Scarpe da sposa: 4 regole per dire “sì” al modello perfetto

Credits: Isabel Zapardiez

Le bridal shoes non sono scarpe qualunque, bensì quelle che ti faranno compiere il “grande passo”. Ecco come scegliere il modello ideale in poche e semplici mosse

La scelta di un paio di scarpe - si sa – per una donna è un affare molto serio, mai prendere la cosa sottogamba. Figuriamoci il livello di ansia quando si tratta di dover scegliere “Le Scarpe”, quelle con la “S” maiuscola! Ebbene sì, parliamo proprio di loro: le scarpe da sposa, ovvero quelle che ti faranno compiere il passo più importante della tua vita.

Ovviamente il paio impeccabile al quale dire il proprio emozionato “I do” non si trova esattamente dietro l’angolo. È fondamentale infatti scovare il modello perfetto (l’unico e il solo, ça va sans dire) capace di stregare a prima vista la bride to be in questione, ma anche in grado di sposarsi (è davvero il caso di dirlo!) con l’abito prescelto e con le esigenze legate al tipo di matrimonio che si sta organizzando.

Che fare quindi? Semplice: segui passo-passo i nostri consigli per capire come, con che criteri e quando lanciarti nell’impresa. Con le giuste coordinate sarà tutto più semplice e la missione “scarpe da sposa ideali” si rivelerà un successone!

Quando sceglierle

Partiamo dall’inizio: il quando. Già, esattamente quanto tempo prima del matrimonio vanno scelte le scarpe? Dove posizionare il cerchiolino rosso sul calendario?
Ebbene, sfatiamo subito la leggenda metropolitana secondo la quale le scarpe da sposa possono essere scelte all’ultimo momento. Nulla di più falso.
Le bridal shoes, al contrario, dovranno essere scelte con un certo anticipo rispetto al gran giorno e le tempistiche sono strettamente collegate all’abito da sposa.

Ti aspettano infatti un certo numero di prove-vestito con le scarpe già al loro posto (ovvero ai tuoi piedi!), per definire con precisione certosina le modifiche al wedding dress. Inoltre essere in possesso delle bridal shoes in anticipo ti consentirà di abituare il tuo piede alla loro forma e di prendere piccole contromisure – come cuscinetti o suole specifiche – se necessario.

Le regole vogliono pertanto che si scelga innanzitutto il vestito, che definirà anche stile e colore degli accessori. Una volta che l’abito sarà stato fermato e saranno state avviate le prime fasi di lavorazione per modifiche e confezionamento si potrà aprire la caccia alle wedding shoes.

Credits: Jimmy Choo

I legami con l’abito

Lo abbiamo detto: l’abito è il primo parametro secondo il quale scegliere le scarpe. Tutto nel tuo bridal look dovrà sposarsi alla perfezione, ergo ogni scelta deve essere necessariamente ragionata sulla base di quelle operate in precedenza. Le scarpe si devono intonare al wedding dress per stile, materiale e colore, completando l’insieme con un twist in più.

Prima di dare il via alla missione wedding shoes abbi cura dunque di fare una certa quantità di foto al vestito e di farti consegnare dall’atelier un campione di tessuto: questi elementi ti aiuteranno ad essere più precisa nella scelta. Se sul design infatti potrai avere una certa libertà, su colore e materiale ci sono dei paletti molto precisi che definiscono il legame tra wedding dress e bridal shoes.

Il primo diktat riguarda le tonalità: mai scegliere una nuance vicina ma non uguale a quella dell’abito. Non esiste infatti un “bianco standard”, non cadere mai in questo trabocchetto! Le sfumature che vanno dal bianco freddo alle palette più calde - come lo champagne o il vaniglia - davvero non si contano: trova dunque la stessa nuance del vestito (magari optando per scarpe fatte su misura), oppure vira decisa su uno stacco totale, puntando su un colore completamente differente da quello dell’abito per le tue scarpe da sposa.

La stessa cosa vale per il materiale: dal tweed, ai rivestimenti in pizzo, al satin fino ad arrivare alla pelle, le alternative sono davvero tantissime. Per le tue scarpe punta quindi su un materiale per che si abbini perfettamente a quello dell’abito oppure stacca totalmente dal wedding dress, avendo però cura di mantenere una coerenza stilistica che regali personalità all’insieme senza confusione.

Stagione e luogo: fattori che non puoi ignorare

Inutile incaponirsi su quel meraviglioso paio di sandali effetto nude se il matrimonio si svolgerà a dicembre. Non solo rischieresti l’assideramento degli arti inferiori, ma risulteresti anche totalmente fuori luogo.
Viceversa con il grande giorno fissato a luglio quel paio di accollatissime pumps gioiello scamosciate non sono esattamente l’ideale, non credi? Posale immediatamente!

Il consiglio? Tieni sempre bene a fuoco la stagione nella quale ti sposerai.
Può sembrare banale, ma ti ritroverai a scegliere le tue wedding shoes in un momento dell’anno completamente diverso da quello in cui si svolgerà la cerimonia e – fidati, è come se ti vedessimo! – resterai folgorata da modelli delle collezioni correnti.

Stesso discorso vale per la location prescelta. Se hai scelto di sposarti sulla spiaggia o in aperta campagna inutile puntare a scomodissimi stilettos, viceversa per una cerimonia metropolitana un infradito gioiello potrebbe apparire una scelta un tantino bizzarra.

Insomma, resta sempre concentrata e non lasciarti distrarre: ad ogni stagione e ad ogni luogo corrispondono precisi modelli di scarpa, evita di uscire troppo dagli schemi.

Questione di stile

Partiamo da un presupposto: stile della cerimonia e del ricevimento li hai scelti tu (non negare: lo sposo non ha avuto alcuna voce in capitolo!), ergo saranno di sicuro lo specchio della tua personalità e dei tuoi desideri. Perché mai dovresti prendere strade completamente diverse per il bridal look, scarpe comprese?

Esattamente come non ti presenteresti mai a una prima a teatro in jeans e sneakers o a una scampagnata in haute couture e décolleté tacco dodici, non ci sono motivi per essere completamente fuori contesto il giorno delle proprie nozze.
Proprio come per stagione e luogo quindi, se hai optato per un determinato fil rouge o per uno stile specifico dovrai essere la prima a rispettarlo.

Questo significa che per un matrimonio molto classico, magari con cena dal dress code elegantissimo, potrai spaziare tra pumps con tacco alto o kitten heels bon ton, tra fiocchi, materiali pregiati, cristalli e piogge di glitter.
Per cerimonie diurne boho-chic la scelta dovrà necessariamente ricadere su scarpe flat gioiello o sandali dall’allure particolare ma non troppo pomposa, come un paio di zeppe in chiave wedding coordinate con l’abito.
Infine per temi country-chic dovrai restare su look low-profile - con tacchi altrettanto bassi - e optare magari per un cambio scarpe per la fase più divertente e informale del ricevimento con qualcosa di originale, come boots in versione bridal o sneakers glitterate.

Credits: Jimmy Choo
Slingback in raso avorio con piume e finiture in cristallo (JIMMY CHOO)
Credits: Giorgio Armani
Slingback in raso intrecciato (GIORGIO ARMANI)
Credits: Rene Caovilla
Slingback flat in pizzo e cristalli (RENE CAOVILLA)
Credits: Aquazzura
Sandali in raso e cristalli (AQUAZZURA)
Credits: Mytheresa
Stivali Czech con dettagli gioiello (MAGDA BUTRYM)
Credits: Pronovias
Peep toe in pelle (PRONOVIAS)
Credits: Gucci
Sandalo champagne con tacco midi e dettaglio gioiello (GUCCI)
Credits: Mytheresa
Décolleté classiche (PRADA)
Credits: Christian Louboutin
Sneakers da sposa raso e pizzo (CHRISTIAN LOUBOUTIN)
Credits: Stuart Weitzman
Sandali in lamè (STUART WEITZMAN)
Credits: Amazon
Pump rosa pastello con fiocco (NICOLE)
Credits: Roger Vivier
Ballerina in raso con fibbia gioiello (ROGER VIVIER)
Foto
Riproduzione riservata