Harry e Meghan, quando i reali piangono

21 10 2019 di Alessia Sironi
Credits: Getty Images

L'aria serena e i sorrisi che sfoderano in pubblico non corrispondono alla realtà: Meghan soffre di depressione post parto ed Harry lotta con un passato che sembra ripetersi. Intanto Buckingham Palace concede sei settimane di tregua per dedicarsi alla famiglia e i duchi sono pronti a partire per la California

Cosa sta succedendo ai duchi di Sussex? Il principe Harry in lacrime durante un discorso in pubblico sul figlio Archie e la moglie. Meghan si sfoga in un documentario e chiede del tempo per stare in famiglia: si parla di depressione post parto. E i tabloid si chiedono: "Da quando i reali piangono?" Non si vedevano lacrime pubbliche dai tempi del triangolo Diana-Carlo-Camilla! E anche allora i sudditi, nonostante l'adorazione per la principessa di Galles, non avevano visto di buon occhio il fatto che si fosse "lasciata andare" di fronte a tutti. Da quegli anni sono passati ormai tre decenni e la Monarchia ha affrontato grandi cambiamenti nel frattempo, ma gli inglesi non si sono ancora abituati a vedere i propri principi con le lacrime agli occhi. L'allure dei reali, perché rimangano "sul podio", deve restare immacolata: se da una parte, all'emozione dei duchi di Sussex corrisponde una reazione di affinità e immedesimazione nei loro ruoli di neo genitori, dall'altra però da personaggi istituzionali ci si aspetta che restino impassibili alle emozioni. Almeno in pubblico. Dopotutto è questa la differenza tra reali e comuni mortali: più diventano simili a noi, meno appeal hanno. Ecco perché, per i puristi della Monarchia, le lacrime di Harry e Meghan non sono affatto un buon segno.

Tutto è accaduto durante i WellChild Awards, i premi per i bambini coraggiosi che sono nati con una patologia oppure che hanno sviluppato una malattia nel corso della loro crescita. Harry è, dal 2007, il patrono di questa associazione e si è sempre distinto per il forte legame con questi bambini meno fortunati.
"L’anno scorso quando io e mia moglie abbiamo presenziato al premio, sapevamo di essere in attesa del nostro primo figlio. Ricordo di aver stretto tanto forte la mano di Meghan durante la premiazione, entrambi abbiamo pensato a come sarebbe stato essere genitori un giorno e, ancor più, come avremmo potuto fare per proteggere e aiutare nostro figlio se fosse nato dovendo affrontare sfide immediate o avendo problemi nel tempo. E ora, in quanto genitori, siamo qui a parlare a tutti voi e mi si stringe il cuore in un modo che non avrei mai pensato e capito prima di diventare padre”. Il Principe si è commosso fino alle lacrime nel pronunciare queste parole.

Solo pochi giorni dopo in molti hanno capito il perché dello sfogo del principe Harry: Meghan non sta bene, o almeno così dice lei stessa in un video che ha fatto già il giro del mondo e che racconta la visita dei duchi di Sussex in Africa. L’aria serena e i sorrisi che sfodera in pubblico non corrispondono alla realtà. Tutto è stato duro per la Duchessa e non è stato facile rinunciare alla libertà e all’indipendenza che aveva prima come donna e attrice negli Usa. Le cose per lei e per Harry non vanno quindi come si potrebbe immaginare e l'ombra della depressione post partum (che Lady Diana dovette nascondere) è ormai una certezza tanto che il Palazzo ha suggerito alla famiglia Sussex una pausa di sei settimane proprio per dedicarsi al piccolo Archie e a Meghan.

Intanto il principe fa sapere che, insieme a Meghan, stanno prendendo seriamente in considerazione l'idea di vivere per un periodo a Cape Town, in Sudafrica, Paese a cui sono entrambi affezionati. E conferma la "spaccatura" creatasi nel rapporto con il fratello William: "Sicuramente siamo su strade diverse al momento. Non ci vediamo più come prima, ma siamo fratelli. Ci saranno sempre giorni brutti e giorni migliori".
Fonti da Buckingham Palace affermano che "La relazione tra William e Harry è disperatamente triste e che è l’ultima cosa che Diana avrebbe voluto per i suoi figli".

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Foto
Riproduzione riservata