Kelly Preston: morta a 57 anni la moglie di John Travolta

L'attore di Pulp Fiction ha dato la drammatica notizia della perdita dell'amata moglie su Instagram: «È con il cuore molto pesante che vi informo che la mia bellissima moglie Kelly ha perso i suoi due anni di battaglia contro il cancro al seno»

Un altro dramma colpisce la famiglia Travolta: è morta a soli 57 anni Kelly Preston, la moglie dell'attore John Travolta, che da due anni combatteva contro un tumore al seno. La notizia del lutto è stata data direttamente dall'attore di Pulp Fiction attraverso il suo profilo Instagram: «È con il cuore molto pesante che vi informo che la mia bellissima moglie Kelly ha perso i suoi due anni di battaglia contro il cancro al seno. Ha combattuto una lotta coraggiosa con l'amore e il sostegno di tantissimi – ha scritto - Io e la mia famiglia saremo per sempre grati ai suoi medici e infermieri al MD Anderson Cancer Center, tutti i centri medici che hanno aiutato, così come ai suoi tanti amici e cari che sono stati al suo fianco. L’amore e la vita di Kelly saranno sempre ricordati», ha concluso.

Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images

Sposati dal 1991 dopo quattro anni di fidanzamento, John e Kelly erano una delle coppie più longeve di Hollywood. Una di quelle che solo la morte poteva separare. Una di quelle già messe a dura prova dalla vita. Già, perché, a volte, non conta se hai milioni in banca, una villa immensa in Florida con una collezione di auto d'epoca, aerei privati e piste di atterraggio sparse per tutta la proprietà. La prima tragedia che colpisce in modo pesante la famiglia Travolta risale al 2009 quando il primogenito della coppia, Jett, che era affetto da autismo, è morto a soli 16 anni a causa un attacco epilettico mentre erano in vacanza alle Bahamas. Oltre a Jett, John Travolta e Kelly Preston avevano già un’altra figlia all'epoca, Ella Bleu, che oggi ha 20 anni, mentre poco più di un anno dopo la morte del ragazzo la coppia ha avuto un altro figlio, Benjamin che ora ha 9 anni. Travolta, qualche tempo fa, parlando con Us Weekly aveva ammesso quanto fosse insuperabile la morte di un figlio: «È doloroso perdere qualcuno che hai guardato crescere ogni giorno. Qualcuno al quale hai insegnato a parlare e camminare. Qualcuno al quale hai mostrato come amare. È la cosa peggiore che possa accadere a chiunque».

Oggi la star di Hollywood si trova ad affrontare un'altra gravissima perdita e, con tutta probabilità prolungherà la pausa lavorativa che aveva incominciato per stare vicino alla moglie, per non lasciare soli Benjamin e Ella Bleu, che alla mamma ha dedicato un commovente messaggio: «Non ho mai incontrato nessuno coraggioso, forte, bello e amorevole come te. Chiunque ti abbia conosciuto sa che emani una luce che rende immediatamente felice chi è intorno a te. Grazie per il tuo amore e per aver reso questo mondo un posto migliore. Hai reso la vita così bella e so che continuerai a farlo per sempre. Ti voglio tanto bene, mamma».

Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images
Getty Images

«Kelly ha combattuto coraggiosamente con l'amore e il sostegno di molte persone. Desiderando combattere la sua battaglia in privato, è stata sottoposta a cure mediche da qualche tempo, supportata dalla sua famiglia e dai suoi amici», ha spiegato il rappresentante della famiglia al magazine People.

Kelly Preston, all'anagrafe Kelly Kamalelehua Palzis Preston, era nata il 13 ottobre del 1962 alle Hawaii, aveva studiato teatro all'Università della California ed era diventata famosa con il suo ruolo nella commedia Twins nel 1988, al fianco di Arnold Schwarzenegger e Danny DeVito. È apparsa in decine e decine di film e serie Tv durante la sua carriera ma tutti la ricordano nella commedia romantica Jerry Maguire in cui recitava al fianco di Tom Cruise e Renée Zellweger e nel film Per amore del gioco con Kevin Costner. E poi ancora Innamorati Cronici con Meg Ryan, Il genio, Una ragazza e il suo sogno e l'ultima pellicola, girata a fine 2018 poco prima di scoprire la malattia, Gotti, Il primo padrino. Che ora tutti guarderemo con un pizzico di nostalgia e tristezza.

Riproduzione riservata