Tutti i numeri di Monte Bianco, il nuovo reality di Rai2

05 11 2015 di Luca Fiorini

Il gruppo dei concorrenti

Caterina Balivo

Arisa

Dayane Mello

Enzo Salvi

Filippo Facci

Gianluca Zambrotta

Jane Alexander

Stefano Maniscalco

Foto

Il 9 novembre alle 21.15 inizia Monte Bianco, il nuovo reality di Rai2, in cui 7 personaggi famosi si sfidano a scalare la vetta. Dietro alle telecamere ci sono ore di allenamento, decine di telecamere, test di laboratorio e migliaia di metri di dislivello. Ecco tutti i numeri della trasmissione

Ha il nome della più alta e altisonante fra le montagne d’Europa e vedrà sfidarsi 7 personaggi famosi, supportati da altrettante guide alpine, tutti impegnati a raggiungere la cima: "Monte Bianco" è il nuovo celebrity adventure game di Rai2, in partenza lunedì 9 novembre alle 21.15.

Cinque puntate ad alta quota che promettono adrenalina pura: parola di Leopoldo Gasparotto, produttore del docu-reality targato Magnolia che qui ci racconta i numeri della trasmissione, condotta da Caterina Balivo insieme all'alpinista Simone Moro, fra ore di allenamento necessarie alle scalate e metri di dislivello accumulati per la realizzazione delle riprese.

60 le persone chiamate in campo per la realizzazione del programma: "fra cameraman, personale di produzione, autori, addetti alla regia, elicotteristi. Non trascurando le 20 guide alpine valdostane impegnate dietro alla telecamera, per la messa in sicurezza dello staff e la realizzazione delle riprese ad alta quota. Senza di loro il programma non avrebbe potuto esserci".

30 e più le attrezzature di cui la produzione si è avvalsa per il confezionamento dello show, "con 12 telecamere, 1 drone, 1 elicottero, 20 macchine GoPro e una ventina di microfoni a comporre il materiale tecnico impiegato per le riprese".

4 le settimane occorse per girare il programma, "fra fasi di pre-produzione e riprese vere e proprie, abbiamo trascorso un interno mese - quello di luglio - in alta quota".

7 le coppie di concorrenti, "che abbiamo ribattezzato 'cordate', ciascuna composta da un famoso - Gianluca Zambrotta, Jane Alexander, Filippo Facci, Enzo Salvi, Arisa, Stefano Maniscalco e Dayane Mello - affiancato a una guida alpina".

2 i criteri di selezione dei famosi: "era necessario che non avessero mai avuto esperienze alpinistiche di tipo agonistico-sportivo, e che fossero disposte a superare i propri limiti fisici e mentali, come le vertigini o la paura del vuoto".

5 (almeno) i test di laboratorio a cui si sono sottoposti, previa partecipazione alle riprese, tutti i partecipanti al gioco e la troupe televisiva: "dagli esami del sangue e delle urine agli elettrocardiogrammi sotto sforzo o tradizionali, passando per la spirometria, era necessario assicurarsi che le persone coinvolte fossero in grado di superare la prova".

12 / 15 le ore destinate quotidianamente dai partecipanti a training e percorsi: "la sveglia suonava all'alba, intorno alle 5 del mattino, e ogni giorno ciascun concorrente era chiamato ad affrontare diverse prove, fino a metà pomeriggio. Poi, nel tempo libero, i partecipanti alternavano riposo e allenamento al campo base, facendo esercizi sul muro di arrampicata o correndo, e intorno alle 22.00 si ritiravano per dormire".

1 la prova di eliminazione alla fine di ogni puntata: "lo abbiamo chiamato 'Duello Verticale' e consiste nello scontro fra le due cordate in eliminazione per il raggiungimento della stessa cima".

4 le vette toccate in tutto, prima della finale: "si tratta di vere e proprie vie alpinistiche".

3.600 i metri di quota raggiunti dalle cordate prima della finale: "nella puntata conclusiva è prevista l'ascesa al Monte Bianco, a ben 4810 metri. Ma per verificare l'effettiva riuscita dell'impresa toccherà attendere la fine del programma"

17.000 i metri complessivi di dislivello che i concorrenti e la troupe televisiva, scortati dalle guide valdostane, hanno dovuto affrontare nel corso delle registrazioni.

1812 sono i metri sul livello del mare della location principale, Pré de Bar, una località al termine della Val Ferret, in Valle d'Aosta: "qui i concorrenti hanno vissuto durante le riprese del programma, ma in ognuna delle cinque puntate si sono alternate altre tre location, una su tutte il massiccio del Monte Bianco, composto a sua volta da centinaia di vette".

1 solo punto in comune con l'altro grande reality di casa Rai2, Pechino Express: "quest'ultimo è un reality itinerante in cui si interagisce molto con le persone e la cultura del luogo, mentre Monte Bianco è un programma incentrato sull'isolamento e il superamento di prove estreme. I presupposti, quindi, sono molti diversi, mentre si assomiglia il concept: il linguaggio televisivo è molto curato, con riprese spettacolari e un lavoro di fino in post-produzione"

Riproduzione riservata