In Italia, più over 60 che 30enni

<p>Gli over 60 sono il 28,7% della popolazione</p> Credits: Shutterstock

Gli over 60 sono il 28,7% della popolazione

Gli over 60 sono il 28,7% della popolazione italiana. Per la prima volta, nel nostro Paese, sono più degli under 30. Lo dice l'Istat. Leggi il commento della sociologa Chiara Saraceno

Per la prima volta, in Italia, gli over 60 sono più degli under 30. La triste e spietata verità arriva dai dati raccolti dall’Istat e analizzati dall’Istituto di ricerca Carlo Cattaneo. Se guardiamo meglio i numeri, notiamo che dal 1991 gli anziani sono cresciuti del 7,6%, mentre i giovani sono in calo di 11,2%.

Il fenomeno, quindi, ha radici antiche, perché da tempo si mettono al mondo sempre meno figli ma grazie ai progressi della medicina si vive molto di più. E di questo passo la famiglia, il più forte pilastro del nostro Paese tanto da essere il suo vero welfare, rischia il cortocircuito. Già oggi ci troviamo di fronte a quelle che la sociologia chiama le “nonne sandwich”: le over 60 strette, o meglio stritolate come il ripieno di un panino, tra i figli da mantenere perché non hanno ancora un lavoro e i genitori da curare.

Tra un paio di decenni il sandwich si sbriciolerà perché le donne, con alle spalle carriere discontinue, non potranno aiutare i figli dal punto di vista economico. E, forse, faticheranno anche a supportare i più anziani perché, con l’aspettativa di vita in aumento, si troveranno a prendersi cura di madri, padri e altri cari, ma in solitudine, senza l’appoggio di sorelle o fratelli.

Privata del prezioso welfare familiare, però, l’Italia non può durare a lungo. Allora bisogna invertire la tendenza ora, anche da iniziative piccole ma subito concretizzabili. Come i bonus per badanti e baby sitter e più asili e scuole (tutti a tempo prolungato) per permettere a mamme e papà di trovare il famoso equilibrio tra professione e vita privata e non fermarsi, quindi, al figlio unico.

(testo raccolto da Flora Casalinuovo)

Chiara Saraceno, sociologa, ha scritto numerosi saggi. L’ultimo è "L’equivoco della famiglia" (Laterza)

Riproduzione riservata