Harry Potter, esce l’ottavo libro della saga

14 09 2016 di Catia Donini
Credits: Olycom

ARRIVA IL NUOVO HARRY POTTER: Harry Potter e la maledizione dell'erede

Il 24 settembre è, per tutti i “potteriani” italiani, una data da sottolineare in calendario e aspettare con ansia: ma data la devozione dei fan del Maghetto, non giungerà nuova alle loro orecchie la notizia che è quello il giorno deputato all'uscita di Harry Potter & The Cursed Child, l’ottavo libro della saga.

Il titolo italiano sarà Harry Potter e la maledizione dell'erede e verrà pubblicato anch'esso, come i precedenti, da Salani (tradotto da Luigi Spagnol). 

Non si tratta di un nuovo romanzo di J.K. Rowling, ma della trascrizione del testo dello spettacolo teatrale ideato dalla scrittrice inglese insieme al drammaturgo Jack Thorne e al regista John Tiffany, e andato in scena nel West End di Londra lo scorso 30 luglio.

Il libro si può già prenotare online (esiste anche in formato ebook, realizzato da Pottermore) oppure in libreria. Un’edizione successiva, arricchita e definitiva, uscirà nel 2017.


HARRY POTTER CAMPIONE SU EBAY Ci ha abituato alle magie, e le fa anche in rete: il suo successo non accenna ad affievolirsi, e ogni 20 minuti viene venduto su Ebay un articolo attinente alle sue gesta. Recentemente un collezionista ha acquistato per 700 euro un volume della prima edizione di “Harry Potter e la Pietra Filosofale” pubblicato da Salani in cui il nome dell’autrice viene riportato per intero e il piccolo mago è disegnato senza occhiali. 700 euro anche per la riproduzione della scopa Firebolt, 600 per quella della Nimbus 2000.
Credits: Olycom
OCCHIALI E BACCHETTE Daniel Radcliffe durante le riprese dei film ha inforcato ben 160 diversi paia di occhiali, sviluppando in un certo periodo una violenta allergia ai materiali di cui erano composti. 70 invece le bacchette “magiche” che ha usato sul set (tutte costruite in loco), non solo per fare scena: durante le pause si dilettava a suonare la batteria e ne rompeva in quantità industriale.
Credits: Ansa
GLI ANIMALI Sono stati 250 gli animali impiegati nei film della saga (a parte gli insetti). Per la lezione di trasfigurazione della professoressa McGranitt sono stati usati 60 animali. L'ippopotamo è stato l'animale più grande presente in scena e un millepiedi il più piccolo. Le creature magiche inventate per i film sono state 200. Nei titoli di coda di “Harry Potter e il Calice di Fuoco” (2005) si legge la scritta: “Nessun drago è stato maltrattato durante la produzione di questo film”.
Credits: Olycom
KING'S CROSS Come noto, la stazione di King’s Cross è quella in cui i giovani maghi prendono l’Hogwarts Express per arrivare alla Scuola di Magia. Ma nella realtà ha un significato speciale per Joanne Rowling: è in quel luogo galeotto che i suoi genitori si sono conosciuti. Entrambi erano diretti a Arbroath in Scozia, quando si sono incontrati sul treno. King’s Cross è stato volutamente scelto come strada per Hogwarts in omaggio al papà e alla mamma della scrittrice.
Credits: Olycom
EDIMBURGO È Edimburgo la città che ha dato i natali al mago più famoso del mondo: nella capitale scozzese J.K. Rowling ha sviluppato la sua idea, dando vita al primo libro della saga. Per la precisione, il luogo di nascita di Harry è la caffetteria “The Elephant House“, presso la quale l’autrice era solita passare le ore scrivendo in compagnia della figlia Jessica, neonata. La vetrina del bar (l'indirizzo completo è 21 di George IV Bridge, in pieno centro) oggi si può fregiare del titolo “Birthplace of Harry Potter”. A due passi dall’Elephant House è inoltre possibile visitare la tomba di Tom Riddell, che ha ispirato il nome di quello che nella saga sarebbe diventato il malvagio Voldemort: Tom Riddle.
Credits: Olycom
AUDIZIONI Prima di essere scelta per interpretare Hermione, Emma Watson ha dovuto sostenere ben 8 audizioni. Rupert Grint (Ron Weasley) che all'epoca del film aveva 10 anni, convinse i produttori mostrando un video fatto in casa, in cui si esibiva in un bizzarro rap. Tom Felton (Draco Malfoy) aveva sostenuto il provino sia per il ruolo di Harry sia per quello di Ron Weasley. Non aveva mai letto una pagina della saga quando si presentò: quando gli fu chiesto quale fosse la sua parte preferita, disse che era la stessa del ragazzo che aveva fatto l'audizione prima di lui.
Credits: Ansa
ANCORA HARRY? Daniel Radcliffe ha rivelato pochi giorni fa a The Hollywood Reporter che sarebbe disposto a recitare ancora una volta nel ruolo di Harry Potter nel caso in cui venisse realizzato un adattamento cinematografico di “Harry Potter e la Maledizione dell'Erede”. Al momento il problema non si pone (l'attore, oggi ventisettenne, è troppo giovane per interpretare il personaggio), ma dichiara che “non chiuderà mai la porta, anche se sarebbe felice di lasciare il ruolo a qualche altro artista”.
Credits: Olycom
LA CIVETTA EDVIGE Jeanne Rowling è celebre per l'attitudine a documentare minuziosamente ogni luogo e avvenimento. Tuttavia ha sbagliato con Edvige, la civetta delle nevi di Harry. Dopo il primo libro, l'autrice britannica ha scoperto che le civette delle nevi sono diurne, e durante la stesura del secondo che si è resa conto che sono silenziose, a contrario di Edvige. Ha ammesso di non essersi documentata a sufficienza, aggiungendo però che i lettori devono sentirsi liberi di pensare che l’insolito talento della civetta è parte delle sue capacità magiche (tra l'altro Edvige è interpretata da un esemplare maschio nei film perché le femmine non sono del tutto bianche, come invece lo sono i maschi della specie).
Credits: Ansa
HERMIONE La Rowling aveva pensato di dare ad Hermione Granger il cognome Quickle (poi ritenuto troppo “aspro”) e una sorella minore, mai arrivata. Per lo spettacolo teatrale “Harry Potter and the Cursed Child” dello scorso luglio il ruolo è andato all'attrice nera Noma Dumezweni, scelta che ha suscitato critiche violente da parte di alcuni lettori. J.K. Rowling ha dichiarato di non aver mai specificato, nei suoi libri, l'etnia di Hermione e in un'intervista all'Observer non ha usato mezzi termini: “Ho deciso di non agitarmi e di ribadire con fermezza che Hermione può essere una donna di colore con la mia assoluta benedizione e tutto il mio entusiasmo".
Credits: Olycom
LISTE E NOMI J.K. Rowling racconta che fin da piccola ha amato inventare nomi e parole insolite, attingendo da qualsiasi tipo di lista, come quelle dei caduti in guerra o per neonati. Alcuni dei suoi nomi preferiti hanno trovato approdo nei libri di Harry Potter. “Quidditch”, ad esempio, è un'invenzione della Rowling, che ha riempito cinque pagine di parole inventate che cominciavano con “Q” prima di trovare quella che suonasse bene. Anche “Voldemort” e “Malfoy” sono stati inventati. Invece il poeta scozzese William McGonagall è realmente esistito: il suo curioso cognome è stato attribuito alla professoressa di incantesimi Minerva McGonagall (al cinema Maggie Smith), che nella versione italiana è diventata Minerva “McGranitt”.
Credits: Olycom
FIGURE A TEMA I tre personaggi principali sono molto simili agli attori che li interpretano. Quando Alfonso Cuarón, regista del terzo film, chiese a Emma Watson, Daniel Radcliffe e Rupert Grint di scrivere un tema con le caratteristiche e la visione dei loro personaggi la Watson scrisse un accuratissimo saggio di sedici pagine, Daniel una schematica paginetta con poche basilari informazioni e Rupert Grint consegnò un foglio in bianco. Insomma, proprio come a Hogwarts!
Foto

Harry Potter & The Cursed Child è uscito nei paesi di lingua inglese lo scorso 31 luglio, giorno del cinquantunesimo compleanno della “mamma” di Harry, la stramilionaria J.K. Rowling (che ha fatto uscire tutti i libri della saga in quella data).

Qui reincontreremo Harry ben diciannove anni dopo gli eventi narrati ne I doni della morte. È ormai adulto, marito e padre (di tre figli in età scolare) ed è diventato un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro e diviso fra la famiglia e l'ufficio. Accanto a lui, come coprotagonista, c'è Albus Severus Potter, suo figlio secondogenito, che deve lottare con il peso dell'eredità familiare che non ha mai voluto. Sarà proprio il giovane Potter a dover fronteggiare nuove e oscure forze del male, prendendosi la scena.

Anche se amate le avventure di Harry Potter, avete letto tutti i libri e visto tutti i film siete sicuri di sapere proprio tutto su di lui?

Riproduzione riservata