Ju tarramutu, il film per ricordare il terremoto de L’Aquila

05 04 2011

In un periodo di quindici mesi di riprese, il film racconta la città più  mediatizzata e mistificata d'Italia, passata dalla rassegnazione alla  rivolta attraverso mille trasformazioni, intrecciando storie di persone,  luoghi, cantieri, voci e risate di "sciacalli" imprenditori che hanno  scatenato la protesta delle carriole, quando ormai il terremoto non  faceva più "notizia". Riprendiamoci la città hanno gridato gli abitanti  dell'Aquila e si sono organizzati per spalare le macerie, dimostrando la  volontà di non rassegnarsi al silenzio, anche se costretti a vivere  nelle periferie di una città fantasma.