Tariffe telefoniche, come orientarsi tra le nuove offerte

05 06 2018 di Eleonora Lorusso
Credits: Shutterstock

Con l'ingresso sul mercato di nuove compagnie "low cost" aumentano gli operatori, ma non mancano i rischi. Ecco come scegliere le offerte più adatte (ed evitare le "truffe")

La concorrenza nel mondo della telefonia diventa sempre più agguerrita. L'ultimo operatore sbarcato nel settore, Iliad, ha avuto un effetto "terremoto": si è presentato come estremamente concorrenziale e conveniente, ma ha attirato anche su di sé non poche polemiche. È stato infatti accusato di essere stato poco trasparente, se non addirittura "scorretto". Di sicuro ha spinto anche le altre compagnie a rivedere le offerte. Ma orientarsi non è sempre facile, perché esistono costi "nascosti" ai quali prestare attenzione. Ecco qualche indicazione utile.

Iliad e le tariffe super convenienti

Il suo arrivo era atteso ed è stato accolto da "ritocchi" nelle offerte (al ribasso) da parte degli altri operatori. Oggi la low cost francese di Xavier Niel si è presentata con un pacchetto-lancio molto aggressivo: "In Italia, per il momento, Iliad offre una tariffa unica a 5,99€ al mese con minuti e SMS illimitati, e 30 GB di traffico dati. A questi si aggiungono minuti illimitati verso 60 destinazioni estere" spiega a Donna Moderna Alessandro Voci, Referente studi e indagini "SosTariffe.it" .

A sollevare qualche polemica, però, una precisazione: "Se si viaggia in Europa i GB a disposizione sono ridotti a 2, mentre rimangono i minuti e SMS illimitati. Iliad promette che il prezzo è bloccato per sempre e sono inclusi nel costo servizi che per altri provider sono a pagamento, come la segreteria telefonica, Hotspot, il servizio “mi richiami”, il piano tariffario base e si può disdire l’offerta in qualsiasi momento senza sovrapprezzi (e non si hanno neanche vincoli di permanenza). L’attivazione è di 9,99 euro una tantum, comprensiva del costo per la SIM card" dice Voci.

Una promozione, dunque, che viene presentata come definitiva, senza scadenze e rialzi in corsa, con l'unica limitazione di essere riservata al primo milione di clienti.

Le altre low cost

Ma non si tratta dell'unica novità recente e che, per una volta, colloca il nostro Paese in un posizione "ottimale" in quanto a offerte. "L'Italia è tra i Paesi dove i pacchetti "tutto compreso" sono offerti a cifre davvero basse e, come dimostrano diversi studi di SosTariffe.it, i prezzi negli anni sono stati spesso ritoccati al ribasso, anche grazie all’arrivo di Iliad che ha causato l’introduzione di offerte sempre più aggressive da parte di altri operatori. Kena Mobile, operatore virtuale di TIM, ha sicuramente contribuito a questo abbassamento dei prezzi". Anche nel settore telefonia, dunque, si affermano le prime low cost.

"C'è da ricordare che i GB contenuti in queste offerte non sono offerti in velocità 4G e dunque sono inferiori rispetto a quelle di altri provider, anche virtuali. Pare che altre iniziative simili siano in arrivo, in particolar modo da Vodafone che dovrebbe schierare un altro operatore virtuale simile a Kena Mobile" prosegue l'esperto.

Per fare qualche esempio, ecco che con Special più di Kena Mobile sono offerti 10 GIGA (ma a 3G), 1.000 minuti e 50 sms a 5€ al mese, oppure 200 minuti e 200 Mb a 3G per soli 2€ al mese. Per avere il 4G si può optare per Fastweb o Wind3, ma a una cifra leggermente superiore (7€), così come per Tim e Vodafone (10/15€).

Esistono poi pacchetti ad hoc, studiati appositamente per giovani e over 65. Pensate per i più giovani, ad esempio, ci sono l'offerta Tim Young per i minori di 12 anni da 59€ all'anno (pari a 4,916€ al mese, oppure 6/7 € al mese con carta di credito o conto corrente) da 1 a 3 GIGA, con incluse le chat di Whatsapp, Messenger e Snapchat, un numero amico, 100 minuti & Sms, Tim Protect e Tim I Love Games.

Il pacchetto di Wind si chiama Under 30 e offre 5 GB di internet, minuti illimitati e 500 sms a 9€ al mese. Vodafone ha messo a punto Shake Remix a partire da 1 GIGA, 100 minuti e sms da 7€ al mese/4 settimane, ma personalizzabile.

Per gli over 65, invece, Tim offre TIM 60+ Senza Limiti (minuti illimitati e 4 GB, chat senza consumare e assistenza privilegiata a 12€ al mese), Wind ha riservato il pacchetto Unlimited 60+ (minuti illimitati verso rete fissa e mobile, ma poco internet, a 7€ al mese), Fastweb invece offre a 15,95€/mese  10 GB, 1.000 sms e minuti illimitati in Italia (oltre a 60 destinazioni all'estero).

Vodafone non ha tariffazione specifica per questa età, ma tra le due novità offre, ad esempio, 5 GIGA (hot spot incluso), 1.000 minuti e sms, navigazione sui social e chat senza consumare GIGA a 10€ (solo online e a scadenza).

In questo panorama così frastagliato - e non sempre facile da decifrare - Fastweb ha fatto della trasparenza la propria bandiera. L'operatore, che si basa su rete Tim, offre a 10,95 euro al mese 700 minuti/sms e 8 GB (6,95 euro per i clienti Fastweb fisso).

È tempo di cambiare?

Ingolositi dalle molte offerte del mercato, gli utenti sono portati a cambiare operatore, alla ricerca della tariffa più bassa o su misura per le proprie esigenze, ma a volte ci sono costi "nascosti" ai quali prestare attenzione. Come scegliere? "Sicuramente “aggiornare” la propria tariffa, se non ogni anno almeno ogni 2 o 3 anni, può portare a risparmiare - premette l'esperto di SosTariffe.it - L'aspetto cruciale, in molte zone d’Italia, è rappresentata anche dalla copertura del segnale del provider: se nelle grandi città, infatti, non esistono grandissime differenze tra uno o l’altro provider, e dunque la scelta di uno o altro operatore dipende per lo più dall’offerta in sé. Nei piccoli centri o in molte aree rurali, invece, non si è raggiunti pienamente da tutti i provider ed è dunque necessario verificare, prima di attivare l’offerta, la copertura del segnale di ogni provider" spiega Voci.

"Quello della telefonia mobile, in ogni caso, è uno dei mercati più vivaci e in continua evoluzione. Secondo l’ultimo studio di SosTariffe.it, pubblicato in concomitanza con l’uscita dell’offerta Iliad, rispetto al 2017 il costo dei pacchetti "tutto incluso" (quelli con minuti, sms e traffico dati gratuiti) sono scesi del 9,8%, mentre è aumentata la composizione delle tariffe: il traffico dati incluso è cresciuto di quasi il 65%, mentre i minuti gratis del 23%. Il costo medio oggi è di circa 10,96 euro per avere 1363 minuti inclusi, 784 SMS gratis (anche se le tariffe che offrono SMS gratis sono crollate del 71%, e 9 GB di traffico dati inclusi" spiega il referente Studi e Indagini di SosTariffe.it. 

Occhio alle "truffe"

Resta il fatto che non è sempre facile confrontare le offerte, presentate in forme differenti. Ecco qualche consiglio: "Quando si confrontano le offerte è importante non soffermarsi solo sul canone periodico e la composizione dell’offerta, ma è anche utile valutare altri costi e vincoli che il provider potrebbe imporre per attivare la tariffa. Possono esserci, infatti, costi di attivazione o prezzi per avere la nuova SIMcard. Può anche essere chiesto di attivare un piano tariffario base contestualmente al pacchetto o possono essere attivati di default servizi con costi unitari per il singolo utilizzo (segreteria telefonica, hotspot a pagamento, servizi “mi richiami”, avviso di chiamata o controllo del credito residuo) , che per essere disattivati necessitano di una richiesta o procedura telefonica" mette in guardia Voci.

Attenzione anche alla durata dei contratti: "In alcuni casi la cifra richiesta per l’attivazione oppure il canone stesso sono scontati se si rimane con il provider per un certo periodo di tempo (12, 24 o 30 mesi): se l’utente decide di passare ad altro provider prima di questo termine è possibile che venga richiesto il costo di attivazione, scontato precedentemente, oppure l’importo degli sconti sul canone usufruiti fino alla data del passaggio o disattivazione dell’offerta" conclude l'esperto.

Riproduzione riservata