“Dexter” è pronto a tornare

La celebre serie tv con protagonista Michael C. Hall nei panni di un serial killer torna con un’ultima stagione, un’occasione per rimediare al finale che aveva lasciato scontenti tutti

È stata una delle serie tv più amate degli ultimi anni, una delle prime a guadagnarsi lo status di show di culto tra milioni di appassionati nel mondo. Parliamo di Dexter, la serie che vede protagonista l’attore Michael C. Hall nei panni di Dexter Morgan, un tranquillo e metodico tecnico della polizia scientifica di Miami che in realtà è un feroce e spietato serial killer. Dexter, però, agisce seguendo un rigoroso codice personale: uccidere soltanto criminali che sono sfuggiti alla giustizia.

La prima stagione prendeva spunto dal romanzo La mano sinistra di Dio di Jeff Lindsay, mentre le otto stagioni sono andate in onda dal 2006 al 2013 (in Italia è arrivata nel 2007), anno in cui la serie si è conclusa. E proprio il finale ha lasciato scontenti i fan più accaniti, delusi da come le vicende del loro assassino preferito si erano concluse. Ora la serie è pronta a tornare con 10 nuovi episodi ordinati da Showtime, che andranno in onda nell’autunno del 2021, con Michael C. Hall nei panni di Dexter e Clyde Phillips in qualità di showrunner.

Come sarà la nuova stagione di Dexter

Non appena si è diffusa la notizia della nuova stagione, i fan della serie si sono scatenati online, esprimendo la loro gioia e, allo stesso tempo, le loro paure che uno show così iconico potesse essere rovinato. Lo sceneggiatore Clyde Phillips ci ha tenuto però a rassicurare gli appassionati: la storia non verrà riscritta o snaturata: i nuovi episodi saranno ambientati molti anni dopo il finale dell’ottava stagione, andato in onda nel 2013, dopo che (attenzione, spoiler!) Dexter Morgan ha inscenato la sua morte per lasciarsi alle spalle la sua vecchia vita e proteggere le persone che amava da se stesso.

«In pratica ricominciamo da zero», ha detto Phillips a The Hollywood Reporter «Non vogliamo che questa sia la nona stagione di Dexter. Saranno passati dieci anni, o comunque molti anni, prima che arrivi in tv, quindi la serie rifletterà lo scorrere del tempo. Per quanto riguarda il finale della serie, ciò che stiamo facendo non avrà nulla a che fare con il finale originale. È una grande opportunità per scrivere un secondo finale. Questa è l’opportunità per farlo bene, anche se non è quello il motivo per cui lo stiamo facendo», ha concluso lo sceneggiatore, che così ha confermato di essere a conoscenza dei malumori che il finale della serie aveva suscitato tra i fan.

Di cosa parla Dexter

Per chi avesse bisogno di rinfrescarsi la memoria, la serie segue Dexter, che dopo la drammatica morte della madre viene adottato da un sergente della polizia di Miami, Harry Morgan. Crescendo, però, il bambino inizia a mostrare dei tratti caratteriali inquietanti. Suo padre si rende conto che è un sociopatico e, potenzialmente, un serial killer e decide dunque di impartirgli alcune regole di vita, al fine di incanalare i suoi impulsi, sfogandoli nei confronti di chi “lo merita”.

È così che Dexter, ormai adulto, dà libero sfogo alla propria sete di sangue, uccidendo assassini, pedofili e stupratori sfuggiti alla giustizia ufficiale. Anche lui lavorerà per la polizia di Miami, diventando tecnico forense. Con lui lavora anche la sorellastra Debra, che non ha mai sospettato nulla e ritiene il fratello un po’ strambo ma fondamentalmente buono. Clyde Phillips ha anche specificato che non verrà cancellato nulla di quello che è già successo, né la storia di Dexter verrà in alcun modo riscritta: «Ciò che è successo nelle prime otto stagioni rimarrà così com’è», ha detto. Non ci resta che aspettare la nuova stagione.

Arriva “We Are Who We Are”, la nuova serie di Luca Guadagnino

VEDI ANCHE

Arriva “We Are Who We Are”, la nuova serie di Luca Guadagnino

Riproduzione riservata