Ecco perché non vorrei essere Kim Kardashian

24 02 2016 di Samantha Pascotto
Credits: E’ molto facile sparare a zero su Kim Kardashian: ha un fisico difficile, un gusto discutibile, un marito incommentabile, una serie di sorelle/sorellastre che sembrano tratte da una favola, una mamma che fa la ragazzina e un patrigno che è stato decretato donna dell’anno…sfido chiunque a conservare un minimo di equilibro mentale. Quindi ho provato a mettermi nei suoi panni. Per provare a vedere cosa vuol dire essere Kim Kardashian.
Ph. Olycom
Credits: Il primo motivo per cui non si può invidiare Kim Kardashian è il suo imbarazzante marito, il rapper/stilista/aspirante dio Kanye West. Non più di dieci giorni fa ha lanciato la sua linea di moda e il suo nuovo album, animando il Madison Square Garden con una sarabanda di discutibile gusto. Dell’album di recente lancio spicca su tutte una canzone, “Famous”, in cui Kanye insulta e infama (con parole qui irripetibili) direttamente Taylor Swift. Mezzo mondo della musica si schiera a favore della cantante; lui, Kanye, sprofonda tra le accuse di vilipendio e misoginia. Il giorno seguente dichiara di avere debiti per 53 milioni di dollari e chiede - direttamente sulla bacheca Facebook di Mark Zuckerberg proprio nel giorno del suo compleanno - che il patron del social network investa su di lui in nome della stima che Zuckerberg avrebbe recentemente ammesso di avere di lui. Alla sparata colossale risponde l’intero mondo del web con insulti, prese in giro e parodie (la migliore quella di Pizza Hut Uk, che - con un tweed - gli offre nientemeno che un lavoro. Come pizzaiolo si intende!).
Ph. Getty Images
Credits: L’altro importante motivo per cui mai e poi mai vorrei essere Kim Kardashian è il suo estremamente personale senso del gusto. Vero è che se sei una star devi, assolutamente devi, far parlare di te. Quindi o hai la bravura di Meryl Streep o la bellezza di Cindy Crawford o la simpatia di Ellen DeGeneres o l’intelligenza di Rita Levi Montalcini oppure devi farti notare in altro modo. Ed ecco qui il perché di capelli ossigenati, ricorrenti ritocchini a tutto il ritoccabile del viso, mise che dire improponibili è dire poco, pellicce che giustificano l’operato del popolo della Peta e non solo.
Ph. Olycom
Credits: La famiglia, o meglio “il clan Kardashian”, è un’altra cosa che a una persona comune toglierebbe il sonno (e il senno). Guardiamo solo un secondo questa foto (scattata tra l’altro alla sobrissima presentazione delle ultime fatiche di Kanye West). C’è mamma Kris Jenner: è produttrice (e star anch’essa) del reality “Al passo con i Kardashian” e del nuovo “Khloé e Lamar” (reality che vede protagonisti la terzogenita Khloé e il cestista dei Dallas Mavericks, Lamar Odom, recentemente salito alla ribalta del gossip perché ricoverato in pericolo di vita a causa di un festino finito male a base di pillole e cocaina in un bordello). La poveretta Khloé, appena ripresasi dallo shock, è quella impellicciata di rosa. C’è poi, un po’ defilata, la fatalona sorellastra Kendall Jenner, musa dei più famosi stilisti. Negli ultimi quattro giorni ha fatto molto parlare di sé, prima per il sostegno a Hillary Clinton nella corsa alla Casa Bianca (stupendo per l’interesse da ragazza impegnata) poi, subito dopo, per aver annunciato che Harry Styles (frontman degli One Direction e suo flirt fino a poche ore fa) non ama particolarmente docce, saponi e deodoranti. Va da sé che il popolo dei fan l’ha subito mediaticamente massacrata. C’è la sorella Kourtney, la primogenita, che recentemente ha alimentato molti pettegolezzi per un presunto flirt con il giovanissimo (poco più della metà dei suoi anni) Justin Bieber. Lei naturalmente nega, ma lo fa tra mille risolini e smorfiette sul divano di Ellen DeGeneres. C’è l’ex patrigno Bruce Jenner, ora diventato Caitlyn Jenner, donna dell’anno per la rivista Glamour. Non bastasse la storia in sé (da patrigno campione olimpico a matrigna creatrice di una linea di make-up, stella dei reality e attivista transgender) proprio in occasione della serata al Madison Square Garden i due ex-coniugi si sono “azzuffati mediaticamente” sull’eleganza di Caitlyn: l’ex moglie Kris prima spara a zero sulla mancanza d’eleganza dell’ex marito salvo poi svelare che la sua era tutta invidia, perché l’abito indossato da Caitlin era originariamente destinato a lei. C’è anche la sorellastra Kylie, attrice di reality, imprenditrice e modella testimonial. Peccato solo che con l’ultimo suo lavoro (è diventata qualche giorno fa testimonial per la linea primaverile di Puma) abbia scatenato l’ira funesta del cognato Kanye West, da anni testimonial e invischiato con il marchio Adidas e deciso a non permettere che mai un membro della sua famiglia possa rappresentare un marchio diverso. Storie bislacche, invidie, liti e musi che a Kim di certo non fanno bene.
Ph. Getty Images
Credits: Ma la nostra Kim dichiara di essere totalmente dalla parte della famiglia e dei deliri del maritino, colpevole solo di non riuscire a superare un grande stress dovuto al lavoro. E’ tanto decisa a salvaguardare l’onore del marito che tenta di distrarre l’opinione pubblica con una foto e un consiglio che suona circa: “Vuoi un bel decollété? Fai come me, bastano due semplici strisce di scotch …”. Deve amarlo molto il marito, per arrivare a tanto pur di distrarre l’attenzione dalle follie deliranti del marito.
© Twitter
Credits: E’ una vitaccia, i paparazzi la inseguono per vedere l’ultimo improponibile outfit; la famiglia cui ha dato la fama litiga in continuazione ed è sempre sulla bocca di tutti per scandali più o meno gravi. Cerca di concedersi un giorno in famiglia dedicato allo shopping ed ecco qua il risultato: figlia e marito del tutto disinteressati anzi addormentati sulle poltrone di chissà quale chiccosissimo negozio. Povera Kim, chiusa nella solitudine del suo camerino…
© Twitter
Credits: Ma oggi è un nuovo giorno, Il Grande Giorno. Tutto il popolo della rete e del gossip finalmente può conoscere l’ultima e più grande gioia di Kim Kardashian: il piccolo Saint, nato a dicembre ma tenuto nascosto fino a oggi. Mamma Kim accompagna la foto pubblicata sul suo sito ufficiale con un messaggio "Oggi è il compleanno di mio padre. So che non c'è null'altro al mondo che avrebbe voluto che incontrare i suoi nipoti. Così ho voluto condividere questa foto di Saint con tutti voi”. Cuore di Kardashian! Chissà che questo dolce gesto plachi per un po’ la pazza famiglia? Chissà se la lasceranno un po’ tranquilla? Quindi, alla luce di quanto vi ho raccontato, non convenite con me che ci vuole coraggio a voler essere come Kim Kardashian?
© Twitter
Foto
Riproduzione riservata