L’attrice Jennifer Aniston

Jennifer Aniston: «La meditazione mi ha cambiato la vita»

L'attrice californiana racconta come la meditazione le ha cambiato la vita: ne ha provati sette tipi prima di trovare quella giusta per lei. L'ha anche consigliata all'amica Gwyneth Paltrow

La pratica della meditazione esiste da migliaia di anni, incorporata in una moltitudine di pratiche spirituali, culturali e perfino religiose. Ma, come sappiamo bene, il concetto si è evoluto in una vera e propria tendenza che include una varietà (quasi) infinita di forme di meditazione. Le star sono grandi esperte di questa pratica di benessere e Jennifer Aniston è in cima alla lista. L'attrice californiana ha infatti recentemente raccontato durante una storia su Instagram ospitata da Goop, il colosso gestito dall'amica Gwyneth Paltrow, quanto la meditazione abbia influenzato positivamente la sua vita. Ma soprattutto quanto la pratica le abbia consentito di superare difficili momenti come, ad esempio, il divorzio dall'ultimo marito Justin Theroux. Ma non è stato affatto semplice riuscire a trovare il tipo di meditazione più adatta a lei: «Ho provato sette forme di meditazione, fino a quando non ho trovato quella che mi ha permesso di rinascere completamente. Di trovare quella spinta e quella consapevolezza che mi hanno garantito il raggiungimento del mio scopo: stare finalmente bene nella mia pelle». L'ha perfino consigliata all'amica e collega Paltrow che ne è rimasta entusiasta tanto da "sponsorizzarla" sul suo sito di llifestyle.

Lo scopo della meditazione è proprio quello di portare un senso di calma e benessere: «È un vero e proprio esercizio mentale inteso a raggiungere un livello elevato di consapevolezza e di coscienza», racconta ancora la Aniston. Può essere eseguita come pratica solitaria oppure in coppia. Può essere praticata mentre cammini o mentre fai il bucato, stiri, cucini o ti occupi di giardinaggio (Jennifer Aniston è un'esperta e nella sua villa si occupa personalmente dell'orto e delle verdure che mette in tavola). «Una delle bellezze della meditazione è che si può praticare in ogni angolo e in qualsiasi momento e ha un grande impatto sulla nostra vita quotidiana».

«La meditazione mi ha aiutato a trovare "misericordia" per quella parte di me che è ancora paurosa e confusa; mi ha aiutato a costruire, giorno dopo giorno, la capacità di resilienza di fronte alle avversità e alla fine ha reso il mio corpo uno spazio sicuro in cui abitare. La pace che mi ha portato è incomparabile», ha sottolineato la "fidanzatina d'America" consigliando di "diffidare" di chi promette risultati sicuri e soprattutto rapidi. 

Sfoglia la gallery per scoprire quali sono le altre sei forme di meditazione sperimentate dalla star di "La verità è che non gli piaci abbastanza" prima di arrivare a scegliere la Movement Meditation. 

Getty Images

Mindfulness Meditation

Oltre il 40% delle volte, le persone non sanno che cosa stia pensando la loro mente perché sono distratte. E una mente errante è una mente infelice. Le pratiche di mindfulnesshanno lo scopo di rendere consapevoli del momento e questo, alla lunga, rinforza i circuiti del cervello.

Getty Images

Sound Meditation

La meditazione del suono è un altro metodo che può naturalmente rientrare nella categoria della Mindful meditation perché attraverso il suono la mente viene portata a concentrarsi su un particolare momento. È stato dimostrato per esempio che la Sound meditation di un'ora di campane tibetane riduce la tensione, la rabbia e l'ansia.

Getty Images

Compassion Meditation

Questa è la cosiddetta "meditazione del cuore". L'amorevole gentilezza e la compassione per tutti gli esseri viventi sono una pratica che mira a sviluppare e coltivare l'amore e la dolcezza del cuore in un individuo.

Getty Images

Transcendental Meditation

Quella trascendentale è lo stereotipo della meditazione e implica sedersi comodamente e in silenzio per 20 minuti due volte al giorno con gli occhi chiusi: un metodo progettato per consentire a una mente (troppo) attiva di "riposarsi" attraverso livelli di pensiero più silenziosi, fino a sperimentare quello più pacifico della consapevolezza.

Getty Images

Analytic Meditation

La tecnica si concentra su come la mente concepisce i principali quesiti della vita. Questo tipo di meditazione implica il fatto di dover riflettere profondamente con domande come: "L'Io che ho vissuto oggi è lo stesso di ieri e sarà lo stesso di domani?". L'Analytic Meditation presuppone una costante voglia di riflessione e confronto.

Getty Images

Spiritual Meditation

Come le pratiche basate sulla consapevolezza e sul movimento, le meditazioni spirituali possono comprendere una moltitudine di stili e tecniche. E mentre altre forme si concentrano sulla consapevolezza del corpo, del respiro o del benessere, le meditazioni spirituali portano a livelli più profondi di comprensione del vero sé e livelli di coscienza più elevati.

Movement Meditation

Questo tipo di meditazione, la preferita di Jennifer Aniston, allena la mente ad essere più consapevole di ciò che il corpo sta facendo. È una bella opportunità per "entrare" in sintonia con il proprio corpo. Per esempio, sentire il peso dei piedi sul pavimento aiuta a conquistare piano piano consapevolezza di mente e corpo. Si possono associare i movimenti alla musica, ai pensieri, ai ricordi o agli obiettivi futuri.

Riproduzione riservata