A Hollywood vincono (l’Oscar) le trasformazioni più estreme

01 10 2018 di Alessia Sironi
Credits: Getty Images

C'è chi accetta di ingrassare oltre 10 chili e chi invece di dimagrire di addirittura 15. Imbruttiti o camuffati per interpretare un ruolo magari da Oscar sul piccolo o sul grande schermo: ecco chi sono i divi più trasformisti

Charlize Theron ha accettato di ingrassare oltre 15 chili per interpretare il ruolo di Marlo in Tully, una madre di tre bambini che instaura un rapporto speciale con la tata dei suoi figli. Ma non è la prima volta che la Theron si sottopone a un cambiamento totale pur di interpretare una parte in un film: ve la ricordate in Monster, la pellicola che le valse l'ambita statuetta? E non è neanche l'unica.

Quando un attore si immerge completamente in un ruolo, il risultato di solito è sensazionale. Cambiare l'aspetto fisico costituisce, per tradizione, un viatico formidabile per arrivare a ottenere una nomination per la notte degli Oscar, figuriamoci per aggiudicarsi la mitica statuetta: ecco allora il naso finto di Nicole Kidman, il forte dimagrimento di Christian Bale e Matthew McConaughey, e poi le trasformazioni di Tom Hanks e, naturalmente, Charlize Theron. Ma anche Anne Hathaway che per la sua interpretazione ne I Miserabili ha perso molti chili (sempre sotto la supervisione di nutrizionisti e personal trainer); e Michelle Williams o Renee Zellweger che, al contrario, hanno dovuto accumuulare peso per le loro Marilyn Monroe e Bridget Jones.

Certo, sono finiti da un pezzo i tempi i cui agli strepitosi Cary Grant, Marlon Brando e Sean Connery bastava un vestito sartoriale per apparire stupefacenti. Per loro niente artifizi o magici trucchi: oggi invece, per entrare in un ruolo cinematografico serve di più. Bisogna sapersi trasformare.

Logan Hill, famoso critico cinematografico, spiega che solitamente il tempo per raggiungere l'obiettivo è di otto settimane: nei giorni prima delle scene cult, si passa a una dieta con zero sodio, zero carboidrati, diuretici come tisane e cardio al massimo per perdere liquidi. Insomma le celebrity diventano sempre più atleti alla preparazione di un grande match. Un "giochetto" tutt'altro che semplice!

Volete degli esempi? Brad Pitt, prima delle riprese sul ring per "The Snatch", faceva 25 flessioni ogni cinque ore per aumentare la circolazione e sembrare più grosso. Josh Brolin, per "Old Boy", prese 12 kg in 10 giorni per poi perderne 10 in 3 giorni, grazie a delle pillole saline. Steroidi a go-go per Mickey Rourke e il suo "The Wrestler". E che dire dei fortissimi dimagrimenti di Chris Hemsworth, Christian Bale, Robert Downey Jr. e Matthew McConaughey? L'attore americano è uno dei divi più camaleontici di Hollywood: da stripper muscoloso in "Magic Mike" è arrivato a perdere 25 chili per "Dallas Buyers Club" mentre in "Gold" è calvo e ingrassato.

Ecco gli attori più camaleontici!

Credits: Getty Images

Michelle Williams è splendida nella sua Marilyn Monroe per la quale perà ha dovuto "prendere" otto chili e utilizzare cuscinetti per aumentare le dimensioni del lato B. 

Credits: Getty Images

Anne Hathaway per la sua interpretazione ne I miserabili che le è valsa l'ambita statuetta è dimagrita 12 chili in tre mesi. 

Charlize Theron a destra nel film Monster che le è valso l'Oscar.

Nicole Kidman interpreta la scrittrice Virginia Woolf per il film The Hours.

Per realizzare Dallas buyers club, Matthew McConaughey è dimagrito 23 chili e ha trasformato in film la sceneggiatura su un cowboy omofobo malato di Aids.

Christian Bale è noto per gli incredibili cambiamenti a cui ha sottoposto il proprio fisico: dal muscoloso e atletico Bruce Wayne nella saga del cavaliere oscuro allo scheletrico protagonista de L'uomo senza sonno.

Chris Hemsworth ridotto a pelle e ossa nel film Heart of the Sea - Le origini di Moby Dick.

Johnny Depp è diventata la star trasformista per eccellenza del nostro tempo, da Il cappellaio matto (Alice in Wonderland) a Barnabas Collins (Dark Shadows) fino a Edward (Edward Mani di forbice).

Tom Hanks non è mai stato estraneo a perdere peso per i ruoli, come per Philadelphia, ma è stato per Cast Away che Hanks ha portato la sua trasformazione ad un altro livello.

Jared Leto è letteralmente il re delle trasformazioni: ha interpretato una serie di personaggi molto in forma come in Requiem For A Dream, Fight Club, e Prefontaine, ma nel 2007 il pubblico avuto modo di vedere un Leto molto diverso da quello a cui erano abituati.

Foto
Riproduzione riservata