Mostra del cinema di Venezia 2016: 10 cose da sapere

30 08 2016 di Mattia Carzaniga
Credits: Ansa

Il film più sorprendente e la coppia più glam. La diva più elegante e il regista più atteso. Scoprili in questa guida alle “chicche” del Festival

Credits: Olycom

1. EMMA CANTA

La 73esima Mostra del cinema di Venezia apre, il 31 agosto, con il film La La Land. «È il grande ritorno del musical» spiega il critico de Il Foglio Mariarosa Mancuso. «Dopo essere stato snobbato per anni, questo genere iconico è di nuovo protagonista».

L’interprete femminile è Emma Stone, che ha già dato prova delle sue doti canore nello spettacolo teatrale Cabaret a Broadway: stupirà anche al Lido?

Credits: Olycom

2. RYAN BALLA

Il protagonista maschile di La La Land è il sexy Ryan Gosling, che fa il suo debutto nel genere musicale. «Spero che la mia performance non vi deluda» scherza. «Per una sola scena di danza girata al tramonto, io e Emma ci siamo esercitati per 1 mese e mezzo!».

Le fan sono pronte a prendere d’assalto il Palazzo del cinema.


Credits: Olycom

3. WIM RACCONTA

I cinefili sono già in fibrillazione per Les beaux jours d’Aranjuez , poetico film di Wim Wenders ispirato all’omonima pièce teatrale dell’autore austriaco Peter Handke.

«È un dialogo intimo» anticipa il regista tedesco «tra un uomo e una donna». Che su una terrazza, in un giorno d’estate, parlano d’infanzia, di ricordi, di sesso, di cosa distingue gli uomini dalle donne.

Credits: Olycom

4. NATALIE DOMINA

Venezia in passato ha portato fortuna a Natalie Portman: con Il cigno nero, presentato al Lido nel 2010, vinse l’Oscar. Stavolta l’attrice porta 2 film: Planetarium, in cui interpreta una medium nella Parigi degli anni ’30, e Jackie, dove veste i panni della vedova Kennedy.

«Un tuffo in un look alla Mad men, ma con lo stile dark del regista cileno Pablo Larraín» dice Mariarosa Mancuso de Il Foglio.



Credits: Ansa

5. DENZEL SPARA

I magnifici 7 capeggiati da Denzel Washington chiudono la Mostra, il 10 settembre nel segno del western. «E dire che Denzel non era previsto nel cast» rivela il regista Antoine Fuqua. «L’ho voluto io a tutti i costi: nessuno sa essere bastardo come lui!».

Mariarosa Mancuso de Il Foglio nota: «La posta in gioco è alta, visto che il film è il remake del capolavoro con Steve McQueen e Yul Brinner».

Credits: Ansa

6. JUDE PREGA

Uno degli eventi cult fuori concorso è la proiezione delle prime 2 puntate della serie The young pope di Paolo Sorrentino (in onda a ottobre su Sky Atlantic). Nei panni di un inedito pontefice c’è Jude Law.

«Anche i festival hanno accettato il fatto che i telefilm fanno concorrenza al grande cinema» osserva Mariarosa Mancuso de Il Foglio.

Credits: Getty

7. MICHAEL E ALICIA DEBUTTANO

La coppia più attesa in Laguna è quella composta da Michael Fassbender e Alicia Vikander. Sono protagonisti del film in concorso The light between oceans: «Un mélo strappalacrime» anticipa Mariarosa Mancuso de Il Foglio.

I 2 fanno coppia anche nelle vita, ma sono ultra-riservati: il Festival segnerà il loro debutto ufficiale sul red carpet.

Credits: Olycom

8. JAKE MINACCIA

In Nocturnal animals, opera seconda dello stilista Tom Ford, Jake Gyllenhaal è un uomo aggredito da una banda di delinquenti che vede la propria famiglia improvvisamente in pericolo.

«Il film è una scommessa d’autore e vanta un produttore di lusso: George Clooney» scrive The Hollywood Reporter. Nel cast c’è anche Amy Adams.

Credits: Olycom

9. SONIA INCANTA

Dopo anni di madrine giovani, è la 50enne Sonia Bergamasco a condurre le cerimonie di apertura e chiusura del Festival.

«Merito anche del suo successo personale in Quo vado? di Checco Zalone» sostiene Mariarosa Mancuso de Il Foglio. «Ha dimostrato di essere capace di intrattenere con classe».



Credits: Ansa

10. GABRIELE RITORNA

L’estate addosso, storia di un gruppo di adolescenti nell’estate della maturità, segna il ritorno in Italia di Gabriele Muccino. Che da 10 anni ha scelto di girare i suoi film negli Usa.

«Reduce dal passo falso di Padri e figlie con Russell Crowe, deve tornare anche a convincere il pubblico» dice il critico de Il Foglio Mariarosa Mancuso. Sul red carpet potrebbe affiancarlo un amico speciale: Jovanotti, che firma la colonna sonora.

Foto
Riproduzione riservata