Gwyneth Paltrow lancia la moda del “no-glow-party”

L'attrice-imprenditrice ha chiesto ai suoi ospiti un dress-code "speciale" per la cena organizzata dal suo brand Goop: make up free. «Un bellissimo incontro per celebrare la bellezza proprio come noi», ha detto Gwyneth Paltrow. Ma qualcuno non è d'accordo 

Per il party con cui l'attrice e imprenditrice Gwyneth Paltrow ha presentato la sua nuova linea di cosmetici, Goop Glow, è stato richiesto un codice di "abbigliamento" speciale alle amiche star accorse a sostenerla: no make up, c'era scritto sull'invito. E così, dopo i suoi ovuli per la menopausa e la candela al profumo di vagina, il premio Oscar per Shakespeare i love continua a far parlare di sè. E del suo brand. Geniale, dicono gli esperti, sopravvalutata, rispondono quelli che non credono alle sue "trovate" pubblicitarie. Intanto l'idea della bella Gwyneth è stata già emulata sui social e stanno spuntando come funghi i "No glow party", le feste per cui non sono necessarie salviette per il trucco né dischetti o bifasici e acque micellari!

La 47enne fondatrice di quello che oggi è un vero e proprio marchio a 360° di beauty e benessere ha invitato a un'esclusiva cena le sue amiche hollywoodiane più care: Demi Moore con la figlia Rumer Willis, l'attrice Kate Hudson, la stylist Rachel Zoe, Samantha Ronson e Alexandra Grant, artista e fidanzata di Keanu Reeves, hanno messo in mostra i loro volti naturali. «Nessun trucco, nessun filtro», ha scritto la Paltrow su Instagram, «Un incredibile raduno di alcune delle migliori donne del pianeta».

Non tutte sono state però felici del tema della festa e qualcuna, come la stilista Rachel Zoe, non ha seguito alla lettera il dress code e non ha potuto fare a meno di indossare una passata di mascara o un filo di gloss. E a chi l'ha criticata apertamente sostenendo che noi donne non deve aver bisogno di ombretti o rossetti per essere belle, lei ha risposto: «Ma il trucco non era stato inventato per farci splendere!?!». Demi Moore d'altro canto è stata felicissima di prendere parte alla neonata «No-glam squad», una squadra di donne impegnata a portare avanti il pensiero e la filosofia della naturalezza. Sul suo profilo instagram ha scritto: «Che serata incredibile senza make-up con queste donne straordinarie. Mi sento così coccolata e piena di gioia. Grazie per aver condiviso con me la vostra luce, l’amore e la saggezza! La bellezza è di più di quello che vedi, è ciò che senti. Sono davvero grata di essere stata parte di una serata così potente, memorabile e piena di significato». Anche Kate Hudson non si è fatta problemi a "rivelare" la pelle senza trucco tanto che la star ha fatto il pieno di complimenti perché sembrava ancora più giovane.

Ma viene spontaneo chiedersi se ci sia bisogno dello stile make up free per dimostrare di essere vere donne...Voi siete da rossetto sempre e comunque, oppure per una bellezza acqua e sapone? La decisione di uscire di casa senza trucco aiuta davvero il femminismo o è un passo indietro dall'emancipazione in cui abbiamo sempre creduto?

Riproduzione riservata