Natale con delitto: il nuovo giallo di Giuseppina Torregrossa

10 12 2019 di Isabella Fava
<p>La scrittrice Giuseppina Torregrossa</p> Credits: Contrasto

La scrittrice Giuseppina Torregrossa

Giuseppina Torregrossa è in libreria con "Il sanguinaccio dell’Immacolata", il terzo romanzo che ha per protagonista la vicequestora di Palermo Marò Pajno. Che risolve gialli (e combatte i femminicidi) ma svela anche ricette golose

La vicequestora Marò Pajno, a capo della sezione antifemminicidio di Palermo, è tornata. In Il sanguinaccio dell’Immacolata (Mondadori), terzo episodio della saga che Giuseppina Torregrossa dedica alla sua “eroina”, siamo nei giorni intorno a Natale e Capodanno, dal 7 dicembre al 7 gennaio, quando il capoluogo siciliano è in preda al demone del gioco e ci si prepara a festeggiare le ricorrenze con dolci e altre golosità.

<p><a href="https://www.mondadoristore.it/sanguinaccio-dell-Immacolata-Giuseppina-Torregrossa/eai978880470969/" data-mce-href="https://www.mondadoristore.it/sanguinaccio-dell-Immacolata-Giuseppina-Torregrossa/eai978880470969/" data-mce-selected="inline-boundary"><em>Il sanguinaccio dell’Immacolata</em></a> (Mondadori) di Giuseppina Torregrossa, terzo episodio della saga che ha per protagonista la vicequestora di Palermo Marò Pajno</p>

Il sanguinaccio dell’Immacolata (Mondadori) di Giuseppina Torregrossa, terzo episodio della saga che ha per protagonista la vicequestora di Palermo Marò Pajno

Una nuova indagine per Marò Pajno

Marò è sola, la relazione con Sasà è arrivata al capolinea e a 40 anni attraversa un periodo di crisi che la porta a ingozzarsi e a trascurarsi. Ma non ha perso il suo “naso” per smascherare i criminali, ora deve indagare sull’omicidio di una pasticciera figlia di un boss. La sua vicenda personale si mescola con l’indagine fino a scoprire altre verità. E, come i precedenti romanzi di Giuseppina Torregrossa, con la passione per la cucina.

Il sanguinaccio dell’Immacolata è diviso in 3 parti: L’immacolata, Santa Lucia, Natale, più una introduzione. Ognuna è anticipata da una ricetta antica siciliana. Troviamo gli ingredienti del sanguinaccio, che ora non si fa più, del buccellato, della cuccia e dei cannoli (cannola in siciliano) che si fondono con la storia e la musicalità della lingua siciliana (in fondo c’è anche un glossario se servisse). Così Torregrossa ci regala un romanzo dove prevalgono i sensi, i profumi, la femminilità. E il gallo della copertina? A voi scoprirlo.

Leggi online un racconto di Giuseppina Torregrossa

Riproduzione riservata