Angelina Jolie porta in tribunale Brad Pitt: «Era violento»

L'attrice ha fatto sapere di avere «prove concrete» di violenze domestiche dell'ex marito Brad Pitt e di essere pronta a portare i figli a testimoniare contro di lui in tribunale se necessario

Angelina Jolie contro Brad Pitt. Seconda stagione. Eppure, solo qualche mese fa, sembrava fosse scoppiata la pace tra i due. E pareva che quel divorzio arrivato (almeno per noi) come un fulmine a ciel sereno nel settembre del 2016, fosse ormai archiviato dopo gli ultimi accordi sulla custodia dei figli. Invece oggi Angelina spiazza tutti di nuovo depositando in tribunale a Los Angeles «prove concrete di violenza domestica» da parte dell'ex marito. E lei, che ha sempre fatto sapere di non voler coinvolgere i figli, ora si dice disposta a farli testimoniare pur di «ottenere giustizia».

Dei sei figli (tra naturali e adottati), tre possono decidere da soli se testimoniare o meno in favore della mamma perché hanno già compiuto 16 anni, Maddox - coinvolto fin dall'inizio nella separazione perché Pitt, ubriaco, gli avrebbe dato uno schiaffo mentre si trovavano sul loro aereo privato di ritorno da un viaggio - Pax e Zahara, mentre Shiloh e i gemelli Knox e Vivienne, che di anni ne hanno rispettivamente 14 e 12, hanno necessariamente bisogno del consenso di entrambi i genitori per schierarsi.

Getty Images
1 di 11
Getty Images
2 di 11
Getty Images
3 di 11
Getty Images
4 di 11
Getty Images
5 di 11
Getty Images
6 di 11
Getty Images
7 di 11
Getty Images
8 di 11
Getty Images
9 di 11
Getty Images
10 di 11
Getty Images
11 di 11

Difficile non pensare all'ultima battaglia che si è svolta in un'aula di tribunale e che ha visto protagonisti altri due divi di Hollywood: Johnny Depp e Amber Heard. La love story tra il bello-dannato e la modella-attrice è finita nel peggiore dei modi tra gravi accuse, presunte e attestate violenze, ordini restrittivi e maxi risarcimenti. Esattamente quello che sta per accadere tra Angelina Jolie e Brad Pitt. Dissotterrata l’ascia di guerra momentaneamente sepolta, la bella attrice ha deciso di chiudere definitivamente i conti con l’ex.

L'attrice californiana «ha tutto il diritto di aggiungere ulteriori documentazioni a quanto già presentato in passato», rispondono i portavoce della Jolie a coloro che chiedono come mai proprio ora questo accanimento. Ma per chi è vicino a Pitt si tratta di «assurdi tentativi che non otterranno l’esito sperato» ha detto a UsWeekly un insider vicino all'attore impegnato sul set di Bullet Train con Sandra Bullock.

«Negli ultimi quattro anni e mezzo il tribunale asseconda l'umore di Angelina: ci sono state delle affermazioni riviste, cambiate e non motivate. E bambini sono stati usati per ferire Brad. Così come questa "fuga di documenti" dal suo quarto o quinto team di avvocati».

Che Brad Pitt non sia stato uno stinco di santo durante il matrimonio con la Jolie lo ha confermato lui stesso ammettendo che i suoi problemi con l'alcool hanno certamente influito sul loro rapporto pesando sulla decisione di lei di allontanarsi. Ma dopo la disintossicazione (e il mea culpa) avevano ripreso a parlarsi civilmente e a lavorare insieme a un progetto di co-genitorialità per il bene del figli. Un progetto che ora sembra essere svanito nel nulla.

Sui social si scalda il team-Brad: si sta rifacendo una vita, continua a recitare, fa arteterapia e ha ritrovato molti vecchi amici, scrivono i fan che attaccano la Jolie tacciata di essere impegnata esclusivamente a vendere pezzi della sua vita insieme a Pitt senza alcuna soddisfazione. Ovviamente quest'ultima accusa getta ombre pesanti sull’ex coppia d’oro di Hollywood e tutti attendiamo di scoprire come finirà.

Riproduzione riservata