Urban desert

Credits: Luca Lazzari

È un grande classico dell'estate. Vestire con i colori, le atmosfere, le sfumature del deserto: écru, sabbia, beige, fino ai due estremi del bianco e del marrone, cercando di abbinarli tra di loro in modo fresco, rilassante, avvolgente. Anche in città.E il bello è che con pochi capi basici si possono costruire tanti e tanti look ogni volta diversi e adatti a ogni situazione: abiti-camicia e gonne a campana, shorts risvoltati e bluse etnoromantiche, pantaloni larghi e fuseaux aderenti. Pronti per essere messi in valigia prima di un lungo viaggio o perfetti per essere presi dall'armadio prima di andare in ufficio.

L'importante è saper scegliere gli accessori giusti: stringate un po' rétro o ballerine ultraflat eco-oriented, occhiali da diva del deserto o cinture sottilissime di cuoio, borse multitasche o cappelli di paglia a tesa larga.Scoprire che cambiando gli accessori lo stile non cambia sarà una piacevole sorpresa.

Dalla sfilata primavera-estate 2008, ecco l'interpretazione dell'urban desert di Trussardi: l'abito-camicia con colletto appuntito e spalle ad aletta scende fluido sulla silhouette, stretto da un'alta cintura che crea un effetto rimborsato. Da indossare con i Capri verde miltare, una maxibag a bauletto e alte décoleltée in camoscio. Un wild look perfetto per la città.

www.trussardi.it

Urban desert

Capiente, squadrata, maneggevole: la cartella in tessuto di cotone kaki, con rifiniture in pelle testa di moro, della linea Townhouse di Tumi si candida a diventare la compagna ideale delle giornate lavorative in città e delle vacanze avventurose. Il suo vantaggio è quello di avere una serie di dettagli tecnici indispensabili per muoversi in libertà, portando con sé un piccolo mondo personale: tracolla, ferma manici con bottoni a pressione, due grandi tasche a soffietto con cinturini di sicurezza, tag per scrivere nome e indirizzo, chiusura zip da bloccare con lucchetto in argento.

www.tumi.com

Urban desert

Ha un'immagine etnochic la gonna a pannelli di Malìparmi. Dalla linea a trapezio, si appoggia sui fianchi, avvolti da una sottile cinturina di cuoio con un decoro traforato al posto delle tradizionali nappine. Da indossare in città con una camicia bianca e i sandali di cuoio dal tacco a cono in legno o in vacanza con un top all'uncinetto e sandali rasoterra "alla schiava". Un pezzo indispensabile per un'estate al naturale.

www.maliparmi.it

Urban desert

La ballerina si reinventa in versione eco-écru: Nuka di Patagonia Footwear è realizzata esclusivamente con materiali eco-compatibili, naturali e riciclati: iuta per la tomaia, velluto per la punta rinforzata, corda intrecciata e lino dall'effetto vissuto per i profili, morbido cuoio per la fodera interna, soletta estraibile, gomma naturale anitiscivolo per la suola. Per stare davvero dalla parte della natura, anche in città.

www.patagonia.com

Urban desert

Sono caratterizzati da un'avvolgente montatura "a televisore" gli occhiali in acetato di Pollini: per difendersi dal sole di città e dal riverbero della sabbia del deserto. Double-color, marrone fuori e avorio dentro, sono personalizzati da una P dorata sulle stanghette piene. Per avere quell'aria glamour in perfetto stile "La mia Africa".

www.pollini.com

Urban desert

Per mantenere un'aria romantica tra le dune del deserto o tra il cemento della città, la camicia di Malìparmi in tessuto operato color biscotto si gonfia leggermente sulle maniche e si allunga sui fianchi. Una fila di bottoncini metallici a forma di fiore la rende graziosa e molto femminile. Da indossare con i pantaloni di lino bianchi o con gli shorts risvoltati.

www.maliparmi.it

Urban desert

Quando il sole picchia anche in città, il cappello diventa un complice insostituibile: ma deve essere in paglia, con bordo sfilacciato e con fascetta igienica in tessuto all'interno, proprio come quello acquistabile per corrispondenza consultando il catalogo de La Redoute, disponibile in selezionate edicole oppure da richiedere gratuitamente al numero a pagamento 199.418.419 o al sito www.laredoute.it. Stesso numero e stesso sito, ma anche l'apposito modulo in fondo al catalogo da spedire per posta o via fax, per inviare gli ordini e ricevere il pacco a casa.

Urban desert

Le sneakers si rinnovano e pescano dal passato: non è una contraddizione con Alkis-611, la stringata supercomoda dall'eleganza rétro. Nata nel Novecento alla corte della regina d'Inghilterra, conserva un'allure aristocratica, ma al tempo stesso informale, riprendendo lo stile coloniale di un tempo: realizzata in una fresca tela, è caratterizzata dal tipico fondo "a cassetta" e dalla tomaia cucita a mano all'interno, dai fori per la traspirazione e dai cordoli imbottiti. Per chi non vuole rinunciare a un tocco snob-chic anche in vacanza.

www.alkis.it

Urban desert

Da mettere in valigia all'ultimo momento, senza paura di sgualcirli, gli shorts più wild hanno coulisse in vita, tasche applicate, bordo risvoltabile con nastrino. Sono acquistabili per corrispondenza consultando il catalogo de La Redoute, disponibile in selezionate edicole oppure da richiedere gratuitamente al numero a pagamento 199.418.419 o al sito www.laredoute.it. Stesso numero e stesso sito, ma anche l'apposito modulo in fondo al catalogo da spedire per posta o via fax, per inviare gli ordini e ricevere il pacco a casa.

Urban desert

Quando non si vede l'ora di andare in vacanza, anche l'orologio può fare la sua parte: quello della Wood Collection di Zzero, nella versione Brown o White, ha il quadrante ottagonale in legno eco-compatibile e il cinturino in morbida pelle incisa a rilievo.

www.zzero.com

Foto

Tutte le sfumature dell'écru, tanti tessuti naturali, materiali eco-compatibili: torna il caldo avvolgente del desert look. Dalle dune di sabbia all'asfalto di città, il passo è breve: cambiando gli accessori, lo stile non cambia

 

Riproduzione riservata