7 scrittori che puoi incontrare quest’estate

05 07 2016 di Annarita Briganti
Credits: Festivaletteratura

Da Viterbo a Polignano, da Barolo a Cortona: l'estate è la stagione ideale per fare "turismo letterario". Ecco 7 scrittori che potrai conoscere in Italia

L’Italia è il paese dei festival letterari. Anche per l'estate 2016, infatti, da Nord a Sud sono in programma rassegne, kermesse, fiere, Saloni, che uniscono i libri alla bellezza delle location.

Il fenomeno dura per tutto l’anno, ma ha il suo picco nella bella stagione, quando siamo più invogliati ad affrontare un viaggio, piccolo o grande che sia, per sentire il nostro scrittore preferito o per scoprire un autore che poi magari arriverà sul nostro comodino.

Se avete voglia di fare un tour culturale, allora, sfogliate la nostra galelry per scoprire chi saranno gli scrittori famosi più attesi, da Jonathan Safran Foer a Irvine Welsh, autore di Trainspotting, passando per il francese Michel Houellebecq e la spagnola Clara Sanchéz, e perché (secondo noi) vale la pena sentirli live. 

Credits: Yuma Martellanz

Chi: Clara Sánchez, spagnola, ai vertici delle classifiche di mezzo mondo.

Cos'ha scritto: Famosa per Il profumo delle foglie di limone, la Sánchez è l'unica scrittrice ad aver vinto tutti e tre i premi letterari più prestigiosi del suo paese. 

Il suo nuovo romanzo s’intitola La meraviglia degli anni imperfetti (Garzanti, come tutte le sue opere tradotte in italiano). Una storia sulla formazione di un adolescente nei sobborghi di Madrid, liberamente tratta dalla giovinezza dell’autrice. Un libro sulla forza e il coraggio di un ragazzo che scopre i segreti che lo circondano in un periodo della vita che sembra sempre imperfetto, del quale si coglie la meraviglia solo quando si cresce.

Non esistono verità assolute – è il messaggio del'opera della spagnola – ma non bisogna mai perdere la voglia di indagare sull’esistenza, a qualsiasi età.

Dove sarà: Clara Sánchez è l'unica ospite straniera della X edizione del Festival di Caffeina, che si svolge a Viterbo fino al 3 luglio, organizzato, promosso e gestito dalla Fondazione Caffeina Cultura con la direzione artistica di Filippo Rossi e Giorgio Nisini.

Perché leggerla e sentirla dal vivo: la sua cifra è raccontare le relazioni personali e familiari senza dimenticare l’impegno, con uno sguardo empatico sulla società.

Credits: Fabio Lovino

Chi: Concita De Gregorio, firma di Repubblica, romanziera, saggista, conduttrice e autrice televisiva.

Cos'ha scritto: Il suo nuovo libro s'intitola Cosa pensano le ragazze (Einaudi). Un saggio frutto di due anni di conversazioni con mille donne, dai 6 ai 96 anni, prevalentemente giovani.

Una mappa per orientarsi nel femminile di oggi, che ruota attorno a tre domande chiave, poste dall'autrice a tutto il campione: cos’è importante nella vita, come ottenerlo, come fare quando quel che si aspetta non arriva?

Il filo rosso di tutte le risposte è stato l’amore. Quando la sfera privata funziona, sembrerebbe essere la posizione delle intervistate, è più facile realizzarsi anche sul fronte pubblico e sociale. L'opera è anche un web serie sul sito del quotidiano della De Gregorio con un'innovativa commistione di linguaggi: dalle storie orali al testo scritto, fino ai video in rete.

Dove sarà: Concita De Gregorio è una delle protagoniste del festival Il Libro Possibile, che si svolge nel centro storico di Polignano dal 6 al 9 luglio con un’appendice a fine mese per la manifestazione Il Vino Possibile.

Una kermesse che valorizza il femminile, organizzata  e diretta dalla vulcanica Rosella Santoro – una donna che per i libri fa davvero molto, una professoressa che porta i suoi studenti in gita al Salone del Libro -, coadiuvata da uno staff di insegnanti sempre "rosa".

Perché leggerla e sentirla dal vivo: per conoscere meglio noi stesse.

Credits: Dario Canova

Chi: Simonetta Agnello Hornby, palermitana emigrata a Londra, a lungo avvocato dei minori, sempre attiva nel volontariato,  tra le scrittrici italiane più vendute.

Cos'ha scritto: Il suo nuovo bestseller s'intitola Caffè amaro (Feltrinelli).

Un triangolo amoroso tra una ragazza dal fascino irresistibile, Maria, che sposa Pietro, un ricco latin lover molto più vecchio di lei, e l’amico Giosuè, cresciuto dal padre della ragazza. Li seguiamo per vent’anni, alla ricerca dell’equilibrio tra sentimenti e libertà, tra storie individuali e la Storia d’Italia, che fa da sfondo all’opera.

Un romanzo per le donne che bruciano di passione e per gli uomini, che a volte non sanno come trattarci.

Dove sarà: Simonetta Agnello Hornby è tra i super ospiti del Cortona Mix Festival, che si svolge dal 30 luglio al 7 agosto a Cortona, in uno dei più bei borghi toscani.

Perché leggerla e sentirla dal vivo: per la sua scrittura sensibile e per strapparle qualcuna delle sue prelibate ricette.

Chi: il Premo Campiello Marco Balzano, che è anche un professore e un docente di Belleville, la scuola di scrittura creativa di Milano.

Cos'ha scritto: Il nuovo romanzo di Balzano s’intitola Il figlio del figlio (Sellerio). 

Tre generazioni, un nonno, suo figlio e il figlio del figlio, che da Milano, dove sono emigrati in cerca di fortuna, tornano nella città d’origine, Barletta, per vendere una casa. Una situazione dolorosa, nella quale molti si riconosceranno in tempi di crisi. La sensazione di dare un taglio netto alle proprie radici, vissuta principalmente dal più giovane dei tre, nonostante i suoi progressi, essendo quello della famiglia che non parla più in dialetto e che in teoria avrebbe maggiori opportunità.

Dove sarà: Marco Balzano parlerà di scuola con il suo collega Christian Raimo al Festival della Mente di Sarzana, la prima manifestazione europea dedicata alla creatività, dal 2 al 4 settembre nel borgo ligure.

Perché leggerlo e sentirlo dal vivo: perché racconta stati d’animo comuni a molti senza essere sentimentale.

Credits: Guanda

Chi: lo scrittore americano Jonathan Safran Foer, molto amato dai giovani.

Cos'ha scritto: Uno dei massimi narratori del mondo, a livello di Nobel, fa un mini tour nel nostro paese per festeggiare il suo ritorno al romanzo, a  11 anni dal suo esordio, Ogni cosa è illuminata, dopo Molto forte, incredibilmente vicino, il libro più bello che sia stato scritto sull'11 settembre.

Il 29 agosto esce Eccomi (Guanda, come tutte le sue opere tradotte in italiano). Una storia sull'amore e, in senso più ampio, sugli scombussolamenti in atto nel mondo attraverso il racconto di quattro settimane di una famiglia in crisi.

Ambientato a Washington, la coppia della nuova trama di Safran Foer e i loro tre figli s'interrogano su cosa significhi “casa” e sui prezzi da pagare per essere felici, rispetto al dolore altrui. Perfino il cane sta male, in questo contesto, mentre, allargando lo sguardo come l'autore fa sempre, un terremoto colpisce il Medio Oriente e lo stato d’Israele viene invaso…

Dove sarà: Jonathan Safran Foer presenta Eccomi il 31 agosto al Circolo dei lettori di Torino (ore 18), il 1° settembre al Teatro Franco Parenti di Milano (ore 21), il 2 settembre al Festival della Mente di Sarzana (dove non farà una semplice presentazione, ore 19) e il 3 settembre è protagonista dell'anteprima del Festivaletteratura di Mantova (ore 18), in un'edizione speciale per il ventennale della manifestazione.

Perché leggerlo e vederlo dal vivo: è il migliore della sua generazione, capace di rendere interessante qualsiasi argomento tratti, dalla commozione per il crollo delle Torri Gemelle al vegetarianesimo del suo saggio Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? (sempre Guanda).

Credits: Steve Double

Chi: lo scrittore e drammaturgo scozzese Irvine Welsh, che ha segnato l'immaginario collettivo con il suo longseller, Trainspotting

Cos'ha scritto: Il 15 settembre esce il nuovo romanzo di Welsh, L’artista del coltello (Guanda, come tutte le sue opere tradotte in italiano), il suo libro più noir.

Torna uno dei protagonisti del suo capolavoro, Franco Begbie: sociopatico e violento in Trainspotting, astemio e riabilitato dopo il carcere in questa nuova avventura.

Il personaggio di Welsh, in questo simile al suo autore, si è trasferito in California, è diventato salutista e ha messo su famiglia, ma i demoni di Edimburgo gli incasinano di nuovo la vita. Ammazzano uno dei suoi figli, con cui non aveva più rapporti, e il ritorno nella sua città d’origine, per il funerale, riaprirà le vecchie ferite.

Sullo sfondo, un tema di moda, l’arte contemporanea. Il protagonista è diventato un artista, specializzato in sculture di creta che riproducono personaggi famosi, ma “mutilati” con delle lame, come suggerisce il titolo.

Dove sarà: Irvine Welsh è uno degli ospiti di onore di una delle rassegne più ricche del panorama italiano, Pordenonelegge, che si svolge dal 14 al 18 settembre nella cittadina frulana.

Perché leggerlo e vederlo dal vivo: perché ha una capacità unica di raccontare il senso della vita e la sopravvivenza agli eccessi.

Credits: Basso Cannarsa

Chi: Michel Houellebecq, il più importante scrittore francese. Autore di diversi capolavori, da Piattaforma a Le particelle elementari, vincitore del Premio Goncourt, spesso controverso, com'è avvenuto per il suo nuovo romanzo, Sottomissione, che affronta, tra l'altro, la questione islamica in una Francia che ha davvero subito il terrorismo.

Cos'ha scritto: Il suo ultimo lavoro è La vita è rara. Tutte le poesie (Bompiani, come tutte le sue opere tradotte in italiano), 800 pagine che raccolgono la produzione completa e preziosa della sua attività poetica con testo originale a fronte.

Dove sarà: Michel Houellebecq è la punta di diamante di uno dei festival estivi maggiormente in cresciuta negli ultimi anni: Collisioni a Barolo, in provincia di Cuneo, dal 14 al 18 luglio. La caratteristica principale della manifestazione è dare grande spazio alla musica, da Marco Mengoni a Claudio Baglioni, da Alessandra Amoroso a Elton John, dai Negramaro a Mika, con una sezione letteraria però di tutto rispetto. Oltre il francese, interviene, tra gli altri, il Premio Nobel Svetlana Aleksievič.

Perché leggerlo e vederlo dal vivo: le apparizioni di Houellebecq sono sempre più rare, anche per motivi di sicurezza. Leggendarie le sue "intemperanze". In realtà, è un essere umano sensibile e introspettivo. Incontrarlo è un privilegio da cogliere al volo.

Foto
Riproduzione riservata