigli su come individuare le scarpe perfette sulle quali puntare se hai piedi grandi. Scegli le più adatte a te o mescola più dritte insieme: il risultato è garantito!

Scarpe bicolor

Uno stratagemma sempre perfetto per “accorciare” visivamente il piede è indossare una calzatura bicolor. Un esempio perfetto? La slinback bicolore di Chanel, una delle scarpe iconiche che hanno fatto la storia della moda. In pochi infatti sanno che la famosa creazione di Mademoiselle Coco Chanel anticipava le moderne regole della body shape, creando continuità cromatica con la gamba grazie al color nude (e quindi allungandola) e accorciando otticamente il piede grazie alla punta nera.

Oggi questo principio viene ripreso da moltissimi modelli di scarpa, dai più classici fino ad arrivare anche ad alcune ginniche. La regola numero uno a cui prestare attenzione? La punta dovrà essere sempre più scura del resto della scarpa e comunque mai in colori troppo sgargianti.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images

Open toe e sandali “accollati”

Per lo stesso principio tra le calzature più adatte a donare proporzione ai piedi grandi ci sono le open toe. Ed ecco il perché: una scarpa accollata è perfetta per “contenere” il piede, mentre la punta “tagliata” saprà accorciarlo otticamente.

Questo tipo di scarpa può essere poi indossato con piglio decisamente cool anche con la calza a contrasto, e anche questo può diventare uno strumento strategico per la mission (assolutamente non impossible!) di accorciare il piede.
Come? Semplice: scegli calze rigorosamente coprenti e scure, evita finiture sgargianti e scintillanti o lavorazioni traforate che tenderebbero ad allargarsi proprio nel punto che vorremmo minimizzare.

Un’alternativa più “estiva” alle open toe sono i sandali “accollati”, con fasce grosse a chiudere il piede.  
Pochi accorgimenti insomma e farai di certo centro!

Open toe
Credits: Getty Images

Punta arrotondata

E quando la punta c’è e si vede (ma non ha un colore differente dal resto della scarpa)? Meglio sceglierla leggermente arrotondata, of course.
Le pointy toe regalano infatti diversi centimetri in più alla calzata, quindi sono le prime da escludere categoricamente se il tuo obiettivo è quello di rendere il piede più proporzionato.

Sulla punta quadrata invece ci sono più “margini d’azione”, dipende dall'obiettivo: una scarpa squadrata sarà infatti l’alleata perfetta per accorciare il piede, ma potrebbe rischiare di allargarlo. Evitalo quindi se, oltre a un numero importante, hai anche la pianta larga.

Punta arrotondata
Credits: Getty Images

Tacchi grossi

Veniamo ora alle “note dolenti” (per i piedi di tutte le donne, s’intende!): parliamo di tacchi.
Ebbene, che tu ci creda o no il tacco è un elemento perfetto per ridurre otticamente le proporzioni del piede perché lo porta in una posizione obliqua che lo rende visivamente più piccolo.

Anche qui però c’è una regola fondamentale che fa fede e alla quale prestare sempre attenzione: il tacco dovrà essere scelto per ripetizione, quindi – parafrasando un vecchio spot televisivo – per un piede grande ci vuole un tacco grande.
Il motivo? Uno stiletto molto sottile, per contrasto, finirebbe col far sembrare il piede in questione ancora più grande, mentre un elemento grosso saprà rispettarne le proporzioni.

Tacchi grossi
Credits: Getty Images

Stringate essenziali

E se volessimo una stringata comoda-comoda? In questo caso dovremmo prestare attenzione, perché si tratta di modelli che possono rendere il piede marcatamente più “massiccio”.
I trucchi per ovviare al problema? Punta su colori scuri e lascia perdere le linee chunky, in favore di quelle più snelle e lisce.

Benissimo gli anfibi alla Dr. Martens, specie in nero opaco: hanno una para semi-trasparente che alleggerisce la calzatura, sono stondati e piuttosto lineari. Approvati.
Perfette anche le versioni stringate basse dallo stile british, un po’ meno spiccatamente sporty per outfit più essenziali.

Per quello che riguarda le sneakers invece punta su modelli lisci e con una suola non troppo importante. Anche in questo caso colori non troppo chiari e brillanti uniti a un materiale leggero e non eccessivamente bold aiuteranno a contenere le dimensioni del piede. Qualche esempio? Le iconiche Stan Smith e le telate Superga o Converse, solo per citarne alcune.

Stringata
Credits: Getty Images

Chelsea Boots

Restando sulle linee dei Dr. Martens, ma puntando a un design con stile meno street-punk, ci sono loro: i Chelsea Boots.
Punta arrotondata, spesso in pelle liscia e nera. Lineari quanto basta. Ecco il loro identikit, perfetto per contenere le dimensioni di un piede importante in tutta comodità.

Quando preferirli agli anfibi? Quando il look necessita di un tocco un po’ più classy, ma senza esagerare!

Chelsea boots
Credits: Getty Images

Espadrillas e Friulane

Parliamo infine di tutte quelle scarpette flat e colorate che la fanno da padrone nei mesi più miti: espadrillas e friulane.
Si tratta di modelli decisamente indicati per minimizzare le proporzioni del piede, specialmente grazie al loro essere create con materiali leggeri, come la tela o il velluto di cotone.

Le loro linee tondeggianti e basiche aiutano a non mettere l’accento proprio sui piedi, nemmeno quando è presente (nel caso delle espadrillas) una leggera zeppa oppure quando si osa un po’ di più con le cromie.
Il nostro consiglio? Fanne incetta per i mesi più caldi e divertiti, troverai in queste calzature delle alleate perfette!

Espadrillas
Credits: Getty Images

Gli errori da evitare

Quali sono dunque gli errori da non commettere se non si vuole far guadagnare centimetri indesiderati ai propri piedi? In larga parte li abbiamo già elencati: i tacchi sottili, le sneakers troppo chunky, le calzature appuntite e i colori troppo brillanti, sono tutti elementi dai quali tenersi accuratamente alla larga.

Altri don’t assoluti per piedi grandi sono: i sandali che lasciano il piede molto nudo e che tendono ad “esporlo” un po’ troppo - sottolineandone proprio linee e dimensioni - e i laccetti sottili alla caviglia che tendono ad interrompere la continuità con il polpaccio.
Lo avevamo detto no? Poche e semplici regole e la missione “scarpe perfette per piedi grandi” sarà compiuta senza troppi sforzi!

Riproduzione riservata